AL GIRO LA SVIZZERA TUDOR PUNTA SUGLI ITALIANI DAINESE E TRENTIN

GIRO D'ITALIA | 30/04/2024 | 13:39
di Comunicato Stampa

TUDOR Pro Cycling sarà al via del suo primo Giro d'Italia sabato 4 maggio a Torino: gli otto effettivi della squadra svizzera sono Alberto Dainese, Robin Froidevaux, Alexander Kamp, Alexander Krieger, Marius Mayrhofer, Michael Storer, Florian Stork e Matteo Trentin. Un gruppo ricco di esperienza che mette a disposizione dei direttori sportivi un ampio ventaglio di soluzioni per cercare di conquistare diverse tappe.


Il velocista italiano Dainese sarà l'uomo per le volate, pilotato dall'elvetico Froidevaux che è in squadra dal 2021 e sta per affrontare il primo grande giro della sua carriera, mentre capitan Trentin proverà a incrementare il suo bottino di vittorie di tappa nei grandi giri (finora sono 8) sui percorsi più "da classiche" così come i tedeschi Krieger e Mayrhofer, in cerca invece del primo successo in un grande giro.


L'altro tedesco Stork e l'australiano Storer (miglior scalatore alla Vuelta del 2021) saranno le opzioni migliori per le giornate di montagna. A completare il lotto, la forza e la versatilità del danese Kamp.

Il proprietario del team Fabian Cancellara crede molto in loro: "Questa è la formazione giusta per andare a caccia di vittorie e siamo a dir poco elettrizzati per il nostro primo grand tour."

Sarà un impegno importante per i corridori, certo, ma lo sarà anche per l'intero staff di 20 persone che lavoreranno per loro e per la gestione complessiva della corsa rosa, logistica compresa. "Essere arrivati fin qui ha già richiesto un enorme sforzo da parte del nostro personale, dei nostri partner e degli atleti - spiega il team manager Raphael Meyer - quindi siamo determinati a fare il possibile per disputare un Giro di successo."

La Tudor si sta per recare a Torino dove la gara avrà inizio, con la grande partenza da Venaria Reale sabato 4 maggio.

Copyright © TBW
COMMENTI
Domanda
30 aprile 2024 18:02 alerossi
Perchè dainese e non de kleijn, che ha dimostrato di essere 10 volte più forte dell'italiano e di essere un top mondiale?

Parliamone
1 maggio 2024 06:08 Buzz66
Top mondiale? Una Milano Torino e una tappa alla Parigi Nizza.
A 30 anni.
Mai vinto una tappa in un GT.
Se questo è un top mondiale, uno Jakobsen, un Ewan, un Philipsen, un De Lie…cosa sarebbero? Extraterrestri?
Voglio dire, Dainese si è già messo in evidenza al Giro…è più giovane ed è italiano.
Non vedo tutto questo scandalo, sinceramente…

Vabbe
1 maggio 2024 10:24 fransoli
Se tal de kleijn è un top mondiale... Fosse 10 volte più forte di danese avrebbe vinto una cinquantina di corse vita l'età.... Battuta divertente

Dainese
1 maggio 2024 10:48 Alfredo.Alcaldo
Dainese comunque non dev'essere sottovalutato, ricordiamoci che ha vinto due tappe al Giro d'Italia ed una alla Vuelta. Certo quest'anno De Klein ha ottenuto successi più importanti, ma non ha mai partecipato ad un grande giro. La scelta di Dainese non è così scandalosa; anzi, tutt'altro.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Domani pomeriggio ll'aeroporto di Salisburgo - per la precisione al Red Bull Hangar-7 - si scriverà una pagina importante del ciclismo moderno con la nascita ufficiale della Red Bull - Bora Hansgrohe e l'ingresso a pieno titolo nel mondo del...


Tra le maglie più amate del Tour de France, c’è sicuramente quella a pois dedicata al miglior scalatore, maglia che quest’anno potrebbe finire nuovamente sulle spalle di uno degli uomini di classifica. Ad esempio, se Tadej Pogacar dovesse vincere le...


Seconda ai Mondiali. Non in downhill, la specialità in cui vanta già due titoli iridati, ma in gelateria, la sua seconda vita. E ci è riuscita grazie ai gusti della sua terra, il Veronese: il gelato alla Sbrisolona del ristorante...


Una piccola grande storia d'amore: per il ciclismo, per l'Italia e per il Giro d'Italia. Il protagonista è René Koppert, 63 anni, ex corridore professionista delle squadre di Bruno Reverberi, che ha inventato una corsa strana, diversa, unica. Tutto...


Nessun accordo commerciale, nessun secondo fine, Christian Prudhomme è venuto in visita al Museo “Ottavio Bottecchia” di San Martino di Colle Umberto (TV) per suo puro interesse e curiosità. A pochissimi giorni dal via del Tour de France 2024 e della...


Quarto centro stagionale per il bravo Paolo Favero, quindicenne del Pool Cantù-GB Junior. Il varesino di Fagnano Olona, si è aggiudicato per distacco il Gran Premio Francesco Zucchetti-Campione Olimpico per allievi che si è svolto a Cernusco sul Naviglio nel...


Momento magico per le ragazze della Società Ciclistica Cesano Maderno che tornano dall'Umbria con una bella doppietta. Merito di Giulia Costa Staricco e Giulia Lombardi che realizzano due successi nella 30sima edizione del Trofeo Alta Valle del Tevere per donne...


Una Giulia De Maio super-inviata ai campionati italiani non poteva non raccogliere le dichiarazioni a caldo del vincitore Alberto Bettiol: un concentrato di emozioni e consapevolezze, di ringraziamenti e confessione, di guarigione e sacrificio. Con la festosa partecipazione straordinaria del...


La EF Education Easypost ha scelto i suoi otto uomini per il Tour de France: saranno Alberto Bettiol, Neilson Powless, Ben Healy, Marijn van den Berg, Rui Costa, Sean Quinn, Stefan Bissegger e Richard Carapaz. Particolarmente emozionato il neotricolore Alberto...


Shimano, leader globale nelle tecnologie e nei componenti per ciclismo presenta la sua nuova aggiunta alla famiglia di componenti SHIMANO E-BIKE SYSTEMS. Le unità di assistenza alla pedalata EP5 ed E5100 rappresentano un passo significativo verso una nuova era delle e-bike, consentendo ai ciclisti...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi