UCI, PRONTO UN PROGETTO PER SALVARE LE SQUADRE

POLITICA | 07/04/2020 | 10:31
di Guido La Marca

Ai tempi della guerra fredda c’era la linea rossa rovente, ora i tempi si sono evoluti ed è la banda larga ad essere rovente... Si stanno intrecciando, infatti, le conference call tra l’Uci e gli stakeholders del ciclismo, tra le varie associazioni delle squadre (AIGCP), dei corridori (CPA) e degli organizzatori (AIOCC) così come quelle tra i vari rappresentanti all’interno delle associazioni stesse.

Se da una parte l’argomento caldo è il calendario, dall’altra ancora più caldo è quello sulla crisi economica che si sta abbattendo sulle squadre, crisi che sta mettendo in discussione anche la sopravvivenza di alcune di loro. Nelle ultime ore i colloqui a questo riguardo si sono infittite, la banda larga è diventata davvero rovente perché la situazione è molto molto delicata.

L’Uci - per quanto risulta a tuttobiciweb - ha identificato nel salvataggio delle squadre il principale problema da risolvere: l’idea è che in ogni squadra si crei una sorta di commissione composta anche da un rappresentante dei corridori e da uno del personale, oltre che dai dirigenti del team, per discutere nel dettaglio ogni singolo caso. Inoltre verranno studiate regole nuove a livello generale, molto più flessibili, per la registrazione delle squadre in vista della stagione 2021.

Ovviamente si tratta di una bozza di progetto che nelle prossime ore verrà discussa anche con le altre parti e in particolare con i corridori che sono disposti ad accettare alcuni tagli e riduzioni ma sono irremovibili su altre posizioni. Il discorso, ovviamente, si intreccia con il calendario, con l'eventuale ripresa, con il numero e la qualità delle gare che si spera di poter disputare in questa stagione. Ed è per questo che anche nei prossimi giorni la banda larga continuerà ad essere rovente...
 

 

Copyright © TBW
COMMENTI
"Senza lilleri non si lallera"
7 aprile 2020 20:00 limatore
inutili le commissioni per analizzare la situazione caso per caso. I team non incassano e non avendo entrate non possono pagare gli stipendi. ASO vuole fare per forza il TdF nessun problema ad ogni team paga parte dei diritti televisivi. Il problema sarebbe risolto. Il problema è che ASO non vuole dividere la torta e i team guida prendono già soldi da ASO per sedare ogni tipo di rivolta tra i team Manager, è oramai risaputo e con 3 o 4 milioni passano la barca. Attenzione non è che ASO paga direttamente i Team ma gli mette in contatto con sponsor. Guardate certe coincidenze (sponsor ASO + sponsor Team) e poi tirate le somme.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
"Filippo Simeoni era convintissimo di vincere a Bergamo il tricolore 2008. Me lo disse già la sera precedente in camera, durante il massaggio. Volle farsi massaggiare per ultimo e mi chiese fare un buon lavoro, meglio ancora di quello che...


I lunghi mesi del lock down per la pandemia di Coronavirus hanno modificato la percezione che abbiamo della strada: l’assenza di traffico ha mostrato l’ampiezza delle carreggiate, vuote e senz’auto in transito, così come l’esiguità degli spazi riservati a chi...


Il gergo giornalistico e il bisogno di sensazionalismo possono portare ad abusare di termini ed epiteti. Pensiamo ad aggettivi come “incredibile” o “pazzesco”, a de­finizioni come “magia” e ad attributi come “eroe”, “guerriero” o “lottatore”. Ecco, concentriamoci su quest’ultima area...


Dal 9 al 31 maggio si sarebbe dovuto disputare il Giro d’Italia 2020. Tuttobiciweb lo corre comunque, giorno per giorno, con la forza della memoria. Oggi la diciannovesima tappa: Cristian Gasperoni ci racconta quella del 2003. “Davanti a noi un...


La cultura è uno dei settori che più sta soffrendo per le conseguenze dell’emergenza scatenata dal coronavirus. Nell’ultima puntata di BlaBlaBike ne abbiamo parlato con Luciana Rota, giornalista e autrice, che scrive di ciclismo, di storia del ciclismo, di vini...


"L’idea di una città in cui prevale la bicicletta non è pura fantasia”. Marc Augé aveva ragione: questo mezzo di trasporto ha due secoli alle spalle eppure non è mai stato tanto vivo. Forse perché la vita, su due ruote,...


Organizzazione della 23^ 6 Giorni delle Rose Internazionale e ripresa dell’attività giovanile: sono questi gli obiettivi ai quali sta lavorando lo staff del Velodromo “Attilio Pavesi” di Fiorenzuola d’Arda (Piacenza). La manifestazione di ciclismo su pista di Classe 1 è...


Questa sera Federico Buffa torna su Sky nella veste inedita del presentatore con un nuovo format #SkyBuffaPresenta. Smessi solo temporaneamente i panni del narratore, Federico Buffa accompagnerà in apertura e chiusura 10 documentari dedicati a grandi personaggi e squadre leggendarie...


Q36.5® è uno di quei marchi che lavora sodo su ricerca e innovazione e i risultati sono sempre spettacolari. L’anno scorso sono rimasto letteralmente a bocca aperta dopo aver provato l’iconica salopette Dottore  e la maglia Pinstripe e ora il nuovo equipaggiamento...


Vast & Fast, azienda con sede nel Vicentino, è un nuovo partner tecnico del team. Una speciale strumentazione sarà fornita in dotazione alla squadra allo scopo di garantire una completa sanificazione degli ambienti durante i numerosi spostamenti che il team...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155