BICI MOTORIZZATE. Michele Bufalino ascoltato da Gueriniello

| 23/06/2010 | 12:48
Il giornalista Michele Bufalino è stato ascoltato dai carabinieri Nas di Torino nell'ambito dell'inchiesta aperta dal Pm del capoluogo piemontese Raffaele Guariniello per frode sportiva sulle cosiddette ''bici motorizzate'' tra i ciclisti professionisti.
Bufalino - autore di un video che su Youtube ha già raggiunto oltre tre milioni di contatti e che si incentra sulle vittorie di Fabian Cancellara all'ultimo Fiandre e alla Roubaix -, ha sollevando dubbi in relazione all'ipotizzato uso delle 'bici motorizzate', cioé dotate di un motorino nascosto nei telai e che consentirebbe, con una sorta di ''pedalata assistita'' e un notevole risparimio di potenza.
«Dalle indiscrezioni - ha spiegato Ivano Fanini, patron dell'Amore & Vita Conad, che per primo aveva chiesto l'apertura di un'inchiesta della magistratura - risulterebbe che Bufalino abbia parlato con il Luogotenente Buccola, che sta seguendo la vicenda per conto di Guariniello, riferendogli un dettagliato resoconto degli ultimi due mesi e di come si è evoluta la faccenda. E' stata ricostruita la cronologia storica della vicenda».
«I sospetti - ha aggiunto Fanini - sono focalizzati sulla bicicletta scoperta dal giornalista della Tv Svizzera Antonio Ferretti, che ha trovato l'inventore ungherese Istvan Varjas. Bufalino ha detto che la bici fatta vedere da Davide Cassani durante il Giro d'Italia è la stessa bici mostrata anche a Ferretti da Varjas. Sembra che i Nas stiano percorrendo più strade in queste indagini e siano a buon punto. Molte altre cose sono emerse dagli interrogatori di ieri e molti altri personaggi importanti sono stati ascoltati in Procura».

Copyright © TBW
COMMENTI
FORZA DOTT. GUARINIELLO!!
23 giugno 2010 14:37 ale63
SI ARRIVERA' SICURAMENTE ALLA VERITA'... LE BUGIE HANNO LE GAMBE CORTE!!!! ALE

bravo ale63
23 giugno 2010 18:00 bloom
Hai proprio ragione! Tutto è partito dal filmato di Bufalino ma quello che conta è che di questa vicenda si è subito interessato Fanini e su invito di quest'ultimo il grande pm Guariniello.
Con loro i truffatori hanno vita breve.
Forza Fanini e Guariniello!

prossimo tour del France
23 giugno 2010 18:25 marcopolo
Secondo me al tour se ne vedranno delle belle. Chi andava forte col motorino, adesso che Fanini, Bufalino e la procura di torino hanno scoperchiato il pentolone, si troverà "a piedi".
Vedrete che distacchi e quanti ritiri improvvisi!!!

23 giugno 2010 18:29 serbis69
E' una soddisfazione per noi toscani vedere che i veri giustizieri del doping provengono dalla nostra regione.
Fanini lo fa da tantissimi anni ormai ed ora si affacciano anche le nuove generazioni, come Bufalino.
Speriamo che altri giornalisti prendano esempio da Fanini e dal collega Bufalino, per dare più voce possibile a tutto ciò che riguarda la lotta ad ogni forma di doping

GRANDI FANINI e BUFALINO
23 giugno 2010 19:52 harlock
Bravissimi sia Fanini che Bufalino ,speriamo che ora gli organi competenti, si diano da fare per far si che questa brutta storia venga a galla.E se davvero qualche nome importante del ciclismo lo a davvero usato che tristezza , e come abbiano avuto il coraggio di esultare sul palco della premiazione,sapendo di aver ingannato prima di tutti loro stessi ,e poi tutti i loro tifosi.......

mah
23 giugno 2010 22:30 tito
ho visto il filmato di bufalino: secondo me non ne ha un'idea del ciclismo e delle bici da corsa...

per tito
24 giugno 2010 15:45 roger
In effetti mi pare di aver capito da vari articoli letti in questi giorni che Michele Bufalino prima d'ora col ciclismo aveva poco a che fare ma proprio per questo va detto che è stato molto attento ai dettagli perchè dal suo filmato è scaturito l'interessamento di Ivano Fanini e di conseguenza del pm Guariniello.
Se la procura di torino ha deciso di aprire un inchiesta evidentemente ha rilevato degli elementi concreti su cui indagare e per scoprire se le bici elettriche siano state usate davvero anche all'ultimo giro d'Italia.
Ben vengano i ragazzi come Bufalino e bravi a tutti quelli che ci stanno lavorando sopra e come si dice "in bocca al lupo"

un nuovo in bocca al lupo
24 giugno 2010 16:33 ruben
Fanini in tanti anni di attività ha sempre scoperto giovani talenti che poi hanno fatto la storia del ciclismo.
Se è qui in foto con Michele Bufalino vuol dire che ci ha visto del talento, anche se non come corridore. Se è stato proposto come vincitore del premio Memorial Bardelli 2011 vuol dire proprio che se lo merita.
Allora voglio fare anch'io il mio in bocca al lupo a Bufalino che è già nella storia del ciclismo per aver scoperto la bici a motore di cancellara. Questi, scoperto il suo inganno "meccanico" al giro di svizzera è andato molto più piano rispetto allo scorso anno quando lo stravinse sia a cronometro che nella classifica generale. E così sarà anche al prossimo tour, dove secondo me ci saranno tante sorprese.

25 giugno 2010 18:28 pietrogiuliani
mi associo ai blogger che hanno fatto gli auguri a Fanini, Bufalino e Guariniello e li estendo a tutti coloro che sta lavorando per ripulire questo ciclismo

Istvan Varjas
25 giugno 2010 19:10 supercar
Chissà se Guariniello sarà riuscito ad arrivare al costruttore del motorino.
Penso che con la sua testimonianza ci sarà qualche colpo grosso e salterà qualche testa.
E come al solito non si può che fare un elogio a Fanini, deux ex machina, di ogni azione contro il doping nel ciclismo.

25 giugno 2010 19:20 libero2
Quando l'inchiesta di Guariniello sarà conclusa e si saranno trovati i colpevoli, mi piacerebbe capire come si giustificherà l'UCI, la FCI e gli organizzatori del Giro, che hanno detto finora che le bici a motore non sono mai state usate nelle gare ufficiali.

Gianni Savio
26 giugno 2010 12:50 libero2
In un albergo del campionato italiano ho saputo che Gianni Savio si è complimentato con Ivano Fanini per aver fatto scoppiare il caso delle bici motorizzate ed aver fatto aprire l'inchiesta a Torino da Guariniello.
Se è vero, vuol dire che Savio sta capendo che la lotta al doping è la cosa più importante nel ciclismo.
In passato lo avevo criticato per le troppe vittorie che aveva ottenuto e su cui avevo nutrito dubbi su molti suoi corridori ma adesso mi devo ricredere e visto che ha tanti corridori vincenti, gli faccio il mio in bocca al lupo per il campionato italiano di oggi

novità
28 giugno 2010 19:43 bloom
mi piacerebbe sapere se ci sono passi avanti nell'inchiesta di Guariniello. Ormai il tour è alle porte e non si parla più delle bici motorizzate.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Ieri ci era andato vicino,  cogliendo il secondo posto. Oggi Jhonatan Restrepo al Tour du Rwanda ha centrato il bersaglio grosso andando a vincere la terza tappa (Huye-Rusizi di 142 chilometri). Il 25enne colombiano conferma così il suo grande stato...


Gli organizzatori del Giro di Svizzera, in programma quest'anno dal 7 al 14 giugno, hanno ufficializzato le due wildcard a loro disposizione. Ad affiancare le 19 squadre di WorldTour e la Total Direct Energie - formazioni ammesse di diritto alla...


Per Gregorio Ferri questa stagione è cominciata in salita. Il corridore bolognese classe 1997 del Team Beltrami TSA - Marchiol, dopo un grande 2019 (quattro vittorie e cinque secondi posti, con tanto di partecipazione in azzurro ad Europei e Mondiali...


Nessuno di loro era nato quando la Mapei dominava il nome del ciclismo, nessuno pensava di suscitare tanto clamore nell’indossare una maglia con quel logo e soprattutto con quei cubetti che sono stati per un decennio il colore del ciclismo....


La scena è successa a Vò Euganeo, paesino in quarantena per il Corona Virus. I Carabinieri chiudono l'accesso ed effettuano uno sbarramento all'ingresso del paese. Sono ben 10 i blocchi che chiudono l'accesso al borgo veneto. Un giornalista di Repubblica...


Alessandro Fancellu ha deciso di non far aspettare troppo i suoi tifosi e, alla seconda gara professionistica della carriera, si è ritrovato a lottare per la classifica generale del Tour of Antalya. Alla fine ha chiuso terzo, a soli...


  Michele Coppolillo, validissimo professionista nelle stagioni dal 1991 al 2001, è indicato dagli annuari quale terzo corridore ciclista originario della Calabria approdato al professionismo e poi, come vedremo, seguito da un quarto. L’hanno preceduto Giuseppe Canale, nato a Reggio...


Nice, multinazionale italiana con sede a Oderzo (Treviso) leader internazionale nei settori dell’Home Automation, Home Security e Smart Home, prende parte all’innovativo progetto di automazione del nuovo headquarter Pinarello. La storia di Cicli Pinarello inizia proprio a Treviso nel 1953,...


    Il Team Pieri Calamai di Settimello di Calenzano è una bella realtà del ciclismo juniores toscano, dove passione ed impegno vanno di pari passo sostenuti dal presidente Piero Pieri, da Leonardo Forconi e dal direttore sportivo Federico Fioravanti,...


Sono importanti le novità che vanno a caratterizzare questa nuova stagione dell'ASD GS Guadense, guidata dal presidente Angelo Gallio: una squadra storica nel panorama padovano, da sempre impegnata nell'avvicinamento per i giovani allo sport del pedale e molto attiva nell'organizzazione...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155