«TOUR DE FRANCE: UNCHAINED»: QUEL TRAILER CHE TRASMETTE DOLORE E MORTE. VIDEO

TV | 17/05/2024 | 08:18
di Pier Augusto Stagi

Si parte con un bel dito medio da mettere lì, in quel posto, ma che per l’occasione va in favore di telecamere. Poi, dopo il marchio Netflix, via con le cadute, di ogni genere e tipo. Un primo piano di Thibaut Pinot che parla della corsa più importante del mondo e poi via con le smorfie di dolore, voli e capitomboli per lanciare la seconda serie dedicata al Tour de France. È questo il trailer della seconda stagione di “Tour de France: Unchained”, la serie dedicata alla Grande Boucle. Quest’anno il titolo sarà “Tour de France: Au coeur du peloton” (“Nel cuore del gruppo”) e uscirà il prossimo 11 giugno. Nel trailer che vi proponiamo ci sono campioni notissimi, come Fabio Jakobsen, Mathieu Van der Poel e Tom Pidcock, Julian Alaphilippe e il capo Patrick Lefevere.


È vero che i ciclisti sono gli eroi moderni, gladiatori del terzo millennio, capaci di compiere cose pazzesche in sella alle loro biciclette, ma in un minuto e sette secondi (1’07”) di video si potrebbe condensare qualcosa di meglio di uno sport che per Netflix, a quanto pare, non trasmette fatica, ma dolore e morte. Non si scherza con l’aspetto più doloroso del nostro sport. Non si intinge il pane nel sangue per rendere il nostro sport più pulp e avvincente. È un esercizio di stile che non ci piace.


Sappiamo anche perfettamente che è una disciplina pericolosa, molto forse pure troppo, ma non ci sembra una buona scelta di marketing o narrativa puntare sull’aspetto più vulnerabile del nostro beneamato sport, su quello che noi tutti, compresi i team che hanno scelto di partecipare alla produzione Netflix, cerchiamo di combattere e si spera nel prossimo futuro almeno in parte risolvere. Non è un aspetto da banalizzare con trailer ad effetto, spettacolarizzando o esaltando un lato tutt’altro che nobile. Che lo si faccia almeno per il rispetto di quei ragazzi che sono morti sulle strade del mondo. Almeno per loro e le loro famiglie.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Fabio Del Medico si tiene stretto il titolo tricolore della Velocità Juniores. Sulla pista di Firenze il toscano del Velo CLub SC Empoli conquista la medaglia d'oro superando in finale il veneto Thomas Melotto della Autozai Contri. Nella finale per...


Probabilmente in questi anni abbiamo commesso un errore mettendo nel dimenticatoio l’alluminio e oggi Specialized ci ricorda che questa lega può dare ancora immense soddisfazioni se lavorata in modi nuovi. Nasce infatti Chisel,  una mtb che senza alcun dubbio va a ridefinire...


Dopo la frazione inaugurale di Villars-sur-Ollon  e la cronometro individuale del secondo giorno, Demi Vollering (Team SD Worx - Protime)  mette a segno il tris e conquista l'ultima tappa del Tour de Suisse Women anticipando in volata, sul traguardo di...


La mostra, disponibile da oggi fino al 21 giugno presso la Galleria dei Presidenti della Camera dei Deputati, rappresenta un viaggio emozionante attraverso alcuni dei simboli principali del ciclismo italiano, dalla maglia Ciclamino e la maglia Bianca del Giro d'Italia...


Ospitare la partenza del Tour de France non capita tutti gli anni, specie se non ti trovi in Francia, e l'occasione per mettere a frutto pienamente l'occasione a suon di manifestazioni collaterali sul ciclismo è troppo ghiotta. Ed eccoci qui...


Nel 2025 il Giro di Svizzera farà tappa in Valtellina: già previsto l’arrivo della quarta tappa, anche se al momento gli organizzatori non hanno ancora svelato nulla sulla località prescelta per l’arrivo. Questo il programma, ovviamente ancora embrionale, del Tour...


Andiamo a sud. La sede scelta per la Grand Départ del Tour de France 2026 stabilirà un nuovo record nella storia dell'evento, poiché Barcellona, a cavallo del 41° parallelo, supererà Porto-Vecchio come partenza più meridionale della corsa. La Grande...


C'è chi ha ufficializzato i primi nomi riservandosi di completare la rosa, c'è chi ha reso nota invece una rosa ampia nella quale poi pescherà i titolari, chi ancora è in attesa delle risposte della strada, dei tecnici e dei...


Il mondo del ciclismo deve tanto a François Migraine, scomparso nelle ultime ore all’età di 80 anni. È stato lui a creare, nel 1982, la Cofidis ed è stato lui a voler entrare nel ciclismo nel 1997 per dare il...


Le forti emozioni del Giro d’Italia 2024 sono ancora fresche nella memoria di tutti gli amanti delle due ruote, con la tappa regina che ha illuminato il cielo di Livigno e incoronato Tadej Pogacar come nuova icona in rosa, ed...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi