GROENEWEGEN. «IERI E' STATO DIVERTENTE, OGGI SARA' UN PASSO IMPORTANTE»

GIRO D'ITALIA | 09/05/2021 | 07:27
di Francesca Monzone

Occhi puntati sui velocisti oggi e in molti aspettano di capire cosa farà Dylan Groenewegen in corsa nel finale, quando tutti andranno al massimo e verrà lanciata la volata. L’olandese è di nuovo un corridore e ieri è tornato in gara dopo la sospensione di nove mesi inflittagli dall'Uci per aver provocato la caduta di Fabio Jakobsen al Giro di Polonia.


Il velocista della Jumbo-Visma sembrava essersi chiarito con Jakobsen, ma qualcosa non deve aver funzionato e il corridore della Deceuninck-Quick step ha criticato le dichiarazioni fatte da Groenewegen dei giorni scorsi, riguardo ad un loro chiarimento.


«Anche per me è stata una sorpresa – ha detto Groenewegen una volta arrivato in Italia –. Poi fare quelle dichiarazioni poco prima del mio ritorno in corsa...». Groenewegen a fine aprile aveva fatto una conferenza stampa e in quella occasione aveva raccontato del suo incontro con Jakobsen e del loro chiarimento. Riguardo a questo, proprio Jakobsen ha rilanciato dicendo che Dylan non si era mai assunto la piena responsabilità di quella spallata, che aveva mandato Jakobsen a urtare pesantemente contro le transenne.

«Riguardate le mie interviste, ho spesso ammesso che non avrei dovuto deviare dalla mia linea. È successo inconsciamente, ma non avrei dovuto farlo. Questo vuol dire aggiungere benzina sul fuoco. Il giorno prima del Giro non è bello sentire una cosa simile. Ma sapevamo in anticipo che ci sarebbero state reazioni negative. Nel frattempo ho parlato anche con tanti colleghi e tutti mi stanno accogliendo e sono contenti che io sia tornato».

Oggi sarà una prova importante per Dylan Groenewegen, perché se sono state superate le ferite del corpo e bisogna vedere in quale modo la sua testa reagirà quando si troverà in mezzo al gruppo, pronto a lanciare la volata.

«Oggi sarà per me un po’ l’occasione per guardare come stanno andando le cose. Ovviamente non so ancora come reagirò al momento della volata - ha detto l'olandese riferendosi al finale di tappa -. Ieri è stato sicuramente divertente rientrare in corsa con la prova a cronometro. Il riscaldamento, mettere di nuovo il mio numero sulla schiena. Ci è voluto un po’ per abituarsi, ma è anche divertente».

Dylan Groenewegen ha spiegato quale è stato il suo impatto psicologico in questa vicenda. Il rumore forte ed improvviso ancora spaventa il corridore olandese, che ha seguito un percorso psicologico dopo l’incidente. «Anche in allenamento quando sentivo un rumore improvviso, mi spaventavo, non è stato facile per me tornare a correre. Oggi sarà una prova importante, devo fare un passo alla volta e poi potrò pensare di ricominciare a vincere».

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Continua il momento magico di Lorenzo Fortunato. Il 16° posto finale al Giro d'Italia e il trionfo sullo Zoncolan non sono stati frutto del caso e sul Monte Grappa il giovane portacolori della Eolo-Kometa lo ha dimostrato ampiamente. Il bolognese...


È cominciata ufficialmente la settimana che assegna i titoli nazionali nella gran parte dei Paesi. E come sempre sono le cronometro ad aprire i giochi.Tornato alle corse la settimana scorsa dopo una pausa di riflessione, Tom Dumoulin ritrova in fretta ...


Quest'oggi si è alzato il sipario sul primo percorso regionale permanente in Italia dedicato alla bicicletta su strade asfaltate secondarie a basso traffico e su tratti “bianchi”. Via Romagna si accredita tra le ciclovie più interessanti a livello europeo con i suoi...


Si sta specializzando nella conquista delle cime più prestigiose: Lorenzo Fortunato ha vinto, con un finale incredibile, la seconda tappa dell'Adriatica Ionica Race 2021 che si è conclusa in vetta al Monte Grappa. La prima parte della tappa è stata caratterizzata...


Quest’anno l’Axion Swiss Bank – Gran Premio Città di Lugano si svolgerà domenica 27 giugno. L’elegante Casinò di Lugano ha ospitato oggi la presentazione della classica professionistica giunta all’edizione numero 74. L’egida organizzativa è sempre del Velo Club Lugano, società...


Al termine dell’udienza generale, il ciclista colombiano vincitore del Giro d'Italia ha incontrato Francesco e gli ha donato, a nome di tutti i connazionali, la maglia rosa e una bicicletta, una Pinarello bianca bordata d'azzurro. La bicicletta, fanno sapere fobti...


Nuovo nome - ma non nuovo sponsor - e nuova maglia, debutto previsto al Tour de France. La Total Direct Energie cambia nome in occasione della Grande Boucle e si chiamerà Team TotalEnergies, presentando una maglia nella quale il bianco...


22 squadre, ognuna con sei corridori, prenderanno parte al Deutschland Tour dal 26 al 29 agosto. La gara si svolgerà in quattro tappe con partenza dalla città anseatica di Stralsund e traguardo finale a Norimberga. 727 chilometri sarannono percorsi sulla...


Simone Consonni prolunga per altre due stagioni il suo impegno con la Cofidis. Il ventiseienne corridore bergamasco sarà una delle carte più importanti della formazione francese per gli sprint e per le classiche. Dopo essere arrivato terzo lo scorso anno...


Caro Direttore, non mi si venga a raccontare che il sommo idiota che ha sfregiato il Monumento eretto e titolato in memoria di Franco Ballerini ha semplicemte commesso "una bravata"! Prescindendo, neanche poi tanto, dai profili delittuosi del gesto che...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155