GHIGO: «LA RIFORMA DEVE DARE SPAZIO E OPPORTUNITA' A TUTTI»

POLITICA | 12/06/2019 | 07:42

Sulla questione della Riforma, interviene con una decisa presa di posizione Enzo Ghigo, presidente della Lega Ciclismo Professionistico. Ecco le sue parole:

Speriamo che il prossimo direttivo dell’UCI, previsto tra pochi giorni (tra il 18 e 20 giugno), possa tenere conto delle criticità espresse dalla base del nostro movimento. Siamo convinti che i vertici del ciclismo mondiale a cominciare da David Lappartient che oltre a essere il Presidente della Federazione Internazionale è stato anche il Presidente della Federazione Ciclistica Francese e Renato Di Rocco il Presidente della FCI, entrambi profondi conoscitori del ciclismo di base e dell’importanza di un movimento vivace, possano completare e integrare la riforma in un senso che la renda compatibile con il modello di sviluppo che, in oltre cent’anni di vita, ha dato i risultati straordinari.

La Riforma è stata votata dall’UCI lo scorso anno, ma ancora oggi non se ne conoscono i dettagli definitivi. Si sa che verranno probabilmente assegnate due nuove licenze World Tour. Si sa che si ridurrà lo spazio per le squadre Professional, pur aumentandone i costi. Si sa che non sono previste promozioni o retrocessioni. Si sa che anche sul versante organizzativo, con le Pro Series, si sono aumentati i costi e gli impegni, senza garantire nulla in termini di investimenti, sostegno, partecipazione, visibilità.

Diciamo no, come sta facendo il calcio, alla Superlega, al club esclusivo che si sta cercando di costruire, con pochi e ricchi soggetti privilegiati e il nulla sotto di essi. I vertici del calcio italiano hanno votato compatti contro questo modello, persino il Presidente francese Macron è intervenuto criticandone l’impostazione e le conseguenze per lo sport nazionale. Auguriamoci che anche nel ciclismo si sappia comprendere che lo sviluppo dell’alto livello non va fatto a scapito dell’attività nazionale o giovanile.

Diciamo sì a un modello in cui ci sia spazio per tutti, con i grandi eventi e i grandi club che fanno da ambasciatori mondiali del nostro sport, lasciando modo di operare alle attività di sviluppo, ai giovani, alle società e alle strutture organizzative meno opulente, ma piene di tradizione, professionalità e passione.

Con quali atleti si farà il World Tour del futuro se mettiamo in crisi squadre professional, continental e organizzatori?

I nostri consulenti stanno approntando un ricorso contro questa riforma, perché, se non ne cambieranno sostanzialmente i contenuti, saremo i primi danneggiati, anche economicamente. I valori sportivi, che prevedono il merito, devono prevalere su quelli economici.

ARTICOLI CORRELATI

GOETZ (ADISPRO): «LA RIFORMA? NON CEDIAMO ALLA RASSEGNAZIONE»

LETTERA APERTA DI GIANNI SAVIO AL PRESIDENTE DELL'UCI DAVID LAPPARTIENT

Copyright © TBW
COMMENTI
E' una vergogna.
12 giugno 2019 15:19 Bastiano
Il silenzio di quello che è il presidente della FCI e vice presidente UCI, su questo argomento, vitale per il ciclismo italiano, è vergognoso. Più vergognoso di chi non difende il ciclismo italiano, sono quelli che lo hanno votato nella varie sedi regionali.

Governo
12 giugno 2019 16:11 ragno70
Nn ne faccio una questione di colore politico ma dovrebbe anche intervenire il governo oltre la nostra passione parliamo anche di posti di lavoro e di indotto

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

Sarà una Colombia di grandi firme, quella che disputerà il mondiale nello Yorkshire. Per la prova dei profesisonisti sono stati convocati, infatti, Nairo Quintana, Fernando Gaviria, Álvaro Hodeg, Esteban Chaves, Sebastián Molano, Sebastián Henao, Daniel Martínez ed il re del...


Antonio Colombo Arte Contemporanea è lieta di presentare Columbus continuum. 100 anni di un’industria metallurgica milanese; serie di mostre e attività, collegate ai cento anni di Columbus, un' azienda metallurgica italiana specializzata nella produzione e lavorazione del tubo metallico e delle...


È un risultato di grandissimo prestigio, quello colto dalla Movistar: dopo aver vinto la classifica a squadre del Giro d'Italia e del Tour de France, la formazione spagnola ha centrato l'en plein dominando anche la stessa classifica della Vuelta. Nella...


L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato recentemente la breve, ma molto interessante Risoluzione 63/2019 relativa alle ASD/SSD sul tema dell’attività commerciale e lo scopo di lucro, di frequente oggetto di contestazione in caso di verifica fiscale, in quanto viene spesso affermato...


Anche quest'anno, Fondazione Piatti è charity partner delle manifestazioni ciclistiche organizzate da Società Ciclistica Alfredo Binda e con la tua partecipazione al Fondazione Piatti Bike Challenge, aiuti a realizzare un nuovo Centro a Besozzo (VA), una casa dove le persone...


Mi vuoi sposare? Richiesta a sorprese da parte di Jesus Ezquerra (Team Burgos BH) che chiede alla fidanzata, in ammiraglia, di prenderlo come marito. L'annello è già in tasca e il sì è veloce. A memoria è il primo corridore...


Cala il sipario sulla seconda edizione di Italian Bike Festival. La più importante manifestazione italiana dedicata al mondo della bici e ai suoi appassionati non ha tradito le aspettative ed è sensibilmente cresciuta rispetto all’esordio. Le premesse c’erano tutte: l’adesione...


Cominica a sentirsi profumo di mondiale a un campione come Greg Van Avermaet fa capire che sarà della partita cogliendo una bella vittoria al Gp Montreal. In un finale spettacolare e convulso, il belga della CCC non ha sbagliato i...


Ancora Jakobsen, ancora Deceuninck Quick Step al successo sulle strade di Spagna. C'è la firma di GFabio Jakobsen sulla tappa conclusiva della Vuelta e per l'olandese si trata del secondo successo personale. Ben pilotato dai compagni di squadra, Jakobsen ha...


  È stato un momento molto emozionante per Norma Gimondi, presente oggi a Legnano per la presentazione della maglia della nazionale che per lei ha un sapore molto speciale: gli atleti infatti saranno accompagnati dalla celebre frase di Felice Gimondi...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy