QUANDO LA SANREMO E' UN AFFARE PER GIOVANI

PROFESSIONISTI | 17/03/2023 | 08:11
di Francesca Monzone

Sempre più spesso sono i giovanissimi a vincere gare importanti e anche se la Milano-Sanremo è lunga quasi 300 chilometri, nel suo albo d’oro possiamo leggere nomi di intraprendenti giovani che, nonostante la poca esperienza, sono riusciti a tagliare per primi il traguardo della Classicissima di Primavera.


Il più giovane ad aver vinto questa corsa è stato nel 1914 Ugo Agostoni con i suoi 20 anni e 251 giorni (nella foto il suo arrivo davanti a Carlo Galetti), seguito da un inavvicinabile Eddy Merckx che vinse per la prima volta a Sanremo a 20 anni e 275 giorni nel 1966 e poi l’anno successivo a 21 anni e 274 giorni.


Il Cannibale nella classifica dei giovani vincitori occupa anche l decino posto perché quando vinse nel 1969 aveva 23 anni e 275 giorni.

Sono esattamente 27 i corridori che sotto i 25 anni hanno trionfato alla Milano-Sanremo e l'ultimo è Raymond Poulidor, il nonno di Mathieu Van der Poel, che nel 1961 a 24 anni e 338 giorni ha conquistato la sua unica Classica Monumento.

Arrivando ai nostri giorni se non ci saranno variazioni dell'ultima ora i giovani sotto i 25 anni saranno 33. Il più giovane con 20 anni e 140 giorni è il corridore della DSM Pavel Bettner, seguito da Magnus Sheffield, lo statunitense della Ineos Grenadiers che ha 20 anni e 333 giorni e dal belga della Lotto Dstny Arnaud De Lie con 21 anni e due giorni.

Non basta essere giovani, ma bisogna anche essere forti per sfidare gli avversari sulla Cipressa e sul Poggio e tra i 33 giovani al via ci sono nomi importanti di ragazzi che possono ambire alla vittoria: per esempio Tadej Pogacar con i suoi 24 anni e 178 giorni è sicuramente tra i favoriti per la vittoria.

C’è poi l’eritreo Biniam Girmay che a 22 anni e 350 giorni è il tredicesimo corridore più giovane della Milano-Sanremo 2023. Non dobbiamo dimenticare Attila Valter che a 24 anni e 279 giorni sarà n corsa con la maglia di campione nazionale ungherese, anche se nella Jumbo Visma il suo compito sarà quello di gregario di lusso.

Abbiamo già nominato De Lie e Sheffield, entrambi sono alla loro prima Milano-Sanremo, ma questo non deve spaventare troppo, perché quando Merckx  corse la Classicissima per la prima volta era passato da poco con i professionisti con la maglia della Peugeot-BP Michelin quando nel 1966 conquistò la sua prima Classica Monumento. 

Giovani da una parte, crridori "maturi" dall'altra: il corridore più anziano ad aver trionfato nella Classicissima è stato Andrei Tchmil che ha vinto nel 1999 all'età di 36 anni e 57 giorni. Di poco più giovani ma sempre a 35 anni compiuti, troviamo Kelly, Bartali, Girardengo e Cipollini. A battere tutti i record ci proverà Mark Cavendish che a 37 anni ha ancora tanto da dire...

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
La location – dove vai al giorno d'oggi senza una location – è adeguata al prestigio dell'evento (cosa fai al giorno d'oggi senza un evento): monte Grappa, di nome e di fatto, perchè è forte e dà alla testa. Ingresso...


Tappa da fughe doveva essere e tappa da fughe è stata. E a centrare il colpo vincente è stato Andrea Vendrame, trevigiano della Decathlon AG2R La Mondiale che conquista così a Sappada (157 km dopo la partenza da Mortegliano) il...


Fallito un altro tentativo dei dirigenti Uae di convincere Pogacar a evitare rischi: alla partenza di Mortegliano lo sloveno è arrivato in sella alla bici sul tetto sull’ammiraglia. Nuova conferma nel sentire il coro «Milan, Milan» alla partenza della tappa...


Una superiorità indiscussa, netta, nettissima. Lorena Wiebes e la sua Team SD Worx-Protime hanno dominato la prima tappa della RideLondon Classique, prova britannica di WorldTour. Sul traguardo della Saffron Walden - Colchester di 159, 2 km, la velocista olandese ha...


Emilien Jeannière rompe il ghiaccio: il portacolori della TotalEnergies ha colto a Ernée la sua prima vittoria tra i professionisti imponendosi nella prima tappa in linea della Boucles de la Mayenne. Alle spalle del vincitore nell'ordine si sono piazzati Paul...


L’australiana Grace Brown ha letteralmente dominato anche la tappa conclusiva del Bretagne Ladies Tour. La capitana della FDJ-Suez ha vinto infatti per distacco la terza e ultima tappa della corsa, la Henon - Plouaret di 135, 6 km, mettendo il...


Il britannico Noah Hobbs, portacolori della Groupama-FDJ Continental, ha vinto l’Alpes Isère Tour che ha portato oggi il gruppo dall’Aéroport Saint-Exupéry a Genas sulla distanza di 155, 3 km. Alle sue spalle il messicano Carlos Alfonso Garcia Trejo (A.R. Monex...


È un uomo di casa, Norman Vahtra, a firmare il successo nella prima tappa del Tour of Estonia. Il portacolori della nazionale estone si è presentato tutto solo sul traguardo della Tallinn - Tartu di 196, 4 kmprecedendo di soli...


La Israel - Premier Tech si presenta alla partenza della diciannovesima tappa del Giro d’Italia con solo tre corridori: Simon Clarke, Marco Frigo e Hugo Hofstetter. Lascia invece la corsa rosa il 29enne australiano Nick Schultz che, dopo aver lottato...


Tubolight, marchio distribuito in Italia da Ciclo Promo Components,  propone dalla sua nascita soluzioni innovative nel segmento delle coperture, un catalogo che abbraccia diverse specialità dalla mtb fino al mondo road. Innovazione e massima ricerca per la performance accompagnano il nuovo...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi