IL RUANDA E LA LEZIONE DI CRISTIAN AURIEMMA

TUTTOBICI | 30/03/2022 | 07:50
di Gian Paolo Porreca

Lo avevamo conosciuto nel segno del ciclismo massimo, Cristian Au­riemma, nel 2002, arrivo del Giro d’Italia a Caserta, “sai che c’è Eddy Merckx oggi da Auriemma, a Pie­tra­vai­rano?”. Christian Auriem­ma, classe ’74, un ragazzo dell’Alto Casertano, un trascorso da professionista fine anni ’90, inizio 2000, Scri­gno, Alexia, forse altro, che poi aveva lasciato il gruppo e al paese era tornato aprendo un bel negozio di biciclette, concessionario esclusivo per il Sud delle bici prodotte al­lora da Eddy Merckx.


Lo ricordiamo in quella sera, in un ristorante di famiglia, “La Caveja”, al centro del paese, un bicchiere di rosso con Merckx. Eccezionale, l’ospite più illustre che abbia mai avuto la cittadina sotto al Matese, Christian Auriem­ma quella notte sembrava il “sindaco” di Pietravairano.


Ma oggi ne parliamo, per l’evoluzione in umiltà che il ciclismo può maturare nell’animo e nel cuore - o sono la stessa cosa ? - di chi ciclista “vero” come un francescano resta a vita. Quante cose, di ciclistico avrebbe fatto Christian... In­nanzitutto al paese nativo, iniziative di promozione, come la “24 Ore di Pietra­vairano” a squadre, la cittadina che diventa un circuito, una sorta di Gran Fondo suggestiva, con le vie illuminate e gli stand ospitali e la musica come in una grande fiera di piazza h24. E ancora, centrale la sua passione, una attività di guida ciclistica, nel circuito dei Grand Tour or­ganizzati sulle Alpi francesi, a Maiorca, in Toscana, “specie con i cicloappassionati sta­tunitensi, sai, vissuti nel mito di Armstrong...”, ricordava. E poi, una esperienza affascinante, da Ironman, nell’Ultrarace, nel ciclismo estremo, nella Due Vulcani, la Vesuvio - Etna del 2020 e 2021...

Ma oggi Christian Au­riemma ci illumina, e vi illustra, un’altra storia, “tutta un’altra storia”. Si può fare di più, nel ciclismo, giusto di questi giorni, anche senza protagonismo.

In questo scorcio di 2022, Auriemma, di nome sempre Christian - un primo nome che è già destino - ha guidato la sua bici da corsa diversamente, e con devozione e fisico immenso, per una finalità che appare modestamente verticale.

«Ho voluto attraversare in bicicletta l’Africa più inesplorata, il Ruanda, quella che neanche con un 4x4 o un pick-up si percorre, sono passato di villaggio in villaggio, mi hanno salutato come un apostolo - racconta Au­riemma -, su input di una or­ganizzazione di volontariato europeo che mira a portare al ciclismo questi territori, intuendo proprio nell’utilizzo della bicicletta, mica di una racchetta da tennis, un modello elementare di sviluppo sociale».

Da Kigali a Kigali, la ca­pitale, 1200 chilometri o giù di lì, senza paura, «niente bestie feroci», ma con tanto coraggio, un tour Bike-Packing, all inclusive sulle borse laterali della bici, in solitaria, dall’Akagera National Park al Nyungwe National Park, compiuto dal 3 al 13 febbraio. Quel Ruanda che oggi vive, in parallelo, non a caso forse, un suo Tour ufficiale di altro ciclismo.

«Sono tornato a casa, a Pie­travairano, più solo che in compagnia, con la mia Africa dentro, tanti sorrisi di bambini, tanto affetto, mica solo selfie, e il dono negli occhi di quella loro povertà che è poi tutto quello che hanno, pensateci».

E la commozione di Chri­stian Auriemma è tangibile, esprime l’incantevole cuore aperto di un ciclista come redento. Tornato in terra, dal volo passato. «Sai, al pensiero che l’UCI ha promosso il Ruanda come sede per i Mondiali del 2025, il primo in Africa, se fossi solo più giovane, per un po­sto in quella Nazionale io mi candiderei davvero». Da cittadino onorario di Kigali, Ruanda, lui, già “sindaco” di Pietravairano, Italia. Siamo nello stesso mondo, grazie al gesto di una bici sola.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Prima corsa della stagione e subito esordio tra i grandi del pedale per Jarno Widar, 18enne talento belga il cui nome ha iniziato a circolare ormai da qualche tempo sulle bocche degli appassionati e degli addetti ai lavori. Classe 2005,...


La stagione ciclistica italiana dei professionisti ha appena preso il via in Liguria (QUI la nostra diretta) e qui di seguito vi proponiamo 8 dichiarazioni pre-Laigueglia: MARCO TIZZA (Bingoal) «È stata una mia scelta fare così tante corse finora perché...


Parla ancora una volta italiano l' Umag Trophy Ladies. Dopo la vittoria ottenuta lo scorso anno da Alessia Vigilia, oggi è stata la giovane Sara Fiorin a conquistare il primo gradino del podio nella competizione croata. La brianzola della  UAE...


C'è sempre una prima volta... Vicente Rojas è il primo cileno della storia a correre il Trofeo Laigueglia. Nato il 30 aprile del 2002, è ufficialmente approdato al professionismo quest’anno con la VF Group Bardiani CSF Faizané dopo essere stato...


La nuova e interessante iniziativa legata al nome "Laboratorio del Ciclismo" è finalizzata a coinvolgere scuole, oratori, eventi sportivi sul territorio e altri occasioni utili a coinvolgere le nuove generazioni. Un impegno a 360 gradi che punta a sviluppare l’uso...


Al Trofeo Laigueglia – classica di categoria Pro Series del Calendario Internazionale UCI – esordisce in Italia la Petrolike Forte Sidermec. Il Team Manager Gianni Savio ha dichiarato: “Abbiamo iniziato bene la stagione in Sudamerica, più precisamente in Venezuela e...


Lo sappiamo bene cosa accade, basta un inizio di primavera e la voglia di pedalare diventa straripante, non è così che succede? Tranquilli, se vi state immaginando su una nuova bici per l’inizio della primavera sappiate che la realtà potrebbe...


Saranno 172 i ciclisti partenti nel 61° Trofeo Laigueglia, gara internazionale per ciclisti professionisti che apre il calendario professionistico in Italia. Si corre oggi sulle strade della Riviera di Ponente con la partecipazione di ben 25 team tra cui 9...


Tutto è nato da un post su Linkedin ed è naturale che il social network dedicato soprattutto ai rapporti professionali e al mercato del lavoro ospiti oggi anche il Team Polti Kometa. Ricordate? Ve lo abbiamo raccontato per primi, l'incontro...


Annunciati gli iscritti (la lista dei partenti sarà ufficializzata ovviamente venerdì) alla 10^ edizione della Strade Bianche Women Elite Crédit Agricole e alla 18^ edizione della Strade Bianche Crédite Agricole che sabato 2 marzo renderanno Siena il centro focale del ciclismo mondiale....


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi