GINEVRA. ELENORA GASPARRINI SUBITO A SEGNO NEL GRAND PRIX METTLER

DONNE | 20/01/2020 | 07:15

Pronti, via ed è subito vittoria. Il 2020 ciclistico del VO2 Team Pink si inaugura con un successo, centrato all’esordio stagionale grazie alla partecipazione della formazione Donne Juniores al Grand Prix Mettler, una due giorni su pista ospitata dal velodromo di Ginevra (Svizzera). Per le “panterine” seguite dal direttore sportivo Stefano Peiretti, subito una prestazione di alto livello, pur essendo nel vivo della preparazione in vista della stagione su strada.

La formula era quella dell’Omnium, riservato alla categoria femminile quindi con formula Open, con la possibilità di confrontarsi anche con atlete più esperte. Alla riga del totale, dopo sette prove spalmate nelle due giornate, è arrivata una splendida doppietta. Sul gradino più alto del podio è salita la torinese Eleonora Camilla Gasparrini, campionessa europea di categoria nella specialità, mentre al secondo posto si è classificata la compagna di squadra milanese Aurora Mantovani. Ai piedi del podio, tris di piazzamenti per il VO2 Team Pink: quarta la piemontese Francesca Barale, al primo anno nel sodalizio piacentino e in categoria, sesta la bresciana Silvia Bortolotti (“panterina” fresca di passaggio di categoria) e settima la parmense Giulia Affaticati.

Il tutto in un Omnium dove le ragazze del presidente Gian Luca Andrina sono state costantemente protagoniste, con cinque vittorie nelle prime sei prove. Sabato trionfo per la Barale nello Scratch, per la Affaticati nella Corsa a punti e per la Gasparrini nel Giro lanciato dopo il doppio terzo posto precedente. La domenica, invece, si è aperta con la sontuosa tripletta nel nuovo Scratch (prima Barale, seconda Affaticati, terza Gasparrini), seguita dal secondo posto della Mantovani nell’Eliminazione e nel primo e terzo posto nella gara Handicap centrati dalla Bortolotti e dalla Gasparrini prima della “resa dei conti” della Corsa a punti finale.

Infine, lo spettacolo dell’Americana, dove le ragazze correvano insieme ai maschi. Di rilievo, il secondo posto finale di Gasparrini-Barale, dietro solo a Sam Penaud e Axel Salvadori, mentre l’altra coppia Mantovani-Affaticati ha chiuso quinta. Sesta posizione per la coppia “ibrida” formata da Silvia Bortolotti (VO2 Team Pink) e Francesca Selva (T° Red Factory Racing).

“Sono molto soddisfatto – tira le somme il ds Stefano Peiretti – delle prestazioni di tutte le ragazze. La testimonianza è che in tutte le corse abbiamo avuto sempre atlete sul podio e ognuna di loro ha vinto almeno una gara (contando anche il successo di Aurora Mantovani nella Corsa a punti conclusiva, ndc). C’è stato il debutto molto positivo di Francesca Barale con la nostra maglia nelle corse di gruppo condito da due vittorie. In generale, ho visto un bellissimo atteggiamento in pista e fuori da parte di tutte le ragazze, con  un bel gruppo e una bella squadra. Questo appuntamento rappresenta un’ottima preparazione in vista di quelli futuri e anche un bel bagaglio di esperienza che servirà, si spera, per alcune di loro per i prossimi appuntamenti internazionali, oltre a rappresentare certamente una bella esperienza per tutti”.

 

Risultati Grand Prix Mettler (velodromo di Ginevra)

Omnium femminile (sette prove): 1° Eleonora Camilla Gasparrini (VO2 Team Pink) 236 punti, 2° Aurora Mantovani  (VO2 Team Pink) 227 punti, 3° Francesca Selva (T° Red Factory Racing) 213 punti, 4° Francesca Barale (VO2 Team Pink) 212 punti, 5° Virginie Perizzolo (Svizzera, Vc Lancy)  194 punti, 6° Silvia Bortolotti (VO2 Team Pink) 192 punti, 7° Giulia Affaticati (VO2 Team Pink) 185 punti

Madison: 1° Sam Penaud-Axel Salvadori, 2° Eleonora Camilla Gasparrini-Francesca Barale (VO2 Team Pink), 3° Axel Gachet-Mathys Bercot, 4° Maeva Paret Peintre-Virginie Perizzolo, 5° Aurora Mantovani-Giulia Affaticati (VO2 Team Pink), 6° Silvia Bortolotti-Francesca Selva (VO2 Team Pink/T° Red Factory Racing).

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Non aveva ancora sulle spalle la maglia gialla quando Tadej Pogacar ha inviato al Comitato Organizzatore dei Campionati del mondo UCI 2020 di Imola - Emilia Romagna questo video, ma già aveva nel mirino la rassegna iridata che andrà in...


Archiviata anche la passerella finale degli Champs Elysées, è il momento di fare i conti: il Tour de France 2020 ha raggiunto quota 30 ritiri. Di 176 corridori partiti il 29 agosto, 146 hanno preso parte alla decisiva crono di ieri....


Tom Pidcock, vincitore quest'anno del Giro d'Italia Under 23, è il primo acquisto del Team Ineos Grenadiers per la prossima stagione. Lo anticipa il Telegraph spiegando che il giovane britannico è solo il primo tassello della rifondazione che Sir Dave...


  In 170 alla bella festa presso la sede della Misericordia di Carmignano per festeggiare gli 80 anni di Franco Bitossi, un grande campione del ciclismo nato in questo comune nella piccola borgata di Camaioni sulle rive del fiume Arno,...


Non è stato un sabato qualunque, ma un sabato alla grande, quello trascorso il 19 settembre da un gruppo d’amici, legati al ciclismo da eccellenti meriti personali con contorno di medaglie d’oro conquistate alle Olimpiadi, ai mondiali e ai campionati...


Che spettacolo il cross country del Campionato Italiano! Al Ciocco, in Garfagnana (Lucca), Eva Lechner (CS Esercito) è salita sul piedistallo ed è nuovamente la reginetta della mtb. Luca Braidot (CS Carabinieri) fa un bel bis...


L'ex campione del mondo di ciclismo su strada Joop Zoetemelk, 73 anni, che conquistò la maglia iridata nel 1985 mentre cinque anni prima aveva vinto il Tour, è stato investito da un'auto mentre andava in bicicletta nella regione metropolitana di...


La borsa sottosella è davvero utile e questo non lo dico solo nella veste di appassionato di gravel, infatti, mi è capitato diverse volte di montarla sulla bici da corsa per le uscite particolarmente lunghe. Nelle ultime settimane non ho...


Pogacar ha stupito tutti ma non se stesso. Dopo l’incredulità iniziale, il giovane sloveno, che domani compirà 22 anni, è rimasto con i piedi per terra e con calma sta metabolizzando la sua impresa."E’ tutto incredibile. Anche se fossi arrivato...


Nella sua Slovenia Primoz Roglic viene chiamato l’Aquila di Zasavje mentre Pogacar è soprannominato il Lupo della Gorenjska. L’Aquila il prossimo anno tornerà, questa è una certezza. E tornerà per sfidare il suo avversario e lo farà a partire dal...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155