LA VINI ZABU' AFFIANCA LA INTERMARCHE' WANTY GOBERT

PROFESSIONISTI | 25/11/2021 | 08:10
di Francesca Monzone

Come avevamo annunciato in anteprima, il World Tour avrà una nuova sponsorizzazione italiana, grazie al raddoppio di Valentino Sciotti e della Vini Fantini Group che, dopo la Israel Start Up Nation, hanno deciso di puntare sulla Intermarchè - Wanty - Gobert con il marchio Vini Zabù.


Madrina della presentazione italiana della squadra è stata Giulia Sciotti, brand ambassador di Vini Fantini Group, che nella splendida cornice del castello di Ortona in Abruzzo, ha fatto gli onori di casa. Il viaggio italiano del team belga è iniziato con la visita ai nuovi stabilimenti dell’azienda vinicola con il general manager della Wanty - Gobert - Intermarchè Jean François Bourlart, il direttore sportivo Valerio Piva e il corridore Lorenzo Rota, prima di andare a Ortona nel castello, dove la famiglia Sciotti ha presentato la squadra.


«Siamo molto contenti di questa nuova avventura con la Intermarchè - Wanty - Gobert - ha detto Giulia Sciotti -. E’ una squadra approdata da poco nel World Tour ma ha dimostrato grandi qualità. Oltre ad aver vinto, è una squadra che ha onorato le corse andando in fuga in tante occasioni. Siamo contenti perché entreremo nel World Tour con una seconda squadra, puntando ancora su valori importanti, perché - come azienda che ha deciso di investire nello sport - crediamo nel ciclismo etico, sano, puro e trasparente e sappiamo che la Intermarchè - Wanty - Gobert crede nei nostri stessi valori. Per noi questa è una squadra strategica, perché per la Vini Fantini Group il mercato del vino in Belgio è molto importante».

Felice di questa nuova partnership è il numero uno del team belga Jean François Bourlart, che ha voluto raccontare il percorso del suo team. «Si è appena concluso il nostro primo anno nel World Tour e abbiamo finito al 14° posto del ranking mondiale. All’inizio del 2001 eravamo molto giovani, ma anno dopo anno abbiamo cercato di salire di categoria. Nel 2016 Gasparotto ha vinto l’Amstel Gold Race e abbiamo vinto la classifica della seconda divisione. Siamo arrivati al Tour nel 2017 e poi siamo tornati fino al 2019. Siamo orgogliosi di questo perché sono pochissime le squadre non francesi ad aver ottenuto una wild card per il Tour. Nel 2020 non siamo stati invitati e questo ci ha spinto a voler diventare una squadra World Tour. A fine 2020 abbiamo acquistato la licenza per la massima categoria (dalla CCC, ndr) con validità fino al 2022, ma cercheremo di tenerla anche per i prossimi anni. Sappiamo che adesso, con il nome Vini Zabù sulla maglia, i tifosi italiani impareranno a conoscerci e ad apprezzarci».

Questa nuova collaborazione è motivo di orgoglio per il direttore Valerio Piva che, grazie all’ingresso in squadra della Vini Zabù, sente di essere adesso parte di un team in parte italiano. «Abbiamo iniziato a vincere e questo ci ha dato grandi emozioni - ha detto Piva -: Kristoff è entrato in squadra per rafforzare il team e sarà il nostro uomo per le Classiche a partire dalla Milano-Sanremo e poi proseguirà con le corse in Belgio e il Tour de France. Louis Meintjes sarà il nostro uomo per i grandi giri e poi c’è Lorenzo Rota, un giovane nel quale crediamo molto».

Chiamato in causa, Lorenzo Rota è certo che nel 2022 potrà fare grandi cose. «La squadra sta crescendo e sono convinto che la prossima stagione sarà migliore - ha detto il bergamasco -. Vorrei vincere anche perché so che una vittoria mi aiuterà a sbloccarmi. Il mio programma nel 2022 sarà simile a quello di quest’anno con gare in Francia, per poi spostarmi in Italia dove sarò alla Sanremo e penso che disputerò anche il Giro. Mi piace correre in Belgio, ma il Lombardia è la corsa che mi piace di più, perché per me è la corsa di casa».

Copyright © TBW
COMMENTI
Bertazzo
25 novembre 2021 09:38 Oritiz
Ci mettiamo anche Liam in squadra?

Una professional in meno in italia?
25 novembre 2021 11:36 geo
Il team di Citracca e Scinto che fine farà?

Professional
25 novembre 2021 13:04 cocco88
Orma per scinto e citracca la vedo dura .. e non è una bella notizia per tutto il ciclismo italiano … purtroppo le informazioni nel ciclismo sono 20 anni dietro ad altri sport .. si leggono comunicati di squadre senza elencare i roster dei corridori … squadre in difficoltà che si celano dietro ai silenzi senza dare novità agli appassionati …

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Mentre scriviamo, i ragazzi neoprofessionisti e le ragazze "neo-WorldTour" del ciclismo italiano stanno seguendo i corsi organizzati, presso la sede del CONI Lombardia in via Piranesi a Milano, dalla Scuola Tecnici della Federazione Ciclistica Italiana, insieme all’Associazione Corridori Ciclisti Professionisti...


Si svolge oggi a Milano il corso organizzato da FCI, ACCPI ed LCP, dedicato ai ragazzi neoprofessionisti e alle ragazze neo-WorldTour. Ad aprire i lavori, l'intervento di Daniele Bennati, nuovo c.t. della Nazionale italiana maschile di ciclismo: «Oggi si...


L’inverno non è amico della bici, questo è poco ma sicuro. Il freddo, lo sporco, la pioggia, il gelo e il sale distribuito sulle strade sono da sempre fattori che mettono alle strette le parti meccaniche delle nostre bici e...


Il titolo italiano, quello europeo e poi la vittoria alla regina delle Classiche, la Parigi-Roubaix: Sonny Colbrelli è stato protagonista di una stagione davvero indimenticabile. Sidi ha deciso di concentrare le emozioni delle più belle vittorie sulla tomaia della sua Wire 2, una scarpa alla...


Prima o poi si torna alle origini. Capita anche a Sonny Colbrelli, il miglior ciclista italiano dell’anno: presentandosi nella sede della Merida Italy, a Corte Tegge, per ritirare una mountain bike realizzata in esemplare unico per lui, il Cobra rivive...


A pochi mesi dell'inizio della nuova stagione, il team Caja Rural-Seguros RGA completa la sua squadra con la firma di un corridore del valore e dell'esperienza di Mikel Nieve (Leiza, 1984). Il ciclista della Navarra arriva con la motivazione di...


Non è stato lui a scegliere la bici, ma la bici a volere lui. Come una dea che s’impadronisce di un guerriero fino a renderlo eroico, leggendario, mitico. E Piero Marchesi, a suo modo, eroico, mitico, leggendario lo è. Anche...


Oggi inizia dicembre, ultimo mese dell'anno solare ma già il primo della nuova stagione agonistica. Il calendario di un ciclista professionista non è lo stesso di una persona che svolge un lavoro con ritmi più canonici. Noi corridori in genere...


È una storia che va avanti quella tra Drone Hopper Androni Giocattoli e Bottecchia. Saranno, infatti, le biciclette dell’azienda di Cavarzere ad equipaggiare il team. Sarà il sesto anno di una partnership solida come spiega Marco Bellini, il responsabile sponsor...


Astoria Wines è protagonista non solo sul podio del grande ciclismo (come avviene al Giro d’Italia, a La Vuelta Espana o in tante altre occasioni internazionali), ma stavolta anche in gara. Filippo Polegato, AD di Astoria Wines, è stato infatti...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI