ADRIATICA IONICA 2018: PAROLA AI PROTAGONISTI

PROFESSIONISTI | 19/06/2018 | 17:21
di Diego Barbera

Un soddisfatto Moreno Argentin apre la conferenza stampa preludio dell'Adriatica Ionica Race 2018 coccolandosi con lo sguardo i quattro campioni pronti a sfidarsi sulle strade dal Veneto al Friuli.

Alla vigilia della corsa hanno parlato l'olimpionico e plurivittorioso allo scorso Giro, nonché maglia ciclamino, Elia Vivani; il rientrante Matteo Trentin portabandiera dell'Italia; Mark Cavendish che prepara la giusta condizione pre-Tour e Giacomo Nizzolo che cercherà il giusto colpo di pedale dopo i problemi al ginocchio, alla ricerca di un successo prezioso.

Parola a Moreno Argentin, patron che però non si sente tale: «Non mi sento patron, ho ancora lo spirito corridore. Ringrazio gli atleti che hanno avuto coraggio di venire in questa prima edizione ancora tutta da scoprire. La nostra volontà è quella di creare un grande evento che possa occupare il nostro territorio e utilizzarlo come strumento di comunicazione. Corse in bici ce ne sono tantissime, vorremmo essere diversi ed essere utili all’industria del ciclismo. Sarà un evento per promuovere il territorio e presentarlo al mondo con il messaggio di mostrare le nostre bellezze. Volevamo un buon numero di partecipanti, ma soprattutto di qualità e siamo soddisfatti. Ringrazio Roberto Amadio che mi ha affiancato in questa avventura e tutti i miei ex-colleghi. Abbiamo avuto il sostegno e patrocinio di tre regioni, Veneto, Friuli e Carinzia ma la volontà è di espandersi in Slovenia, Croazia fino al Montenegro arrivando ad Atene in Grecia entro 4-5 anni e in sete o otto tappe. Ringrazio anche la Federazione e Lega».

Elia Viviani: «Questa corsa ha una posizione perfetta nel calendario, ho avuto tempo per recuperare dal Giro e ora per prepararmi per il campionato ltaliano. Il Giro è stato splendido, la voglia è quella di dare il meglio nei prossimi dieci giorni prima di un po’ di meritato riposo. Vogliamo partire bene domani nella cronosquadre e pensare alle volate, abbiamo anche dei giovani che possono ben figurare in salita».

Matteo Trentin: «Mi sono allenato bene in questo mese dopo lo stop forzato. Ringrazio Cassani e Amadori che mi hanno dato la possibilità di essere qui, per me è una sorpresa. Se fossi al 100% la tappa di Maser sarebbe stata quella dal cerchio rosso. Per i velocisti di sicuro sarà quella la più adatta e le ultime due. Quella del Giau è per scalatori, naturalmente».

Giacomo Nizzolo: «Ora sto sicuramente meglio di un mese fa quando ero a casa a guardare il Giro, sono contento di rientrare, ma non posso pretendere troppo dalla mia condizione. Mi testerò dopo qualche settimana di allenamento in continuità. La speranza è di crescere in condizione durante questa corsa a tappe, ma credo che il campionato italiano sia un po’ più impegnativo del 2016. Inoltre, per essere più ambizioso dovrei essere più in condizione. Però parteciperò e farò del mio meglio. La nostra squadra è ben attrezzata per la salita con Felline, Conci, Pantano, Stetina e Brambilla che si possono far vedere al Giau ma anche a Maser. Io mi butterò in volata sperando nel loro aiuto».

Mark Cavendish: «Sono contento di essere qui in preparazione del Tour, questo percorso offre quel che gli sprinter hanno bisogno in questo momento. E ci sono ottimi velocisti. Ho controllato il percorso, ci sono opportunità per gli sprinter e i percorsi sono avvincenti. Mi manca la vittoria? Ogni corridore e in generale ogni sportivo vuole vincere sempre, è naturale che mi manchi molto. Non è più semplice come prima quando avevo un team tutto per me, con un treno prima della volata, ma sto lavorando per fare un bel luglio e ho la squadra che mi supporta. Viviani è mio amico, sarò contento se vince così come lo sarò se vincerò io e possiamo creare un bello show per il pubblico».

Qui le tappe e il percorso dell'AIR 2018.

Da Lido di Jesolo, Diego Barbera

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

E’ un ragazzo del ’99. Del 1999. Fabio Mazzucco ha 19 anni, è veneto, anzi, padovano di Este e corre per la Trevigiani, che se fosse rugby (un padovano a Treviso, un petrarchino al Benetton) sarebbe un sacrilegio, ma essendo...


A Barranquilla in Colombia ieri sono state assegnate le prime medaglie della 23esima edizione dei Giochi Centroamericani e Caraibici che si disputano ogni quattro anni con la partecipazione di più di 30 paesi: il primo oro in assoluto della rassegna...


Ecco le immagini della terza frazione della 3giorniorobica: buona visione!


  Eddy MERCKX. 8. Sto basso, perché quando si parla di una leggenda del ciclismo non bisogna mai esagerare: è già un mito. Oggi, nel giorno della festa del Belgio, è l’ospite d’onore del Tour. Essendo il più grande ciclista...


Il Gp Fabbi Imola è un appuntamento unico nel panorama ciclistico giovanile italiano. Merito dell’ottima organizzazione dei volontari della Ciclistica Santerno Fabbi Imola, società sportiva giovanile imolese attiva dal 1995, e sicuramente della suggestiva location dell’Autodromo Enzo e Dino Ferrari...


Il corridore marchigiano della MsTina Focus Riccardo Stacchiotti ha vinto la quarta tappa del Gran Prémio Nacional 2 de Portugal (Montargil – Aljustrel – 159, 7 km) con una volata prepotente nella quale è riuscito a regolare lo spagnolo Morata...


Si è fatto il regalo di compleanno - che regalo - con qualche giorno di ritardo: Omar Fraile ha tagliato il traguardo dei 28 anni il 17 uglio scorso e oggi ha centrato l'impresa a Mende. «È una gioia incredibile,...


Damiano Caruso è stato grande protagonista della giornata odierna e ha colto un ottimo quinto posto di giornata: «Volevo andare all’attacco sin dal mattino, ci sono riuscito e poi ho collaborato nel finale per chiudere su Stuyven. Ho fatto la...


Giornata di festa in casa Team Colpack per il primo successo stagionale ottenuto da Riccardo Lucca nella classica per scalatori 52/a Cirié – Pian della Mussa. Il corridore trentino già da diverse settimane aveva evidenziato un ottimo stato di forma...


Grande numero di Omar Fraile e prima vittoria in questo Tour per la Astana. Lo spagnolo è stato protagonista di uno splendido assolo sulla salita di Mende, nella quale ha staccato il plotoncino dei compagni d'avventura, ha anticipato il favoritissimo...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy