GIORNO DELLA SCORTA. UN'ECATOMBE DA FERMARE

NEWS | 18/11/2019 | 07:37
di Pier Augusto Stagi

 

Se ne parla, e non da oggi. Purtroppo o per fortuna se ne parla da anni. Da diversi anni. E anche quest’anno se ne è parlato troppo. Non mi riferisco al fatto che se ne sia parlato troppo di sicurezza, ma delle morti: quelle si sono eccessive. Insopportabili. Dobbiamo fare qualcosa. Dobbiamo fermare questa ecatombe. Dobbiamo fare in modo che la passione del grande mondo della bicicletta non venga ulteriormente travolto e annientato. Troppe sono le morti. Ormai si parla di strage. Di una emergenza endemica. Di uno stato di cose insopportabile e insostenibile, che va affrontato con ogni mezzo possibile, sempre di più e sempre meglio. 

Mettere il ciclismo e i ciclisti in sicurezza: questo l’obiettivo. Trasmettere e divulgare la sicurezza sulle strade: questo ha fatto in questi 28 anni il Gs Progetti Scorta di Silvano Antonelli. A questo è servito, serve e servirà “Il Giorno della Scorta”, che è un po’ il nostro “Giorno della Memoria”. Un momento di riflessione e confronto, per fare il punto e ripartire.

Guai a dimenticare chi in questi anni sulla strada, alla ricerca di gioia e salute, ha finito per perdere la vita. Guai a dimenticare chi in questi anni ha lavorato tutti i santi giorni per fare in modo che questo stato di cose fosse controllato. Che i danni e le perdite fossero ridotti al minimo.

Guai a non riflettere e pensare su quello che ancora c’è da fare: nell’immediato e in prospettiva. Guai a non parlarne, anche se la perfezione sarebbe non parlarne più. Ad una sola condizione però: che tutto sia stato recepito con chiarezza. Che tutto sia stato assimilato alla perfezione e mandato a memoria. Che ognuno di noi si metta in gioco per davvero dando dimostrazione di forza facendo la propria parte: pedoni, ciclisti, motociclisti e automobilisti, senza barriere e alcun pregiudizio. Tutti assieme, nel rispetto degli altri. Di tutti. In una civile e utopica convivenza, dove davvero si possa “pedalare” tutti assieme verso una mobilità sempre più sostenibile e intelligente.

Forse questa è solo un’utopia. Un sogno irrealizzabile e inarrivabile. Nel dubbio e in attesa del raggiungimento della perfezione, andiamo avanti decisi a progettare, studiare e a riflettere. A divulgare e soprattutto a educare. Guai abbassare la guardia. Rendiamo le strade sicure e riempiamo le aule di conoscenza e di sapere. È fondamentale parlarne, divulgare e spiegare, ma ognuno di noi deve essere predisposto e disposto a fare qualcosa di eccezionale. La cosa più semplice e complicata di tutte: ascoltare.

da la Brochure de Il Giorno della Scorta

 

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Dalle situazioni difficili possono nascere nuove opportunità. E’ quello che è successo a Nicola Bagioli, ciclista al 3° anno tra i professionisti che nella prima parte di stagione, a Morbegno, è stato speronato da un’auto che gli ha procurato un...


Metti una sera di dicembre a Gorizia. Fuori il freddo comincia a mordere ma l'atmosfera all'interno del Birrificio artigianale Antica Contea è calda, accogliente, famigliare. Seduti ad un tavolo, dietro ad un microfono ci sono Bruno Pizzul, Roberto Collini e...


  Si è tenuta ieri sera, mercoledì 4 dicembre, presso il Teatro Civico di Tortona la prima edizione del “Premio Internazionale Fausto Coppi - Città di Tortona” ideato per onorare la memoria del Campionissimo. L’evento speciale, a conclusione delle celebrazioni...


Nella sua nuova avventura con la Arkea Samsic, Diego Rosa avrà un doppio obiettivo: aiutare i suoi leader nei grandi giri e al tempo stesso ritrovare quella vittoria che gli manca da tempo. Diego, Nairo Quintana sarà il capitano del...


  L’anno 2019 sta per passare agli archivi e nella sua sempre inesauribile curiosità di collezionare, scavare, ricercare, ricordare fatti ed episodi ciclistici di vario genere e valenza, il brianzolo Antonio Penati, ancora fresco ex giudice di gara, specialità giudice...


Aladino aveva una lampada con il genio dentro, Bauke invece ce l'ha con dentro il Lombardia... Quella ottenuta a Como due mesi fa, è stata la vittoria più importante della carriera dell'olandese della Trek Segafredo e così è nata l'idea...


Ci sono momenti nella vita che fungono da spartiacque: per Roberto Ferrari il “momento” è arrivato a conclusione del Tour of Guangxi - ultima gara di WorldTour della stagione -quando ha deciso di salutare il ciclismo agonistico. Tredici anni tra...


Venerdì 13 dicembre all’Auditorium Modernissimo di Nembro (Bg), dalle ore 20.30, si svolgerà la presentazione dell’Almanacco del Ciclismo Bergamasco 2019, l’iniziativa editoriale promossa da BICITV a cura di Giorgio Torre,  Valerio Villa e Roberto Amaglio.  Una raccolta di articoli, fotografie e risultati che raccontano...


A Capoterra, il Memorial Efisio Melis ha voluto fare le cose in grande per essere ancora uno degli appuntamenti clou del calendario regionale sardo del ciclocross in seno al Gran Prix Efisio Melis per una 19°edizione ripagata da un entusiastico...


Genovese di Chiavari, città ligure sede di arrivo delle ultime edizioni del Giro dell'Appennino, Marco Murgano interpreta il ciclismo con passione e determinazione. Dopo essersi diplomato in Elettronica ed Elettrotecnica all'Itis di Sestri Levante, Murgano si è dedicato anima e...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy