DECEUNINCK QUICK STEP, TUTTI INSIEME PER UN AMBIENTE MIGLIORE

NEWS | 11/01/2020 | 07:36

La Deceuninck Quick-Step ha annunciato ieri il lancio di un nuovo progetto di sostenibilità, #itsstartswithus, che ne farà la prima squadra ciclistica carbon neutral al mondo. Questo oltre a intraprendere un ambizioso programma di cambiamenti culturali e comportamentali, volto a limitare l’impatto ambientale sul pianeta.

Negli ultimi anni è diventato sempre più evidente come le abitudini della gente, insieme alla costruzione di una cultura usa e getta, abbiano iniziato a mettere a dura prova il pianeta.

Lo sport ha svolto un ruolo importante in questa presa di coscienza, incoraggiando atleti e tifosi ad esplorare nuove opportunità. Deceuninck - Quick-Step ha calcolato il proprio impatto di carbonio in 1288 tonnellate di CO2, valore che equivale a percorrere con un'auto 179 volte il giro del mondo o 539 voli di ritorno tra Bruxelles e New York. La quantità di foresta necessaria per catturare questa quantità di CO2 è l'equivalente di circa 3099 campi da calcio.

Alla luce di questi numeri, il team si è impegnato in un "manifesto dei cambiamenti" che ha lo scopo di ridurre l'impatto ambientale, apportare cambiamenti positivi che possano aiutare a ridurne gli sprechi e aiutare a educare corridori, personale, partner e sostenitori sull'argomento, con la speranza di contribuire all’evoluzione delle abitudini. Gli impegni sono:
• Riduzione dell'utilizzo della plastica nei prossimi due anni e aumento del riciclaggio
• Creare consapevolezza e networking tra i partner / fornitori del team
• Promuovere la vendita di prodotti riciclati attraverso la piattaforma digitale del team
• Incoraggiare i fan e il personale delle aziende partner a viaggiare di più in bicicletta
• Riduzione del consumo di energia nella sede centrale
• Dividere e riciclare i rifiuti e utilizzare il più possibile prodotti biodegradabili
• Promuovere la cultura del riciclaggio e ridurre i rifiuti
• Educare i ciclisti e il personale a rispettare l'ambiente
• Compensare le restanti emissioni di CO2 sostenendo progetti climatici certificati

Deceuninck - Quick-Step è pronta a fare la propria parte ed il responsabile Marketing & Communication Alessandro Tegner spiega: «Quasi quotidianamente riceviamo notizie che parlano del nostro ambiente e di come si sta degradando. Rispetto a molti altri sport, il ciclismo ha un rapporto unico con l'ambiente in quanto è il nostro stadio e, come ogni stadio, deve essere curato. Come team viaggiamo per migliaia di chilometri ogni anno e utilizziamo una grande quantità di energia, quindi dobbiamo assumerci la nostra parte di responsabilità. Lo vediamo come un processo a lungo termine, di educazione e cambiamento delle abitudini, e non si tratta di una cosa semplice. Come tutto ciò che facciamo come squadra, puntiamo al coinvolgimento di tutti: i corridori, lo staff, gli sponsor, i sostenitori e coloro che ci circondano in gare ed eventi. Non succederà dall'oggi al domani, ma se tutti facciamo la nostra parte, i benefici saranno di lunga durata. Siamo lieti che i nostri partner abbiano supportato sin dal primo momento la nostra iniziativa con idee e commenti che entreranno a far parte del progetto nel prossimo futuro».

«Siamo molto soddisfatti dell'impegno e della collaborazione sul clima di Deceuninck-Quickstep. Questo costituirà un esempio per tutti gli sport. Il ciclismo è uno sport bello, e a basse emissioni di carbonio, che riunisce persone in tutto il mondo. Sfortunatamente per esigenze di viaggio nell'atmosfera viene emessa una grande quantità di CO2. Insieme continueremo a calcolare e ridurre l'impatto sul clima dei team attraverso azioni quotidiane e sostenendo progetti climatici certificati» ha affermato Antoine Geerinckx, fondatore e direttore di CO2logic, società che affiancherà la Deceuninck Quick Step in questa iniziativa.

#itsstartswithus vedrà Deceuninck - Quick-Step affrontare il proprio impatto ambientale su più fronti, in particolare attraverso due grandi progetti di compensazione. Il primo è un progetto per fornire e installare un approvvigionamento idrico sicuro nel distretto di Kaliro in Uganda. Oltre ai benefici umanitari, ci saranno anche vantaggi ambientali, specialmente per contrastare la deforestazione nella zona. Una fornitura di acqua sicura cancella anche la necessità di erogare acqua, riducendo così notevolmente la dipendenza da veicoli pesanti o la combustione del legno per far bollire l'acqua, evitando quindi la deforestazione e riducendo le emissioni di CO2.

Il secondo progetto di compensazione, in collaborazione con CO2logic, si svolge in un luogo molto vicino al cuore degli appassionati di ciclismo, vale a dire la regione intorno al Mont Ventoux. La campagna Decituninck - Quick-Step #itstartswithus collaborerà con un progetto sviluppato dal Centre Régional de la Propriété Forestière, che sta realizzando una serie di interventi di conservazione e rimboschimento nell'area. L'area è nota per essere habitat ideale per i lupi, l’animale simbolo della squadra, e la conservazione della foresta offrierà loro una maggiore area forestale in cui vivere.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

A circa un mese dalla partenza della Milano Sanremo incontriamo Davide Formolo e con il campione italiano parliamo del suo debutto nella Classicissima e degli obiettivi di una stagione che potrebbero proiettarlo in una nuova dimensione.Nei primi anni tra i...


A soli 20 anni Andrea Bagioli sta vivendo le sue prime pedalate da professionista con la Deceuninck - Quick-Step e ci racconta i suoi pensieri.«Le prime settimane della nuova stagione sono andate molto bene. Ho fatto due camp di addestramento...


Luca Guercilena e la sua Trek Segafredo, la più ‘italiana’ fra le formazioni World Tour e Gianni Savio e la sua Androni, la più vincente fra le formazioni italiane. Saranno questi gli ospiti di Radiocorsa, in programma stasera alle...


Reduce da un'intervento all'acetabolo destro (la parte di bacino su cui articola la testa del femore) pochi giorni fa, Matteo Moschetti è già risalito su una bici, seppur indoor, per pianficare il suo rientro. Le immagini sono a dir poco...


È l'apertura tradizionale della stagione - la Coppa San Geo - e segna anche l'inizio della corsa verso l'Oscar tuttoBICI Under 23. Sabato avremo la prima corsa e la prima classifica della challenge che in questa edizione sarà promossa dalla...


  Nell’anno di ricorrenze particolari su Gastone Nencini, 90 anni dalla nascita (1 marzo 1930), 60 dalla vittoria al Tour de France (17 luglio 1960), 40 dalla morte (1 febbraio 19080), si è inserita la cerimonia svoltasi al “Nencini Bike”...


Volata serratissima sul traguardo di Lagos, dove si è conclusa la prima tappa della Volta ao Algarve e successo per il campione olandese Fabio Jakobsen che ci è ripetuto a distanza di un anno. È stato Viviani, che aveva battezzato...


Mentre in Andalusia e Algarve i grandi big del ciclismo mondiale cominciano a mettere chilometri sulle gambe in vista di una lunga stagione, alcuni pesci più piccoli, ma per questo non meno importanti, sono pronti a darsi battaglia sulle strade...


Subito spettacolo alla Vuelta a Andalucia: il Puerto de Palomas (13 km al 5, 9%), ultima salita di giornata, ha ispirato Jakob Fuglsang della Astana e Mikel Landa della Bahrain McLaren, che si sono involati a metà salita e non...


La Casillo Petroli Firenze Hopplà arriva ai primi appuntamenti della stagione con tranquillità e serenità. Le prime sfide motivano i ragazzi di Matteo Provini e Gianni Faresin che saliranno sul palcoscenico agonistico quattro volte nell’arco di quarantotto ore.Pronti dunque i...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155