EUROPEO DA SOGNO, IN 50.000 SULLE STRADE DEL TRENTINO

NEWS | 13/09/2021 | 17:28

Il lunedì mattina di Trento ha il sapore del day-after. Dopo una settimana nel segno degli Europei di Ciclismo, che hanno acceso e colorato la città di Trento in ogni area, a cominciare ovviamente dai due poli di Piazza Duomo e del MUSE, lunedì 13 Settembre la città ha ritrovato la sua quotidianità dopo giornate davvero eccezionali.


Sarebbe stato quantomeno ottimistico pronosticare per la rassegna andata in scena dall’8 al 12 settembre un successo globale – di pubblico in strada, di media e comunicazione, tecnico e di critica – al livello di quello che Trentino 2021 ha riscosso negli ultimi giorni ed ore.


In aggiunta ai 71 Paesi collegati in diretta televisiva anche oltre i confini d’Europa, alle 17 ore di copertura live, alle 20.000 presenze turistiche alberghiere sul territorio nel periodo di riferimento, Domenica 12 Settembre ha regalato, in corrispondenza della attesissima prova Elite uomini, una straordinaria cartolina di bellezza e di passione fra la città di Trento, la Valle dei Laghi ed il Monte Bondone: una diretta integrale di quattro ore e mezza che come poche altre volte ha saputo tenere gli spettatori incollati fin dalle primissime battute, per una delle gare più belle dell’intera stagione.

La folla sulla salita di Povo

È stata stimata in 50.000 persone la presenza di pubblico sulle strade, per assistere alla sfida di campioni come Remco Evenepoel, Tadej Pogacar e tanti altri dei migliori interpreti del ciclismo Europeo, fino all’apoteosi di Piazza Duomo per la vittoria di Sonny Colbrelli. Un coinvolgimento andato ben al di là dello sport, in un’atmosfera elettrica che faceva da preludio allo spettacolo che poi è andato inevitabilmente a comporsi. Merito dei fenomenali interpreti, in primo luogo, ma anche delle scelte tecniche della UEC e del Comitato Locale, che in un tracciato difficile e tatticamente imprevedibile e una distanza inferiore a 180 km hanno trovato la formula vincente.

Per il Comitato Organizzatore coordinato da Maurizio Evangelista, che ha raccolto il timone da Elda Verones che lo aveva guidato nei mesi precedenti, e sostenuto dalla sinergia fra Provincia e Comune di Trento, Trentino Marketing e APT Trento, Bondone e Valle dei Laghi, il successo degli Europei è la giusta ricompensa per mesi e anni di lavoro instancabile, a maggior ragione dopo lo slittamento dal 2020 al 2021 a causa dell’emergenza COVID.

“Questo Europeo ha superato le nostre più rosee aspettative, e credo che a fare la differenza sia stata l’idea di squadra che ha ispirato tutte le componenti in questi intensi mesi di vigilia,” ha spiegato il Direttore Organizzativo Maurizio Evangelista. “Anche in un territorio da sempre vocato alla cooperazione, credo che raramente si sia realizzata una comunione d’intenti così forte e spontanea fra le varie componenti. Un risultato frutto di attenzione e dialogo costante, certo, ma anche della passione e del grande valore delle persone che per questo evento hanno messo tanto del proprio, ‘sacrificando’ serate e weekend per regalare a Trento il più grande evento sportivo della sua storia.”

“Da parte mia è un dovere e un piacere ringraziare tutti coloro che hanno contribuito a questo successo, fra i quali non vanno dimenticati i tanti volontari, le forze dell’ordine, lo staff tecnico e l’equipe medica che ci hanno permesso di mettere in campo un evento grandioso quanto impegnativo – sul piano tecnico, logistico e sanitario – nelle condizioni di massima sostenibilità e sicurezza,” ha proseguito Evangelista. “Un patrimonio organizzativo sul quale Trento e il Trentino devono essere coscienti di poter contare per rendere possibili in futuro nuovi progetti e traguardi.”

E il bello di questo territorio è che non c’è mai tempo di annoiarsi: al Festival dello Sport (7-10 Ottobre) manca meno di un mese.

Copyright © TBW
COMMENTI
Bellissima manifestazione
13 settembre 2021 20:08 marco1970
Europei molto belli e bene organizzati,bella cornice di pubblico .Purtroppo snobbati mediaticamentela grande stampa compresa la Gazzetta dello Sport non hanno dedicato l'attenzione che meritavano.

Voto 10
13 settembre 2021 20:38 fido113
Bellissima manifestazione e gare entusiasmanti in una cornice eccezionale.
Dirette RAI precise e tecnicamente ineccepibili. Per quanto riguarda la Gazzetta :lascia perdere l'unica speranza è quella che le sue corse le prenda L'ASO .

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Vestire una squadra di ciclisti professionisti, si sa, è piuttosto impegnativo: taglie, preferenze, necessità. E ancora: stagionalità e individualità, formazione maschile e formazione femminile. Insomma, il lavoro preparatorio e di gestione è imponente.  La partnership tra Santini e...


Nell'epoca delle crisi economiche e delle delocalizzazioni, Bianchi procede nel futuro del ciclismo "rigenerando" e potenziando la propria dimensione locale. Stamattina, infatti, in località Battaglie a Treviglio (BG) nella sede che da oltre 50 anni ospita la storica azienda (fondata...


Sarà una prima volta speciale, quella della Coppa del Mondo di ciclocross in Val di Sole. La neve e la bellezza delle montagne circostanti sono garanzia di spettacolo; il resto, domenica 12 dicembre a Vermiglio, ce lo metteranno gli atleti,...


Canyon presenta oggi la gamma Grail 2022, una gamma completamente aggiornata per gustare ancora meglio quella che è a mio avviso una delle migliori bici gravel di sempre, Leggera, veloce e pratica, la Grail in ogni sua versione conquista ogni praticante regalando...


A dieci mesi dal brutto incidente in moto, in cui ha combattuto una dura battaglia contro la vita che lo ha costretto a interrompere la carriera ciclistica, Juan Tito Rendon torna in sella con il team Orgullo Paisa.“Finalmente torno a...


Completata la procedura di registrazione delle formazioni professionistiche, l’Uci annuncia il quadro dei team per la stagione 2022, sottolineando come siano state attribuite ben sei nuove licenze UCI Women’s WorldTour.UCI Women’s WorldTeams (Prima Divisione)Attribuita una licenza per il biennio 2022-2023,...


Sono tre corridori liguri gli ultimi innesti che vanno a completare la formazione Juniores 2022 del Team F.lli Giorgi. Si tratta di Piergiorgio Cozzani, Luca Giaimi e Samuele Privitera. Nella nuova stagione il sodalizio presieduto da Carlo Giorgi avrà una...


Un nuovo progetto, nati per lanciare un messaggioe soprattutto per fare qualcosa di concreto per l'Africa. “Together We Ride, Together We Care” è il progetto di Q36.5 lanciato in collaborazione con l’African Wildlife Foundation (AWF). per continuare a leggere l'articolo vai su tuttobicitech.it


Tenacia alpina. Il Giro d’Italia 2022 ha detto no a una tappa confezionata su misura per il 150° del Corpo degli Alpini e per i 200 dalla morte di Antonio Canova, ma non si arretra, anzi, si rilancia. Il presidente...


Valorizzare il percorso del Mondiale di ciclismo su strada sulle colline imolesi, come occasione per lo sviluppo turistico del territorio metropolitano. È questo l’obiettivo dell’accordo di collaborazione tra la Città metropolitana di Bologna e CON.AMI (Consorzio Azienda Multiservizi Intercomunale), approvato...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI