GAZPROM RUSVELO, GLI ULTIMI ACQUISTI SONO STRAKHOV E CERNETSKIY

MERCATO | 22/10/2019 | 15:02

 

Dmitry Strakhov e Sergey Chernetskiy vestiranno nel 2020 la maglia della Gazprom - RusVelo. Il 24enne Dmitry Strakhov ha già ottenuto quattro vittorie professonistiche nella sua carriera ciclistica e in questa stagione ha gareggiato per il Team Katusha Alpecin, faceendo il suo debutto al Giro d'Italia.

Il General Manager di Gazprom - RusVelo Renat Khamidulin spiega: "In passato siamo stati in contatto con Dmitry Strakhov, ma ha preso una decisione abbastanza comprensibile approdando al World Tour. Teoricamente, avrebbe dovuto firmare il contratto neopro con il suo team che, secondo i regolamenti dell'UCI, deve essere minimo per due anni, ma qualcosa non è andato come previsto. In poche parole, Dmitry è finito in una situazione spiacevole e abbiamo deciso di sostenerlo. Abbiamo firmato con lui un accordo di un anno con un'opzione per il prolungamento”.

Più esperto il 29enne Sergey Chernetskiy che ha militato per diverse stagioni nel Team Katusha e nella Astana Pro Team, prima di approdare quest'anno alla Caja Rural. Nel 2018 Sergey ha vinto l'Arctic Race of Norway, che è tra le sue cinque vittorie pro.

“Sergey Chernetskiy è ciclista apprezzato dai tifosi russi e dal pubblico internazionale. Tenendo conto del fatto che nella squadra era rimasto solo un posto, abbiamo dovuto riflettere attentamente e prendere la nostra decisione. Partiamo dal presupposto che Sergey debba apportare alcune modifiche al suo piano di allenamento e al calendario delle gare per dimostrare ancora una volta ciò di cui è capace. Sono certo che l'esperienza di Sergey sarà preziosa per i nostri corridori più giovani e gli daremo sicuramente un ruolo da protagonista in alcune gare. Strakhov e Chernetskiy fanno parte della nazionale russa per i prossimi Giochi olimpici di Tokyo 2020, quindi faremo di tutto per aiutarli nella preparazione, poiché i Giochi olimpici sono fondamentali per la Gazprom —RusVelo".

ENGLISH VERSION

Dmitry Strakhov and Sergey Chernetskiy will join the Russian cycling team Gazprom — RusVelo in 2020. The 24-year-old Dmitry Strakhov has already four professional victories in his cycling career. This season he was competing for the Team Katusha Alpecin and had an impressive calendar with 70 racing days in total and a Grand Tour debut at Giro d’Italia. 

General Manager of Gazprom — RusVelo Renat Khamidulin on a newcomer: “We’ve been in touch with Dmitry Strakhov in the past, but he made a quite understandable and obvious decision — he joined the World Tour team. Theoretically, he should have signed the neo-pro contract with his team which by the UCI regulations has to be minimum for two years, but something went not as planned. In a nutshell, Dmitry ended up in an unpleasant situation and we decided to support him. We’ve signed a one-year agreement with an option for extension. It is very tough for any athlete, even a very talented one to get used to a professional level, you need time and dedication. We’ve analyzed and discussed previous seasons and our plans for the nearest future. The crucial thing is that Dmitry has talent and desire for cycling sport. The rest is always a result of hard work and professionalism”

The 29-year-old Sergey Chernetskiy is an experienced rider, who was competing in the World Tour for several seasons (Team Katusha and Astana Pro Team). In 2018 Sergey won the general classification at Arctic Race of Norway, which is among his five pro victories. This season Sergey represented the colors of the Spanish team Caia Rural – Seguros RGA.

“Sergey Chernetskiy is a well-known rider for the Russian cycling fans as well as for the international audience. I remember that we had a conversation with him during the training camp for the Olympic Games in Rio back in 2016. And now our paths crossed again. Taking into consideration the fact that there was only one place left in the team we had to carefully think and make our decision. We assume that Sergey has to apply some changes to his training plan and race calendar in order to once again demonstrate what he’s capable of. I am certain Sergey’s experience will be valuable for our younger riders and we will definitely give him a leading role during some of the races. 

Dmitry Strakhov and Sergey Chernetskiy are in the Russian national team for the upcoming Olympic Games in Tokyo 2020, so we will do everything for their convenient development and preparation, as the Olympic Games are vital for the team Gazprom —RusVelo" — Renat Khamidulin.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
È una classifica soggettiva, ancorché ragionata, e come tale destinata a far discutere. Ed il suo fascino, in fondo, è proprio questo. Gli amici di Cyclingnews hanno chiesto ad alcune delle loro firme di punta - vale a dire Daniel...


  Che cosa farai dopo il Giro d’Italia?, domandai a Michele Scarponi. So che gli altri si prepareranno per il Giro di Svizzera o per il Tour de France, rispose, invece io mi dedicherò al giro degli ombrelloni. Sarebbe piaciuto,...


Gli appassionati della leggerezza sono in grado di pesare tutto, una mania che colpisce spesso e volentieri gli appassionati di salita. Ruote leggere, selle leggere, teli leggeri, guaine leggere, insomma, un elenco lungo che potrebbe continuare per diverse righe. Spesso,...


  Daniel Zanta è un combattente. È lui stesso ad usare questa parola quando gli chiediamo di descrivere il suo carattere usando un solo termine. Nato a Palmanova, in provincia di Udine, alla fine del mese di gennaio del 2004,...


  Conclusasi l'epopea pionieristica del Diavolo Rosso, che con le sue imprese a volte rocambolesche aveva dominato la scena ciclistica nel primo decennio del XX secolo, negli anni Venti salirono alla ribalta i fratelli Battista (nella foto) e Marco Giuntelli,...


«Voglio giocare a carte scoperta: una squadra così vincente non si cambia». Patrick Lefevere spiega a chiare lettere le strategie di mercato della Deceuninck Quick Step dedicando alle trattaive la rubrica settimanale che tiene su Het Nieuwsblad. Il manager della...


Ve ne avevamo già dato contezza: il Giro dovrebbe effettivamente partire da Palermo. Oggi anche l’ottimo Cosimo Cito su “La Repubblica” ha riportato questa nostra anticipazione arricchendola di qualche particolare molto interessante. Intanto lo scambio di Grandi Partenze o Grand...


Grazie all'impegno e alla disponibilità della famiglia di imprenditori Pedron, grande amica del ciclismo, il Reparto di Terapia Intensiva e Patologia Neonatale dell'Azienda Ospedaliera dell'Università di Padova potrà disporre di una preziosa apparecchiatura ad ultrasuoni necessaria a monitorare le funzioni...


La diciasettesima tappa della HTV Cup . la Da Lat - Bao Loc di 110 km - ha visto l'ennesima volata sulle strade del Vietnam ed il successo è andato a Le Nguyet Minh (Ho Chi Minh City - MM...


«Dopo tre mesi di stop, comincio ad accusare l'astinenza da corse, ho bisogno dell'adrenalina da competizione...». Gianni Savio scalpita, non vede l'ora di tornare in ammiraglia, anche se ovviamente in questi mesi di pandemia non è mai stato fermo. «È...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155