MONDIALI IN SVIZZERA, I RISCHI NON SONO ANCORA FINITI

PROFESSIONISTI | 07/08/2020 | 14:55
di Guido La Marca

Dopo un inizio di estate con il sereno, sui Campionati del mondo di ciclismo in Svizzera si stanno accumulando nuove nuvole, che all'orizzonte appaiono sempre più nere.

Il motivo? A preoccupare gli organizzatori sono le restrizioni anti Covid attualmente in vigore in tutto il Paese: fino al 31 agosto non è consentito organizzare eventi con più di 1.000 spettatori e poi continua a crescere il numero di nazioni dalle quali, per entrare in Svizzera, è obbligatorioosservare una quarantena.

il giorno chiave, a questo punto, sarà il 12 agosto: mercoledì prossimo il Governo Federale ha indetto una conferenza stampa nella quale annuncerà se le norme in vigore verranno finalmente allentate oppure mantenute o peggio ancora inasprite.

Solo nel primo caso, gli organizzatori darannoil via libera alla manifestazione, alltrimenti «Non è escluso che i campionati del mondo di ciclismo vengano annullati» fanno sapere. E aggiungono: «È chiaro che non possiamo organizzare il mondiale se le misure corona restano così rigide. Inoltre, non dobbiamo dimenticare che sempre più ciclisti ogi dovrebbero essere messi in quarantena al loro arrivo in Svizzera, poiché sempre più paesi sono classificati come aree a rischio».

L'Uci ha già ribadito che i mondiali si disputeranno in Sizzera o niente, ma in realtà un piano B esiste ed è quello di spostare i campionati del mondo ad aprile 2021. Una soluzione di cui nessuno vuol parlare ma che tra pochi giorni potrebbe diventare realtà.

Copyright © TBW
COMMENTI
Bla bla bla
7 agosto 2020 15:51 lupin3
Visto Che nessuno andrà a vederli e saranno un Flip, meglio annullarli. Per Tutti.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Alle prese con una condizione non ottimale, come ha evidenziato nell'ultima settimana del Tour, e con problemi relativi all'inchiesta giudiziaria che ruota attorno a lui, anche se non lo coinvolge direttamente, Nairo Quintana ha deciso di rinunciare alla convocazione per...


Sulle orme di papà. Nicolas Vinokourov, figlio del grande Alexander, vincitore di una Vuelta a España (2006) , un Giro di Svizzera, una Liegi-Bastogne-Liegi e una Amstel Gold Race , oltre ad un oro (Londra 2012) e un argento olimpico...


Lo confessa candidamente: «Se me l'avessero detto un mese fa che avrei guidato la nazionale in un mondiale su queste strade, mi sarei messo a ridere...». Davide Cassani non nasconde le sue emozioni prima di presentarci il campionato mondiale, descrivercelo...


A Tour de France appena conclusio, è già tempo di guardare oltre perché in questa stagione animala gli altri grandi giri incombono. In casa Cofidis sonos tate prese decisioni importanti circa le formazioni per Giro e Vuelta: Elia Viviani sarà...


L'incontro delle vecchie glorie del Triveneto a Ca’ del Poggio ha riservato una curiosa e certamente gradita sorpresa per Mario Beccia. Autore, manco a dirlo, lo scatenato Dino Zandegù che è tornato a vestire per un attimo i panni del...


L’Emilia-Romagna ospita la 93ª edizione dei Mondiali di ciclismo sulle strade che, nel 1968, consegnarono a Vittorio Adorni la maglia iridata. Di ritorno a Imola sette anni dopo Firenze 2013, sarà il tredicesimo Mondiale in Italia e sarà Eurosport a...


DAZN e Discovery annunciano l'estensione del loro accordo di distribuzione per offrire agli utenti DAZN in cinque paesi la fruizione dei canali Eurosport 1 HD e Eurosport 2 HD. Con il rafforzamento di questa partnership, i contenuti di Eurosport saranno...


Sono stati rilasciati nella notte il medico e il massaggiatore fermati nei giorni scorsi su ordine della procura di Marsiglia nell'ambito di un'inchiesta su un sospetto uso di doping al Tour de France all'interno della Arkea-Samsic, team del campione colombiano...


Sono cinque le atlete di Alé BTC Ljubljana che, con le rispettive Nazionali si apprestano ad affrontare i Campionati del Mondo di ciclismo su strada assegnati in extremis ad Imola dopo la rinuncia della Svizzera. Domani, giovedì 24 settembre, con partenza...


La pioggia improvvisa, l’umidità che cresce e la nebbia che ci circonda sono i nemici dei ciclisti che pedalano in autunno. Per non farsi cogliere impreparati, è importante scegliere capi che proteggano dalla acqua e che mantengano il corpo asciutto....


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155