TRICOLORI A COMPIANO, DOMANI LA SFIDA PIU' ATTESA

PROFESSIONISTI | 29/06/2019 | 17:46

Dopo la grande giornata di ieri che a Bedonia (Parma) ha incoronato il piemontese Filippo Ganna (Team Ineos) campione italiano della prova a cronometro, l’Alta Valtaro sarà protagonista domani (domenica 30 giugno) della gara su strada che assegnerà il titolo italiano.

Quella curata sotto l’aspetto organizzativo dal Gruppo Sportivo Emilia con “Comitato Promotore Alta Valtaro”, sarà una giornata ricca di significati storici e ciclistici, anche perché l’arrivo sarà collocato nel medesimo posto del Campionato Italiano del 1981, quello dell’indimenticabile sfida tra Giuseppe Saronni e Francesco Moser, vinta da quest’ultimo.

IL PERCORSO

A differenza di quanto accadde nel 1981, in cui il percorso si sviluppava interamente sul circuito di Compiano, l’attuale edizione prevede un tracciato più articolato, volto a interessare il territorio di tutti i 5 comuni dell’Alta val di Taro, così composto: un primo tratto di raccordo da Borgo Val di Taro a Compiano di 8,3 chilometri; un circuito di 47,3 chilometri da percorrere 2 volte; il circuito finale di Compiano, di 12,4 chilometri, da percorrere 10 volte; il tutto per complessivi 226,9 chilometri.

La partenza verrà data da Borgo Val di Taro (foglio firma ai Giardini IV Novembre) alle ore 10,30.

Il primo segmento di corsa, che porterà dopo 8,3 km, ad un primo passaggio sotto la linea del traguardo, presenta già alcune ondulazioni verso Bertorella, anticipando quelle che saranno le caratteristiche di tutta la gara, ovvero frequenti e continue variazioni di pendenza che renderanno certamente selettiva questa prova. Una volta transitati sotto il traguardo, inizierà il primo di due giri di 47,3 km, caratterizzati da 2 salite principali e da altri tratti di salita meno impegnativi, ma non per questo da sottovalutare.

La prima salita ha inizio poco dopo essere usciti da Bedonia (km 18,1 e 65,4 di corsa) e misura 1,8 km, superando un dislivello di 131 m, per una pendenza media del 7,3%, ma con alcuni tratti di pendenza in doppia cifra. A fine discesa, una svolta a destra condurrà verso le località di Isola e Premassato; la strada, che corre a fianco del fiume Taro, è sostanzialmente pianeggiante.

Superati questi circa 8 chilometri pianeggianti, una svolta a destra introduce alla seconda salita, al km 30,4 e al km 77,7; è la strada regionale che porta al Passo Cento Croci, pertanto presenta una sede stradale molto ampia e una pendenza costante attorno al 5-6% per 3,9 km.

Appena superata la località Spallavera (comune di Albareto), una svolta a sinistra immette sulla discesa più impegnativa di tutto il percorso: sono circa 2,5 chilometri in cui la strada presenta una pendenza a tratti accentuata.

Il tratto impegnativo termina prima di entrare in Albareto e, ritornati in fondovalle, la corsa si dirige nuovamente verso Borgo Val di Taro, per ripassare nuovamente nel punto in cui era posto il chilometro zero e successivamente sotto lo striscione d’arrivo di Compiano (km 55,6 e 102,9).

A questo punto si entra nel vivo della corsa, iniziando il primo dei 10 giri previsti sul circuito di Compiano, il medesimo che caratterizzò il Campionato Italiano vinto da Moser. Il circuito finale misura 12,4 chilometri, dei quali appena 3,5 sono di pianura. Una volta transitati sotto lo striscione d’arrivo, il tracciato prevede infatti 1,5 chilometri sostanzialmente pianeggianti e su una strada molto ampia, quindi una svolta a destra che immette sulla salita che conduce la corsa a lambire il suggestivo centro storico di Compiano e l’omonimo Castello. L’ascesa misura complessivamente 5,1 chilometri; non deve trarre in inganno il dato della pendenza media, pari al 3,1%. Infatti possiamo considerare 3 diversi settori: un primo tratto di circa 1,5 km con pendenza media del 5,5%, seguito da una breve contropendenza; un secondo tratto, il più impegnativo, che misura circa 1 chilometro all’8% di pendenza media, ma con alcuni tratti attorno al 10%, seguito da circa 600 metri sostanzialmente pianeggianti; un ultimo tratto, di circa 600 metri, al 5% di pendenza media, che porta allo scollinamento posto in località Strela.

La discesa è invece più continua ed omogenea, piuttosto veloce, non presenta particolari difficoltà o curve pericolose, e termina a 2,0 km dall’arrivo, quando ci si innesta nuovamente sull’ampia strada provinciale.

L’ultimo chilometro è sostanzialmente pianeggiante; la sede stradale ha una larghezza di circa 7 metri ed il fondo stradale è in ottime condizioni.

Nonostante l’assenza di salite lunghe, il percorso si presenta certamente esigente e selettivo; il dislivello complessivo della prova si può infatti stimare attorno ai 4.100 metri.

I PROTAGONISTI

Tra i 128 partecipanti, per quanto riguarda il successore di Elia Viviani nell’albo d’oro del tricolore, l’uomo di riferimento sarà Vincenzo Nibali (Bahrain Merida), già vincitore del titolo italiano nel 2014 e nel 2015.

Oltre a Nibali, di particolare interesse sarà la presenza di alcuni atleti ai quali si addicono e caratteristiche tecniche del tracciato; tra questi Davide Formolo (Bora Hansgroe), Alessandro De Marchi (CCC Team), Giovanni Visconti (Neri – Selle Italia KTM), Fausto Masnada (Androni Giocattoli Sidermec), Giulio Ciccone (Trek Segafredo), Fabio Aru e Diego Ulissi (UAE Team Emirates), senza sottovalutare il campione d’Europa in carica Matteo Trentin (Mitchelton Scott), Davide Ballerini (Astana), reduce dal successo nella gara in linea ai Giochi Europei di Minsk e il toscano vincitore dell’ultima edizione del Giro delle Fiandre, Alberto Bettiol (EF Education First), secondo ieri nella prova a cronometro a soli 58 centesimi di secondo dal vincitore Filippo Ganna.

IN TV E IN STREMING SU TUTTOBICIWEB

La gara in linea valida come Campionato Italiano sarà trasmessa in diretta tv da RAI 2 a partire dalle ore 15,15. L’Equipe TV (Francia) trasmetterà una sintesi nella giornata di lunedì 1 luglio. Potrete naturalmente seguire la diretta dalle ore 15,15 sulla pagina facebook ufficiale @PMgliveSport e sul web pmgsport.it e tuttobiciweb.it

I PARTENTI

DECEUNINCK – QUICKSTEP
1 VIVIANI Elia
2 MARTINELLI Davide
3 SABATINI Fabio
4 CAPECCHI Eros

ASTANA
5 BALLERINI Davide
6 BOARO Manuele
7 CATALDO Dario
8 VILLELLA Davide

TREK – SEGAFREDO
9 BRAMBILLA Gianluca
10 CICCONE Giulio
11 CONCI Nicola
12 FELLINE Fabio
13

BORA – HANSGROHE
14 FORMOLO Davide
15 GATTO Oscar
16 OSS Daniel

UAE TEAM EMIRATES
17 ARU Fabio
18 CONSONNI Simone
19 FERRARI Roberto
20 MARCATO Marco
21 MORI Manuele
22 PETILLI Simone
23 RAVASI Edward
24
25 ULISSI Diego

NIPPO – FANTINI – FAIZANE’
26
27 CANOLA Marco
28 CIMA Damiano
29 CIMA Imerio
30 LONARDI Giovanni
31 SANTAROMITA Ivan
32 ZACCANTI Filippo

NERI – SELLE ITALIA – KTM
33
34 BEVILACQUA Simone
35 BONGIORNO Francesco Ma
36 FONZI Giuseppe
37 FORTUNATO Lorenzo
38 GABBURO Davide
39
40 MARENGO Umberto
41 PACIONI Luca
42 RAGGIO Luca
43 ROSA Massimo
44 VELASCO Simone
45 VISCONTI Giovanni
46 ZARDINI Edoardo

ANDRONI – SIDERMEC
47 BELLETTI Manuel
48 BISOLTI Alessandro
49 BUSATO Matteo
50 CATTANEO Mattia
51 FRAPPORTI Marco
52 GAVAZZI Francesco
53 MASNADA Fausto
54 MONTAGUTI Matteo
55 SPREAFICO Matteo
56 VENDRAME Andrea

AMORE & VITA – PRODIR
61 CELANO Danilo
62 TIZZA Marco
63 FICARA Pierpaolo

BIESSE CARRERA
66 AMICI Alberto
67 COLOMBO Raul
68
69 RAVANELLI Simone

D’AMICO UM TOOLS
70 BURCHIO Federico
71 MARTINELLI Ivan
72 MOSCA Jacopo
73 PITZANTI Orlando
74 RAFFAELE Angelo

TEAM COLPACK
75 DURANTI Jalel
76 GARAVAGLIA Giacomo
77 ROCCHETTI Filippo
78 TONIATTI Andrea

BAHRAIN – MERIDA
79 NIBALI Antonio
80
81 CARUSO Damiano
82 COLBRELLI Sonny
83 GAROSIO Andrea
84 NIBALI Vincenzo
85 POZZOVIVO Domenico

SANGEMINI – TREVIGIANI – MG.KVIS
86 BONIFAZIO Leonardo
87 DI SANTE Antonio
88 PUCCIONI Dario
89 SALVIETTI Niccolo’
90
91 TOTO Paolo

EDUCATION FIRST
92 BETTIOL Alberto
93

MERIDIANA KAMEN
94 REBELLIN Davide

TOTAL DIRECT ENERGIE
96 BONIFAZIO Niccolo’

COFIDIS
97 FORTIN Filippo

DELKO MARSEILLE PROVENCE
98 FEDELI Alessandro
99 FILOSI luri
100

DIMENSION DATA
101 NIZZOLO Giacomo

WANTY – GOBERT
102 PASQUALON Andrea

BARDIANI – CSF
103 ALBANESE Vincenzo
104 BRESCIANI Michael
105 CARBONI Giovanni
106 COVILI Luca
108 MAESTRI Mirco
109 PESSOT Alessandro
110 ROMANO Francesco
111 ROTA Lorenzo
112 SAVINI Daniel
113 SENNI Manuel
114 TONELLI Alessandro
115 WACKERMANN Luca

GIOTTI VICTORIA – PALOMAR
120 STACCHIOTTI Riccardo
121 STERBINI Simone
122 ZURLO Federico
123 ONESTI Emanuele

CCC TEAM
124 DE MARCHI Alesssandro

MOVISTAR
125 BENNATI Daniele

TEAM INEOS
126 BASSO Leonardo
127 GANNA Filippo
128
129 PUCCIO Salvatore

ISRAEL CYCLING ACADEMY
131 CIMOLAI Davide
132 MINALI Riccardo
133 SBARAGLI Kristian

MITCHELTON – SCOTT
134 AFFINI Edoardo
135 TRENTIN Matteo

MONKEY TOWN – A BLOC
136 SANTORO Antonio

CT FRIULI
137 BAIS Mattia

KATUSHA – ALPECIN
138 BATTAGLIN Enrico
139 FABBRO Matteo

ARVEDI CYCLING
140
141 VIVIANI Attilio

CASILLO – MASERATI
142 CACCIOTTI Andrea
143 COLONNA Yuri
144 TAGLIANI Alessio

POLISPORTIVA TRIPETETOLO
146 CIANETTI Nicholas
147 MARCHESINI
148 TORTOMASI

ASD TEAM MALMANTILE
149 PESCI Manuele

ZALF EUROMOBIL DESIREE
150 LANDI Marco
151 MESSIERI Francesco

VPM PORTO SANT’ELPIDIO
152 DI RENZO Andrea
153 FRANGIONI Alessandro

OVERALL TRE COLLI CYCLING TEAM
154 BALDI Francesco

GRAGNANO SPORTING CLUB
156 FIORELLI Filippo
157 FRISCIA Lorenzo

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Il mondo è stato costretto a fermarsi a causa della pandemia mondiale causata dal coronavirus, ma l’attività dell’Associazione Internazionale dei Corridori non si è interrotta nemmeno per un istante. Gianni Bugno, Alessandra Cappellotto e i loro collaboratori hanno lavorato strenuamente...


Come tutti sanno il Governo sta incentivando l'acquisto di bici e di mezzi che consentano la mobilità sostenibile. A partire da ieri però,  su tutti i treni del servizio regionale di Trenord è sospesa la possibilità di trasportare di biciclette che non siano pieghevoli....


Il corso di laurea magistrale in Scienze dello sport e della prestazione fisica, erogato dall’ateneo scaligero in sinergia con l’università di Trento, si arricchisce di un’importante collaborazione. È stata infatti siglata una partnership tra l’ateneo di...


Nacer Bouhanni non sarà al via del Tour de France: lo sprinter della Arkea Samsic lo spiega dopo aver preso la decisione insieme al suo team.«Si tratta di una decisione collegiale, ci abbiamo riflettuto a lungo naturalmente. Mi ero già...


Ancora una tappa breve e veloce sulle strade della HTV Cup, la corsa vietnamita che ormai sta avviandosi verso la conclusione. Sul circuito di Da Lat - sviluppo di 5, 1 km da percorrere 10 volte - a firmare la...


Non vi è ancora l'ufficialità ma il Giro d'Italia 2020 dovrebbe partire da Palermo con una prova contro il tempo. Saltata la grande partenza ungherese la corsa rosa sta riprogettando le 3 tappe estere riposizionandole lungo lo stivale in un...


Lo avevamo annunciato proprio all’inizio della pandemia e oggi la Trek Segafredo ufficializza l’ingaggio di Pieter Weening per il resto della stagione 2020. L'esperto olandese di 39 anni, già vincitore di una tappa del Tour de France e di due...


Ieri pomeriggio, in una videoconferenza promossa da Federciclismo e Provincia di Parma, si è dibattuto di mobilità sostenibile e ciclabilità. L’evento dal titolo “Sviluppare gli spostamenti e le attività motorie con la bicicletta ed il turismo sportivo”, ha avuto come...


ASD Pedale Ossolano, società presente nel panorama ciclistico giovanile da quattro decenni, sollecitata dal proprio comitato regionale di appartenenza ad una riflessione in merito al delicato momento che anche il ciclismo giovanile sta attraversando a causa della pandemia in corso...


Giulio Ciccone è uno degli ospiti della dodicesima puntata di BlaBlaBike e nell'intervista che ci ha concesso regala tanti spunti di riflessione, a cominciare dalla cora rosa: «Il Giro d'Italia mi dà una grande motivazione e per me è davvero...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155