L'ORA DEL PASTO. «L'-EN-CICLO-PEDIA», NON RESTA CHE PEDALARE

LIBRI | 20/06/2019 | 07:45
di Marco Pastonesi

Il più breve è il giro del Parco regionale Migliarino-San Rossore-Massaciuccoli, in Toscana: 11 km (più, eventualmente, altri 15 per la visita guidata), partenza e arrivo al centro visite Cascine Vecchie, in parte su strade di bonifica, rettilinee e asfaltate, in parte su carrarecce a fondo sterrato.

Il più lungo va da Piacenza a Genova lungo la Val Trebbia, tra Emilia e Liguria: 146 km (che si possono fare anche in due tappe, con sosta a Bobbio, a 51 km da Piacenza e a 95 da Genova), 1330 metri di dislivello, su strade provinciali e a volte secondarie.
Il più dolomitico è il giro dei quattro passi, in Alto Adige: partenza e arrivo alla stazione della funivia Ciampinoi a Selva di Val Gardena, 61,8 km con 2342 metri di dislivello, con tanto di Gardena, Campolongo, Pordoi e Sella, il classico Sellaronda.

Il più piatto è il giro del Lago Trasimeno, in Umbria: partenza e arrivo a Castiglione del Lago, 70 km con dislivello trascurabile, per gran parte su strade campestri, sterrate, sentieri e tratti di strade comunali asfaltate.

Il più regale è il Re Stelvio: 106,7 km (più altri 6 per la salita e la discesa allo Stelvio) con 2721 metri di dislivello, partenza e arrivo a Bormio passando per Santa Maria Val Mustair, in Svizzera, e per Livigno, scalando il Passo dell’Umbrail, il Pass dal Fuorn e il Passo del Foscagno.
Il più coppiano è un anello in Val Curone e in Val Borbera, tra Lombardia e Piemonte: 96,8 km con 1300 metri di dislivello, partenza e arrivo a Pontecurone, su strade asfaltate, là dove abitava e si allenava Fausto Coppi.

“Italia in bicicletta” (290 pagine, 19,90 euro) è la guida che solo il Touring Club Italiano può pubblicare con tanta ricchezza di proposte, informazioni, mappe, altimetrie, fotografie. Un lavoro certosino a pedali, testato, documentato, cifrato, veramente sudato. E’ un dono che fa anche alla propria storia: nato come Touring Club Ciclistico Italiano nel 1894, non ha mai perduto la propria vocazione al cicloturismo, e anzi, negli ultimi anni, l’ha riproposta con maggiore convinzione e ispirazione.

Questa è un’en-ciclo-pedia che va dal Piemonte (la Panoramica Zegna, 67 km con 1620 metri di dislivello, partenza e arrivo a Biella) alla Sicilia (la Valle dell’Alcantara, 61,5 km con 572 metri di dislivello, partenza dai Giardini Naxos e arrivo a Fiumefreddo), che contempla la Via Francigena (da Aosta a Roma in 10 tappe) e la Basilicata coast-to-coast (da Maratea a Metaponto in cinque tappe), che comprende la Milano-Roma (771 km in sei tappe) e la Via Silente (nel Cilento, in Campania), che cita L’Eroica (la ciclostorica a Gaiole in Chianti) e la Val de’ Varri (in Abruzzo), che percorre la Ciclovia Alpe Adria (in Friuli Venezia Giulia) e la Ciclovia dell’Acqua (in Puglia). Indicando lunghezza, dislivello, punto di partenza e arrivo, periodo migliore, condizioni del percorso, grado di sicurezza, indirizzi dove mangiare e dormire, e punti di assistenza meccanica. Poi non resta che pedalare.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Lo aveva annunciato già da mesi e ora la notizia è ufficiale: Valentino Sciotti porta la sua Farnese Vini nel WorldTour. Sarà infatti sponsor della Israel Cycling Academy. L'imprenditore abruzzese spiega: «Ho creduto da subito nel progetto che la Israel...


Non sarà una serata come tutte le altre, quella di questa sera. Sarà speciale perché vivremo la Notte degli Oscar tuttoBICI, che celebreremo nell’ormai tradizionale ed esclusiva location dell’Hotel Principe di Savoia a Milano. E sarà speciale perché raggiungeremo un traguardo...


Tra i seicento abitanti che vivono a Frinco, piccolo comune a soli 15 chilometri da Asti, Matilde Vitillo è già una piccola leggenda sportiva.  Graziosa, gentile e simpaticissima, Matilde è la punta di diamante della Racconigi Cycling Team, società del...


Ed eccoci arrivati all'ultimo giorno di trekking con la partenza dalla fredda e umida Namche per raggiungere Lukla, dove tutto è cominciato. Per raggiungerla abbiamo affrontato 20 chilometri senza un metro di pianura ma in continuo saliscendi: non ce la...


  È un piccolo libro, ma dice grandi cose e, soprattutto, fa bene. “PedalAnde. Alla ricerca del vero sapore delle fragole” è la storia di un viaggio in bicicletta. Una piccolissima bicicletta, pieghevole e di colore rosso (una Brompton). La...


La mobilità sostenibile, la sicurezza stradale e le città sempre più a misura di pedoni e ciclisti saranno i temi dominanti di un convegno a Matera in programma sabato 23 novembre presso la sala consiliare del Palazzo della Provincia (via...


I moderni tessuti hanno enormi pregi e in breve con loro abbiamo ridefinito il modo in cui ci possiamo vestire durante l’attività fisica. Chi realizza capi da ciclismo come Bicycle Line ( impegnata anche nel versate sci di fondo )...


Oggi e domani avrà luogo a Torino il convegno "Medicina Sportiva e Riabilitazione: ponti per l'innovazione" con un particolare focus sul mondo del ciclismo e i traumi ad esso collegati, con l'ambizioso obbiettivo di studiare una strategia comune di prevenzione. I lavori...


Ad Harrogate ha indossato la sua prima maglia azzurra mondiale al termine di quella che è stata la sua miglior stagione tra i professionisti. Davide Cimolai ha chiuso il 2019 con quattro successi (la terza tappa del Giro di Vallonia,...


Sarà un momento di racconti e di emozioni, quello che si vicrà questa sera alle 18 nella Sala Libretti del Giornale di Brescia: si ricorderà infatti la figura di Giancarlo Otelli a quasi un anno dalla scomparsa. Un ricordo attraverso...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy