DWARS DOOR VLAANDEREN 2022. VAN DER POEL, NUMERO... DA FIANDRE. VIDEO

PROFESSIONISTI | 30/03/2022 | 17:05
di Luca Galimberti

È un Mathieu Van der Poel in formato Fiandre quello che mette il suo sigillo sulla Dwars door Vlaanderen. Il capitano della Alpecin Fenix è stato grande protagonista della gara e nel finale ha messo a segno il colpo vincente precedendo nell'ordine il belga Tiesj Benoot e il britannico Tom Pidcock.


Il fuoriclasse dei Paesi Bassi ha bissato il successo del 2019 attaccando a due chilometri dal traguardo assieme a Tiesj Benoot (Jumbo-Visma) per poi saltare il belga sulla retta finale.


LA CORSA - Alla partenza di questo "antipasto" del Giro delle Fiandre si presentano 166 dei 171 iscritti (tra i non partiti anche il friulano Milan). La prima ventina di chilometri scivola via senza sussulti (scivolano a terra anche diversi corridori nelle battute inziali), poi, una quarantina di chilometri dopo il via nasce la fuga di giornata promossa da Nils Politt (BORA - hansgrohe), Johan Jacobs (Movistar Team), Kelland O'Brien (Team BikeExchange - Jayco), Aaron Verwilst (Sport Vlaanderen - Baloise) e Mathijs Paasschens (Bingoal Pauwels Sauces WB). Gli attaccanti arrivano ad avere un vantaggio massimo di 5 minuti e alle loro spalle sono gli uomini di Alpecin Fenix e UAE Team Emirates a lavorare per non far prendere troppo margine alla azione. 

A novanta chilometri dal traguardo uno scatto di Mathieu Van der Poel seleziona il gruppo e accende la corsa. Si susseguono scatti e contro-scatti, i fuggitivi perdono terreno e i migliori si danno battaglia. A questo punto escono dal gruppo Thomas Pidcock (INEOS Grenadiers), Ben Turner(INEOS Grenadiers), Tiesj Benoot (Jumbo-Visma), Mathieu van der Poel (Alpecin-Fenix),Victor Campenaerts (Lotto Soudal), Stephan Kung (Groupama - FDJ) e si pongono alla caccia dei battistrada.

Dal plotone esce tutto solo anche Tadej Pogačar (UAE Team Emirates) nel tentativo di "salire sul treno" di Van der Poel, lo sloveno si avvicina ma non riesce a recuperare gli inseguitori. Decide quindi di non sprecare energie e si fa recuperare dal gruppo.

A 47 chilometri dalla linea conclusiva il drappello Van der Poel raggiunge i primi attaccanti di giornata da cui dopo poco si staccano gli esausti Aaron Verwilst (Sport Vlaanderen - Baloise), Mathijs Paasschens (Bingoal Pauwels Sauces WB) e Johan Jacobs (Movistar Team). Ora il gruppo di testa si restringe a otto con un terzetto composto da Tadej Pogačar (UAE Team Emirates), Jan Tratnik (Bahrain - Victorious) e Valentin Madouas (Groupama - FDJ) ad inseguire.

I due sloveni e il francese non riescono a raggiungere la testa della corsa dove, negli ultimi chilometri, inizia - ancora una volta - la bagarre: ci tenta più volte Victor Campenaerts (Lotto Soudal), lo imita Kung. Nulla da fare. Cerca gloria Tiesj Benoot (Jumbo-Visma), Van der Poel lo raggiunge e lo fulmina prendendosi la trentasettesima vittoria in carriera.

per rileggere l'intera cronaca diretta della corsa CLICCA QUI

in aggiornamento

ORDINE D'ARRIVO

1. Mathieu van der Poel (Alpecin-Fenix)
2. Tiesj Benoot (Jumbo-Visma)
3. Tom Pidcock (INEOS Grenadiers)
4. Victor Campenaerts (Lotto Soudal)
5. Nils Politt (BORA-hansgrohe)
6. Stefan Küng (Groupama-FDJ)
7. Kelland O'Brien (Team BikeExchange-Jayco)
8. Ben Turner (INEOS Grenadiers)
9. Jan Tratnik (Bahrain Victorious)
10. Tadej Pogacar (UAE Team Emirates)

Copyright © TBW
COMMENTI
Un mostro!
30 marzo 2022 17:21 Bicio2702
Domenica che ci saranno tutti, se ne vedranno delle belle!
Peccato che gli italiani arrivano sempre quando i buoni sono già sotto la doccia...

Vero....ma
30 marzo 2022 17:33 frakie
Vero, gli italiani arrivano quando.... ma in compenso le ragazze italiane fanno strage a turno. E contro dei mostri, mica di atlete mediocri.

L'applauso di
30 marzo 2022 17:55 noel
Tiesj Benoot a MVDP, è uno dei più bei gesti di questa bella giornata di ciclismo, chapeau !

Mah
30 marzo 2022 18:30 Ruggero
Premetto che non voglio far polemica ma solo una considerazione, dopo oramai 2 mesi di corse mi sembra che il nostro ciclismo sia oramai al fondo del barile, siamo aggrappati alla Roubaix di Ganna senza considerare che a parte le crono Filippo non ha una storia non ha vittorie non ha piazzamento se si esclude le 2 fughe da lontano, oltretutto questo è un ciclismo "violento" non c'è spazio per i comprimari, se ti addormenti rischi che a 70 dall'arrivo sei già fuori dai giochi, sulle ragazze poco da dire, grandissime tutte

Ciclismo
30 marzo 2022 20:47 fido113
Goduria totale, che spettacolo.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Tutto esaurito a Siena per il weekend di Strade Bianche, la Classica delle crete, che ogni anno incanta il pubblico di tutto il mondo con il suo percorso avvincente, che diventa teatro di guerre spietate combattute a colpi di pedale....


Si avvicina la storica partenza del Tour de Frane dall'Italia e dagli archivi eerge la storia di una corsa unica che ha legato i due Paesi: la 17a edizione della Parigi-Nizza, infatti, ha portato il gruppo da Parigi... a Roma...


Da fuori sembra un’immensa astronave adagiata nella pianura di una campagna asciutta e gelida a due pas­si da Bergamo e a uno da Treviglio, sotto un cielo color dell’orzata. È imponente questa struttura che si distende e si estende in...


Campionati italiani di velocità professionisti, quelli del 1964, il 24 luglio, al Vigorelli. Antonio Maspes contro Sante Gaiardoni. Maspes li aveva già conquistati 11 volte in 14 anni (più due secondi e un terzo posto), Gaiardoni una volta (più tre...


Una caduta sabato durante la Omloop Het Nieuwsblad, un colpo alla schiena, l prime analisi che parlando di una contusione. Poi il dolore che non passa, la necesità di esami più approfonditi e una diagnosi che mette a rischio un'intera...


La natura autentica e selvaggia di Malta, Gozo e Comino rappresenta un’attrattiva di grande fascino per gli amanti degli sport outdoor. Panorami verdeggianti, che si affacciano con viste struggenti sul Mar Mediterraneo, sono attraversati da sentieri percorribili a piedi e...


Si è appena disputato il “Le SAMYN”, in Belgio, una semiclassica nata nel 1968, nella zona dell’Hainaut, provincia della Vallonia che confina con le Fiandre Occidentali e Orientali, del Brabante Fiammingo e di quello Vallone e con la Francia. Regione...


E’ dai tempi di Jukka Vastaranta (prof dal 2003 al 2006) che la Finlandia non sforna giovani interessanti. Una lacuna che Kasper Borremans vorrebbe colmare con la squadra belga Cannibal B Victorious U19 Development Team. Secondo anno da juniores, classe...


Con il mese di marzo la stagione del grande ciclismo su strada entra nel vivo e Northwavenon poteva mancare all’appuntamento con la gara che in pochi anni è riuscita ad affermarsi, secondo molti, come la sesta classica monumento: la Strade Bianche....


Si chiude con la partecipazione al 30esimo Memorial Polese la settimana della formazione Continental del Team Biesse Carrera, che dopo l'ottimo esordio di sabato scorso (doppio podio alla Coppa San Geo e alla Firenze-Empoli) ha vissuto la prestigiosa esperienza al...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi