I VOTI DI STAGI. VAN AVERMAET ATTACCA, GLI ALTRI SI ATTACCANO

TOUR DE FRANCE | 17/07/2018 | 20:19
di Pier Augusto Stagi

Julian ALAPHILIPPE. 10. Tutto il giorno all’aria, all’attacco, alla ricerca di punti per la maglia a “pois” e della gloria di giornata. Prende tutto, tappa e maglia degli scalatori. È il primo successo al Tour, e il 26enne corridore transalpino non sta nella pelle, come i suoi connazionali, anche se non gli perdonano di essere migrato in Belgio, anziché restare in Francia. Ma anche dal Belgio e sulle strade di Francia riesce a rendere felici tutti.

Jon IZAGUIRRE. 6,5. Va in avanscoperta con l’intento di fare da punto di appoggio per Vincenzo Nibali, ma anche per provare a fare la tappa. Sta là in attesa d’informazioni. Quando capisce che alle sue spalle non si muove foglia che Sky non voglia, prova a portare a casa qualcosa per la causa del Bahrain. Arriva secondo. Buono, ma non il massimo.

Rigoberto URAN. 8. Livido sul corpo e nell’anima. Ha gli occhi del dolore e della sofferenza: della resa. Le botte della Roubaix si sono fatte sentire, troppo. Lui non molla, non mollerà, ma il sogno di un podio, adesso, si fa davvero miraggio.

Greg VAN AVERMAET. 9. La miglior difesa è l’attacco, e la maglia gialla lo sa bene, anche perché è tipo che attacca spesso e volentieri e con grande efficacia. Attacca per non essere attaccato. Attacca per restare attaccato a tutti, ma soprattutto per non perdere quella maglia, che tutti vorrebbero attaccare. Ma, almeno per oggi, si attaccano.

Peter SAGAN. 7. Vuole mettere in cassaforte la maglia verde per non correre pericoli, per non avere brutte sorprese. Si porta avanti con il lavoro, e per questo si porta avanti: e va in fuga. Porta a casa punti anche oggi. Fa vedere i sorci verdi a tutti.

Chris FROOME. 6. Fora sullo sterrato Montée du Plateau des Glières: brivido. L’unico, di una giornata soporifera. Arrivano le Alpi, si sale, ma cala la palpebra. Notte.

Vincenzo NIBALI. 6. Fa quello che deve fare, in attesa che qualcuno faccia. Restano tutti allineati e coperti, alle spalle di Sky. Uran soffre, Quintana attende, Dumoulin anche, Roglic fatica, Daniel Martin ribalza: sarà per la prossima. Come si dice: altro giro, altra corsa. 

Daniel MARTIN. 7. Almeno ci prova. Parte, deciso, per fare qualcosa, per fare del male, per provare a sentire il proprio cuore e il polso agli avversari. Non gli va bene, ma facciamogli un monumento.

Bauke MOLLEMA. 5. Paga il ritmo sostenuto, forsennato. Scivola indietro.

Rafal MAJKA. 5. Prova a stare con i migliori, ma nel finale paga e lascia per strada quasi un minuto al gruppo Froome. Non è un buon segno.

Ilnur ZAKARIN. 5. Dovrebbe recuperare qualcosa, perde troppo in una tappa nella quale succede molto poco. Grave.

Warren BARGUIL. 4. Vuol lasciare il segno e attacca. Lasciamo perdere.

 

Copyright © TBW
COMMENTI
UAE
17 luglio 2018 20:53 Line
Poteva vincere anche oggi Martin , ma la squadra non prende la responsabilità di tirare

L'umorismo involontario di Stagi
17 luglio 2018 22:51 pickett
Un monumento a Martin perché,in un tappone con 4 salite di prima categoria,attacca all'ultimo km dell'ultima salita!Da morir dal ridere!

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

Si fa sempre più chiara la rosa per la stagione 2019 della Work Service Videa Coppi Gazzera. Dopo l'annuncio dell'arrivo dei tricolori juniores della cronometro a squadre Davide Boscaro, Marco Viero e Piero Dissegna, la squadra del presidente Renato Marin...


Un gravissimo lutto ha colpito la famiglia del ciclismo: si è spento questa mattina, infatti, Adriano Borghetti, vicepresidente del Comitato Regionale Lombardo. Sessantacinque anni, milanese di Rho, dirigente appassionato e competetente, nello scorso mese di marzo aveva ricevuto dal Coni...


Operazioni in entrata e in uscita per il Team Sunweb. Dal prossimo anno al team tedesco approdano infatti l'esperto belga Jan Bakelants (in questa stagione alla AG2r) ed il ventiseienne danese Asbjorn Kragh Andersen (dal Team Waoo), che raggiunge così...


Pascal Ackermann è stato il più veloce nella volata che ha deciso la seconda tappa del Tour of Guangxi, corsa di chiusura del World Tour. «Lo sprint è stato molto caotico. Nel finale ho perso il mio ultimo uomo, Rudiger...


Parla sempre più italiano la Polartec Kometa Continental grazie all’ufficializzazione dell’arrivo di Samuele Rubino. Il corridore piemontese (Novara, 29 gennaio 2000) fa il salto nella struttura professionale della Fundación Alberto Contador provenendo dalla LVF.Attuale campione italiano, Rubino è stato uno...


Giovedì 18 ottobre, presso l’Istituto Omnicomprensivo di Amatrice, sarà presentato il progetto di scuola di ciclismo promosso da Pedala Per Un sorriso Onlus grazie alla raccolta fondi della ormai celebre pedalata nel centro di Roma. Saranno consegnate 30 mountain bike,...


Una freccia tedesca sotto la pioggia cinese. Il campione di Germania Pascal Ackermann ha vinto allo sprint la seconda tappa del Tour of Guangxi precedendo nell'ordine gli olandesi Fabio Jakobsen e Dylan Groenewegen, vincitore ieri della frazione inaugurale. Era la...


Caro Direttore, è proprio vero: in materia di ANTIDOPING non c'è cruna d'ago che tenga quando, a tutti costi, vi si vuol far passare... un cammello. L'accostamento evangelico sarà anche improprio, ma rende efficacemente l'idea. Proprio nei giorni scorsi una...


Selle San Marco produce e commercializza selle per biciclette da oltre 80 anni. Nata nel 1935, l’azienda si è evoluta nel tempo e oggi è uno dei più importanti players internazionali nel mondo del ciclismo. Grazie all’heritage storico e alla...


Il primo grande successo canoro di Dino Zandegù fu al Giro delle Fiandre del 1967: vinse, salì sul podio, vide un gruppo di italiani che sotto un misto di pioggia e neve lo festeggiavano e, invitato dal telecronista Adriano Dezan...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy