BELLI E SICURI: GIANNI BUGNO PROMUOVE I PERCORSI "EUROPEI" DEL TRENTINO

NEWS | 10/04/2021 | 08:10

Gianni Bugno, ex campione due volte iridato, idolo del ciclismo anni ’90 ed oggi Presidente del CPA (Cyclistes Professionnels Associés) è arrivato a Trento, su invito del Presidente della UEC (European Cycling Union) Enrico Della Casa, per dare uno sguardo ai tracciati dei prossimi Campionati Europei in programma dall’8 al 12 settembre 2021.


Chiaro che, dato il suo ruolo di massimo rappresentante dei corridori professionisti, il sopralluogo di Gianni Bugno era finalizzato soprattutto al tema della sicurezza in gara, ma ovviamente non è mancato un suo giudizio da esperto sui tracciati che assegneranno le prossime maglie continentali.


“Ho visto percorsi tecnici, molto belli sia a crono che in linea – ha spiegato Bugno -. Per la prova contro il tempo vedo una sfida molto aperta anche ai non specialisti, mentre la prova in linea si presenta complessa e di difficile lettura, salite e discese senza pause, prevedo una corsa abbastanza dura. Non ho visto criticità nel tracciato, l’arrivo nel centro di Trento è affascinante anche se la strada si restringe un po’ nel finale, ma con una buona gestione organizzativa non ci saranno problemi di sicurezza. Direi che l’Europeo in Trentino nasce sotto un segno favorevole”.

Bugno non si è sbilanciato in pronostici ma è noto come l’Europeo per i professionisti da qualche anno a questa parte parli italiano nella prova maschile, visto che tre diversi corridori azzurri si sono aggiudicati il titolo nelle ultime tre edizioni: Matteo Trentin in Scozia nel 2018, Elia Viviani in Olanda nel 2019 e Giacomo Nizzolo in Francia nel 2020.

La visita della UEC a Trento ha visto i dirigenti europei impegnati in una riunione finale di briefing per fare il punto sulla preparazione dell'evento insieme al Comitato Organizzatore, che fa capo all'Azienda per il Turismo Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi in stretta collaborazione con Trentino Marketing, il Comune di Trento e Trento Eventi Sport. Al termine della lunga riunione, Enrico Della Casa ha espresso giudizi lusinghieri rinnovando il suo ottimismo per il buon esito della manifestazione continentale, benchè non mancheranno limitazioni legate al Covid-19, tema al quale è stato dedicato un ampio approfondimento per far sì che i campionati si svolgano nella massima sicurezza.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
C'è anche la Francia nel calendario della Vini Zabù che aprirà un mini ciclo di corse in terra francese con il Tour d'Eure et Loir in programma dal 14 al 16 maggio. Tre le frazioni che verranno affrontate dal team...


Joao Almeida non ci sta e questa mattina al villaggio di partenza di Piacenza ha avuto il suo bell'impegno: il portoghese ha incontrato la giuria per spiegare che ieri non ha commesso alcuna infrazione e quindi non meritava l'ammonizione (accompagnata...


Difficile marcare il campo d’azione di una gravel, del resto questa speciale bici intrappola il neofita, lo stradista e il biker in cerca di nuove emozioni. Tutto accade come una esperienza quasi ancestrale e per come la vedo io, vi...


Wout van Aert potrebbe essere costretto a cambiare i suoi programmi di avvicinamento al Tour de France. Il belga della Jumbo Visma, infatti, è stato operato per una appendicectomia. Scrive il quotidiano belga Het Laatste Nieuws che Van Aert era...


La stagione di Thibaut Pinot rischia davvero di trasformarsi in calvario. Lo si capisce chiaramente dalle parole del general manager della Groupama-FDJ Marc Madiot rilasciate ad Eurosport francese: «C'è una possibilità su un milione di vedere Thibaut al via del...


Tramite il canale del tam-tam sempre attivo, seppure assai stagionato, degli specialisti del mezzofondo - gli “stayer” di collaudata esperienza a livello internazionale che guidavano le mastodontiche cilindrate dei tempi che furono sulle piste di tutto il mondo - è...


E’ tappa tutta emiliana questa quarta frazione, la prima al di fuori del Piemonte per il Giro d’Italia n. 104, con un percorso che conduce dal cuore della Pianura Padana, Piacenza, a Sestola, sull’Appennino Modenese. L’altimetria propone una prima parte...


Davide Cimolai la vittoria l’ha cercata e l’arrivo a Canale lo aveva cerchiato sul suo Garibaldi come uno degli obiettivi possibili da raggiungere. Voleva vincere e dedicare il successo alla sua compagna, a casa, che tra pochi giorni darà alla...


Storie di corse e di corridori, di maglie e di mogli, di tappe e di toppe, di scatti e di cotte, e perfino di qualche vittoria. La seconda puntata è dedicata a Sandro Quintarelli: Ciamberle. Accadde al militare: gli fecero...


Geoffrey Bouchard della AG2r Citroen e Callum Scotson della BikeExchange nella seconda tappa, Samuele Zoccarato della Bardiani CSF Faizané e Joao Almeida della Deceuninck Quick Step nella terza tappa. Sono i quattro corridori sanzionati finora dalla giuria per lancio di...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155