ROTA: «NEL 2020 VOGLIO UNO STEP IN AVANTI. PER LA SQUADRA PRONTO A TUTTO»

PROFESSIONISTI | 20/02/2020 | 10:47
di Carlo Malvestio

Il 2020 è iniziato con un convincente quinto posto al Trofeo Laigueglia e adesso Lorenzo Rota non ha intenzione di fermarsi. Il 24enne bergamasco è stato tra gli ultimi a trovare squadra nella sessione invernale di ciclomercato, accasandosi con la Vini Zabù-KTM solamente nella seconda settimana di gennaio, nonostante qualche buona prestazione nella fase finale dell'anno, con il decimo posto in generale al Giro di Slovenia e il quarto alla Coppa Agostoni.

L'ex Bardiani ha così subito dimostrato che, forse, avrebbe meritato maggiore considerazione: «È stato un inverno difficile e sono davvero contento di essere partito così bene, anche se sono dell'idea che si possa sempre fare meglio - spiega Rota a tuttobiciweb -. Ho firmato il 10 gennaio, tardi, ma non ho mai pensato di smettere, perché l'anno scorso da giugno in poi sono sempre stato bene ed ero convinto che qualcuno mi desse una chance. È stato bello vedere che alla prima corsa tutta la squadra si sia sacrificata per me, sono stati fantastici. Ho lavorato bene questo inverno e credo di poter fare un bel passo avanti nella mia carriera quest'anno».

Il Laigueglia ha certificato che il classe 1995 potrà essere uno degli uomini di punta in chiave Ciclismo Cup, visto che le sue caratteristiche calzano a pennello con le tante gare italiane del calendario: «Mi piacciono le corse vallonate, con salite non troppo lunghe. E poi ho un buono spunto in volata. Se mi sento uno degli uomini più importanti del team? In realtà no, c'è gente con molta più esperienza e risultati di me. Chiaro che quello che la squadra mi chiede lo farò, che sia di mettersi a disposizione dei miei compagni oppure mettermi in proprio come accaduto al Laigueglia. Al momento però non ho intenzione di prendermi più responsabilità di quanto non mi chieda il team».

Così, il Giro d'Italia, non diventa un'ossessione, come invece capita a molti colleghi: «Al momento non penso al Giro, magari ci penserò un po' più avanti. L'unica cosa che posso fare è andare forte e la convocazione arriverà di conseguenza».

Il suo percorso di crescita continua al Tour of Antalya, dove insieme ad Edoardo Zardini e Matteo Busato proverà a portarsi a casa la classifica generale: «La gamba gira ma non solo la mia, anche quella di Busato, Zardini e Frapporti, quindi qui in Turchia abbiamo tutta l'intenzione di fare bene. Inutile dire che siamo qua per vincere. Nella terza tappa c'è una salita lunga, ma non lunghissima: starò a ruota e se mi portano ad una volata ristretta sarò ben contento di provarci».

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Le migliori squadre di ciclismo professionistico del mondo hanno confermato la loro partecipazione alla serie di gare The Digital Swiss 5, creata in risposta alla pandemia di COVID19 per offrire ai ciclisti l'opportunità di gareggiare l'uno contro l'altro e agli...


Due anni di lotta per sconfiggere la depressione. Mark Cavendish, campione britannico del ciclismo, ne ha parlato con il Times, raccontando la sua gioia per esserne venuto fuori. «Non solo la mia salute fisica è stata compromessa negli ultimi...


Dopo il successo ottenuto dalla versione Racing Zero CMPTZN, Fulcrum ha esteso l’opzione black on black all’ iconica ruota Racing Zero Carbon, un prodotto caratterizzato dal basso profilo aerodinamico che la ha rese uniche per reattività e versatilità. La prova...


È arrivata la quarta puntata di BlaBlaBike ed è una puntata davvero ricca di contenuti a cominciare dall'analisi di Alvaro Crespi sul momento drammatico che sta vivendo il ciclismo professionistico. «Ci sono poche possibilità di disputare i Grandi Giri in...


Un'altra squadra professionistica fa ricorso agli aiuti statali: si tratta della Riwal Readynez, formazione Professional danese, che ha fermato i suoi corridori dal 9 marzo e ha prolungato lo stop fino al 9 giugno, in modo che tutti i dipendenti...


Sta tornando dopo un “esilio” intrerminabile a causa del Covid-19 e di quei 12 tamponi che non ne volevano sapere di essere negativi. Sta tornando da asintomatico, ma con gli anticopi del coronavirus e non solo per quello. «È un'esperienza...


Mattia Cattaneo sta vivendo queste giornate nella sua casa di Bergamo, al centro di una delle province più colpite dalla pandemia. Il portacolori della Deceuninck Quick-Step si racconta a tuttobiciweb: «Sono giornate molto difficili per tutti noi. È come essere...


Sono tante le iniziative partite in queste settimane di emergenza sanitaria, a testimonianza dell'ingegno, della capacità e della alacrità della gente d'Italia. Iniziative che hanno sempre un'unica idea di fondo, quella di aiutare. Ci piace segnalarvene una tra queste perché...


La gara vera è stata rinviata ma abbiamo limitato i danni visto che ieri la battaglia sui muri del Fiandre c’è stata ma è stata solo online. Oggi Bkool non è solo una semplice alternativa all’allenamento su strada, ma è...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155