DANIEL ZANTA, IL COMBATTENTE DELL'UC MIRANO

ALLIEVI | 07/06/2020 | 07:40
di Luca Galimberti

Daniel Zanta è un combattente. È lui stesso ad usare questa parola quando gli chiediamo di descrivere il suo carattere usando un solo termine. Nato a Palmanova, in provincia di Udine, alla fine del mese di gennaio del 2004, il sedicenne corridore dell’Unione Ciclistica Mirano vive a Dolo, Comune non distante da Venezia. Nel 2019 ha messo il proprio nome nell’albo d’oro del Trofeo Villaggio San Pio X”, gara per Allievi disputata a Cesano Maderno: nell’ultima prova dell’Oscar TuttoBICI l’alfiere della formazione bianconera ha battuto Leonardo Vardanega della Termopiave Valcavasia e Marco Di Bernardo della Borgo Molino Rinascita Ormelle.

«Ho scoperto il ciclismo dopo aver corso sui kart e giocato a calcio – racconta Daniel a tuttobiciweb –, poi mia mamma mi ha proposto di provare a correre in bicicletta. Ho accettato e mi sono tesserato per l’Unione Ciclistica Mirano; da “G6” ho partecipato a qualche corsa, ma quella che considero la stagione del mio debutto come corridore è la prima tra gli Esordienti».

Nella tua giovane carriera quali sono i momenti che ricordi con maggiore piacere?

«La partecipazione al mio primo campionato regionale, lì ho capito veramente cosa voleva dire fare ciclismo; naturalmente anche la prima vittoria (a Dosson di Casier il 2 giugno 2018, ndr). Mi emoziono tanto quando si riesce a conquistare una vittoria di squadra: mi piace mettermi a disposizione dei miei compagni, credo che la coesione sia uno dei punti di forza dell’U.C. Mirano».

Quali sono le tue caratteristiche?

«Sono un passista veloce e mi piacciono i percorsi misti».

Hai dei corridori a cui ti ispiri?

«Mathieu Van Der Poel e Remco Evenepoel».

Tra i campioni di altre epoche.

«Eddy Merckx».

Una gara del calendario giovanile che vorresti vincere.

«La Coppa d’Oro ed anche il Campionato Italiano Cronosquadre assieme ai miei compagni di team».

La corsa dei tuoi sogni tra i “Monumenti”.

«La Milano – Sanremo».

Segui altre discipline oltre al ciclismo?

«Il motorsport, una passione di famiglia.»

Trovi similitudini tra il ciclismo e gli sport motoristici?

«Penso che il denominatore comune sia l’adrenalina che danno le gare».

Ti piace la musica?

«Sì, ne ascolto molta, soprattutto prima delle gare. Non ho un genere preferito, mi piace di tutto».

Cosa ti piace mangiare?

«Amo la pizza e il filetto al pepe verde».

Daniel e gli studi.

«Frequento una scuola ad indirizzo amministrazione – finanza e marketing».

Un sogno nel cassetto.

«Mi piacerebbe poter diventare un corridore professionista ma se non dovesse succedere vorrei comunque riuscire a far diventare le mie passioni un lavoro».

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Ciclismo giovanile comasco fermo fino al 2021. Niente gare e dispersione di corridori che, fermi da marzo e senza la prospettiva di competizioni, non si stanno più ripresentando agli allenamenti. È un quadro a tinte fosche quello che riguarda l’attività...


Le abbiamo viste i piedi di Gilbert in mezzo alla polvere della Roubaix, ma anche osservate bene indossate da Geraint Thomas e Carapaz, vincitori rispettivamente di Tour de France 2018 e Giro d’Italia 2019. Insomma,  le Infinito R1 di Fi'zi:k...


Manca meno di un mese alla tanto attesa quanto desiderata ripartenza, con il WorldTour che scatterà il primo di agosto con la “Classica del Nord più a Sud d’Europa”, vale a dire le Strade Bianche. Ed è proprio da Siena...


Anche in Franci a ieri si è ricominicato a gareggiare ed è stato Thibault Guernalec, portacolori del Team Arkéa-Samsic, a conquistare il successo nella crono SportBreizh di Plouhinec. La prova, aperta a professionisti e dilettanti epoi alle categorie giovanili, si...


E’ il 3 giugno 1990, si corre la Moena-Aprica, sedicesima tappa del Giro d’Italia. Per la prima volta la corsa rosa affronta il Mortirolo, seppur dal versante di Monno, il meno ripido. All’inizio della salita un ragazzino romagnolo classe ’77...


Il cognome Bergamo, nel ciclismo professionistico, si declina con i nomi propri si Marcello, Emanuele – due fratelli – e Marco, professionista trentino della Val di Non, per quattro anni, nella seconda metà del decennio 1980. Per spessore e rilevanza...


L'ispirazione l'ha avuta dal fratello Marco, ma il suo modello è Tom Dumoulin. Nicola Plebani, fino allo scorso anno juniores nel Team F.lli Giorgi, fa parte della nuova generazione di giovani talenti del bergamasco. Classe 2001, diciannove anni a ottobre,...


Quando ripartiremo? Una domanda che anche il mondo del ciclismo, tecnici, atleti e appassionati si sono ripetuti ossessivamente per mesi. Oggi questa domanda ha finalmente una risposta: si ripartirà mercoledì 9 luglio con la prima prova del Master delle Piste che...


  L’intervista. Ilaria Sanguineti, “Sono pronta per il rientro in Spagna”Dopo due anni in maglia Valcar-Travel & Service (e altrettanti quando era ancora una junior) Ilaria Sanguineti si appresta a vivere una stagione spartiacque della sua carriera. Sì, perché il...


Il portoghese della UAE Team Emirates si è imposto nella “Prova de Reabertura” del calendario ciclistico portoghese corsa oggi ad Anadia. Costa ha coperto i 22 chilometri del percorso in 28’10”. Secondo posto per Rafael Reis (Feirense) in 28’13”; terzo...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155