PELUCCHI: «IN CERCA DI UN CONTRATTO PER IL 2019». AUDIO

PROFESSIONISTI | 13/10/2018 | 11:30
di Diego Barbera

Matteo Pelucchi è l’unico italiano della Bora Hansgrohe presente al Tour of Turkey e sta lavorando duro per il proprio capitano Sam Bennett. Un impegno che si è dimostrato vincente dato che il team ha già portato a casa due vittorie e un secondo posto. Lo sprinter originario di Giussano è in cerca di contratto per il prossimo anno.

Il 29enne non ha corso molto ma quando ha avuto le proprie opportunità le ha sapute cogliere con una vittoria in Slovacchia e numerosi piazzamenti nelle top 3 e top 10 durante l'anno. Ricordiamo che l’anno scorso aveva avuto un ottimo finale di stagione con un quinto e secondo posto proprio in Turchia e tre top ten (due settimi e un quarto posto) nell’impegnativo parterre del Tour of Guangxi in Cina.

Ecco le sue impressioni alla partenza della quinta tappa da Selcuk a Manisa. A fondo pagina il file audio da ascoltare.

Come sta andando questo Tour of Turkey?
«Sta andando bene, abbiamo già vinto due tappe con Sam Bennett. Io sono a disposizione della squadra e ci stiamo sacrificando per lui, ma abbiamo raccolto due vittorie e un secondo posto quindi siamo contenti».

Rispetto all’anno scorso la tua mansione è diversa, dal lavorare nel finale a prima
«La squadra ha deciso di avere soltanto uno sprinter e puntare su di lui. Forse oggi potrei avere un po’ più di spazio e provarci. Vediamo come va e come sarà la situazione in corsa. Quando c’è la possibilità naturalmente le volate le faccio».

Come valuti la tua condizione?
«Sto bene. Già nell’ultima corsa ho ottenuto una vittoria e un secondo posto (alla Okolo Slovenska, con secondo posto nella classifica a punti ndr). Quindi sono in crescita di condizione. Non ho corso tanto quest’anno ma quando ho avuto l’occasione sono andato bene».

Hai raggiunto diversi buoni piazzamenti.
«Non è mai facile, ero un mese a casa senza gare. Ho dimostrato anche di sapermi allenare bene a casa lontano dalle corse per presentarmi pronto all’appuntamento».

Cosa ci puoi dire del tuo futuro prossimo e sulla tua situazione?
«Il mio futuro per adesso è ancora incerto perché sono senza contratto. Sto cercando, ma la situazione non è per niente facile e a essere sincero sono un po’ preoccupato. So che è così per tanti corridori, ma stiamo a vedere».

Una vittoria potrebbe un po’ aiutare in questo senso
«Sì, anche se a essere sincero tanti mi dicono che non cambierebbero le cose. Di sicuro però farebbe molto bene per il morale».



Copyright © TBW
COMMENTI
Direct Energy
13 ottobre 2018 14:00 fix1963
Grave errore lasciare il gruppo Europcar a fine 2012. L'avrebbero tenuto ma chiedeva troppo, peccato..Sicuramente sarebbe ancora con Bernadeau. Ale

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Finalmente le gare sono iniziate. Il primo titolo olimpico di Tokyo2020 del ciclismo se l'è aggiudicato Richard Carapaz. Lo scalatore dell'Ecuador che abbiamo conosciuto nel 2019 come re del Giro d'Italia ha tagliato un traguardo storico e fatto impazzire di...


Il Giro della Valle d'Aosta, chiuso in terza posizione, gli ha dato la perfetta condizione di forma e subito Mattia Petrucci l'ha sfruttata a dovere. Colpo vincente del veronese della Colpack Ballan nella Coppa città di Ovada per dilettanti che...


Sul traguardo di Quaregnon, Fabio Jakobsen mette a segno la sua doppietta personale e chiude tra gli applausi il Tour de Wallonie. L'olandese della Deceuninck Quick Step, che aveva vinto a Zolder nella seconda tappa, si è ripetuto nella frazione...


Richard Carapaz è al settimo cielo quando si presenta in sala stampa con l'oro olimpico al collo: «È stata una giornata un po' pazza, una corsa molto dura, io ho avuto pazienza e aspettato il mio momento, poi ho avuto...


Wout van Aert rende onore al suo avversario e nasconde la sua delusione dietro ad una splendida medaglia d'argento: «Corro sempre per vincere ma oggi sono molto più felice che ai mondiali di Imola 2020, ho sempre un argento al...


Tadej Pogacar sorride al traguardo, sorride sul podio e sorride anche incontrando i giornalisti in conferenza stampa: «Sono felicissimo per il terzo posto, ho dato il massimo, sono super super contento di essere riuscito a salire sul podio dei Giochi...


Richard CARAPAZ. 10 e lode. È cambiato il mondo, è cambiato da un po’ e anche questo ragazzo ha contribuito a farlo. Un tempo nazioni come l’Ecuador davano vita alle fughe di giornata: i primi scatti erano i loro. Adesso...


Il CT Davide Cassani analizza la gara dei suoi ragazzi in questa prova olimpica: „Peccato per i crampi di Alberto Bettiol: non sappiamo per quale motivo siano venuti, soprattutto in un tratto di strada facile, era discesa ed è stato...


Con la solita disponibilità Vincenzo Nibali si ferma dopo il traguardo per analizzare la sua prestazione ai Giochi Olimpici: «Ci è mancato il risultato finale ma abbiamo corso davvero bene, abbiamo giocato le nostre carte nel modo giusto. Abbiamo cercato...


Sessantasette atlete per 39 nazioni: sarà questo il quadro della prova in linea femminile che si disputerà domani, con partenza alle ore 6 italiane. Sarà una gara atipica, formazioni ridotte all'osso - le nazionali migliori possono schierare solo 4 atlete...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI