PINOT. «UN GRAVE ERRORE, NON VEDO L'ORA DI RISCATTARMI»

TOUR DE FRANCE | 16/07/2019 | 14:00
di Guido La Marca

Rabbia. Frustrazione e rabbia. Thibaut Pinot non fa nulla per nasconderle, le sta elaborando e si prepara a trasformarle in cattiveria agonistica.

«Dire che sono arrabbiato è poco e non ho ancora accettato quel che è successo ieri. Eravamo stati perfetti, sempre nelle prime trenta posizioni del gruppo, poi arriva una rotonda, un minimo errore ed ecco il patatrac. In quel momento non abbiamo lavorato bene come squadra: non sono i nostri avversari che hanno guadagnato 1'40", siamo noi che glieli abbiamo regalati».

Il capitano della Groupama FDJ parla nel suo albergo di Albi e spiega: «Ho capito subito che rientrare sarebbe stato difficile, le cose si sono messe male per noi sin dal primo momento. In più, durante l'inseguimento, abbiamo sbagliato a prendere anche un'altra rotonda e quindi... Ieri sera c'era grandissima delusione, ho visto i miei compagni tristi quanto me, vuol dire che c'è spirito di gruppo ed è questo che mi fa ben sperare».

Quindi lei resta fiducioso?

«Sì, perché sto bene, ho la gamba buona. Devo solo gstire l'impazienza e la sete di riscatto. Fosse per me ripartirei subito... Non vedo l'ora che arrivi la tappa di sabato perché allora cominceremo a fare i conti. L'obiettivo del podio finale è ancora a portata di mano anche se c'è ancora una dozzina di uomini in lizza per raggiungerlo».

Il gruppo dice che quest'anno il Tour è ancora più faticoso ed esigente: lei che ne pensa?

«È vero, è un Tour che stranamente ricorda molto il Giro d'Italia e non capita sovente. C'è molta stanchezza ed è anche per questo che sono convinto di poter recuperare terreno. Ci saranno defaillances, piccole crisi, momenti difficili e noi dovremo essere bravi ad approfittarne. La Ineos? Sul piano è superiore ma in salita finora non sono stati al top, anche se penso che abbiano "programmato" qualche corridore per la terza settimana. In ogni caso anch'io posso contare su una formazione fortissima...».

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

In qualità di firmatario del Codice Mondiale Antidoping, l’UCI è responsabile della lotta al doping nel ciclismo e mette in atto tutte le misure necessarie per assicurare e rafforzare la protezione dei ciclisti puliti.La recente attualità, nello specifico l’operazione Aderlass,...


La Commissione parlamentare antimafia ascolterà il legale della famiglia Pantani, l'avvocato Antonio De Rensis, lunedì pomeriggio alle 15. Davanti alla stessa Commissione, lo scorso 26 settembre, si è tenuta l'audizione del procuratore capo della Repubblica di Rimini, Elisabetta Melotti, la...


Tutto pronto in casa del Team Piton per la nuova stagione di Ciclocross. La formazione bresciana torna sulla scena agonistica del fuori-strada con un gruppo di giovani agguerrito e in grado di poter essere protagonista. La squadra giovanile, presieduta da...


Doppio colpo della Bardiani-CSF-Faizanè che si assicura due giovani emergenti del panorama italiano, Filippo Zana e Davide Mazzucco. I corridori saranno ufficialmente professionisti da gennaio dopo due anni di esperienza con Sangemini-Trevigiani (2019) e Trevigiani-Phonix (2018). “Siamo molto felici di...


Ti aspetti Ackermann o Gaviria, o magari Trentin, e invece spunta come un fulmine Daniel McLay al Tour of Guangxi. Il velocista della EF, considerato al tempo una delle grandi promesse del ciclismo britannico, è uscito a centro strada con...


Non solo nuovi atleti per il Wolfpack, ma anche nuovi allenatori: la Deceuninck Quick Step ha reclutato due degli allenatori di ciclismo più apprezzat, il greco Vasilis Anastopoulos e il francese Franck Alaphilippe, che andranno ad affiancare Tom Steels e...


La stagione della Valdarno Regia Congressi Seiecom e' terminata ma, non si ferma il lavoro di Leonardo Gigli e Francesco Sarri per il rafforzamento del team per il 2020. Il team valdarnese e' lieto di comunicare di aver raggiunto un...


Spunta a sorpresa Daniel McLay nella seconda tappa del Tour of Guangxi con arrivo a Qinzhou. Il velocista britannico, ex promessa del ciclismo inglese, è stato bravo ad approfittare di uno sprint caotico per mettersi alle spalle Pascal Ackermann (Bora-hansgrohe),...


Dopo migliaia di chilometri con il vento in faccia e tante volate tirate ai capitani, tra Davide Martinelli e la Deceuninck-Quick-Step è giunto il momento di dirsi addio. E il destino ha voluto che nella corsa del suo commiato, il...


Il Van torna on the road. Dopo Milano, Innsbruck, Monaco, Berlino, Amsterdam, Rotterdam, Düsseldorf, Torino, Mantova e Ferrara, più di 800 bici riparate, oltre 3000 caffè offerti e più di 5000 ciclisti incontrati in meno di un mese, è tempo...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy