VINO E CICLISMO, LA FAVOLA DI NANDO CALDIROLA

STORIA | 06/04/2021 | 07:54
di Danilo Viganò

Nei suoi racconti aziendali e sportivi, Nando Caldirola ha portato il marchio Vinicola Caldirola in tutto il mondo. Avrebbe compiuto 81 anni in agosto il signor Caldirola, scomparso pochi giorni fa a causa di un brutto male. Vini e Ciclismo il binomio perfetto per l'imprenditore lecchese, che ha saputo fondere la sua passione per le due ruote diventando dapprima imprenditore di successo. Dall'azienda di famiglia ha costruito un impero, che oggi conta la bellezza di 120 dipendenti e un volume quotidiano di vino equivalente a 360 mila bottiglie.


A Contra, frazione di Missaglia nel Lecchese dove ha sede la casa Vinicola Caldirola, è iniziata la scalata di Nando Caldirola verso il successo sia in campo aziendale che in quello sportivo. Tra il 1995 e il 2004 Nando  Caldirola si concentra nella realizzazione di una squadra ciclistica: rileva e sponsorizza un team già in essere, e subito debutta con una serie di vittorie tra cui conquista il titolo mondiale a cronometro degli under 23 con Gianluca Sironi nel 1996.

Certamente l'imprenditore brianzolo è un pozzo di idee e innovazioni sempre aperto a nuove soluzioni. Si documenta quotidianamente sugli eventi delle due ruote e sui nomi dei corridori. Riceve apprezzamenti anche dei grandi intenditori di vini. Con il ciclismo si è trovato bene fin da subito, anche perchè Nando era uno che lasciava fare, e con Enrico Maggiori, Renzo Bordogna, Fabrizio Bontempi e altri personaggi di quell'epoca fa il grande salto nei professionisti: è il 1998 quando la Vini Caldirola-Tacconi Sport pone le basi per allestire una formazione di grande impatto mediatico, che la porterà a lanciare atleti come Francesco Casagrande, come il lettone Romans Vainsteins campione del mondo a Plouay nel 2000, Mauro Gianetti, Stefano Garzelli e Gianluca Bortolami con quest'ultimo trionfa nel Giro delle Fiandre nel 2001.

La Vini Caldirola diventa così un punto di riferimento nel ciclismo italiano e internazionale, e Nando Caldilora ne è l'artefice principale. Una icona nel campo del business e dello sport questo personaggio
che è stato tra i fondatori dell’associazione Vera Brianza, di cui era stato lo storico, primo presidente. Era politicamente vicino al popolare Michail Gorbaciov e ha spalancato le porte della Russia a numerosi imprenditori italiani. La prima uscita dell'ex presidente russo nel 1993 dai confini di quella che era l'Urss dopo il tentativo di golpe nel 1991 l'ha organizzata proprio Nando Caldirola con un viaggio in Italia. Da ragazzino in collegio a Cantù era compagno di Bettino Craxi. Il suo nome si può annoverare tra i personaggi che hanno avuto successo negli affari e in ambito sportivo. Nando Caldirola è entrato a far parte di una generazione di uomini che sta scomparendo.

Nando Caldirola divenne presidente della Casa Vinicola Caldirola nel 1981 alla morte del padre. Nei periodi di massimo attività hanno lavorato per lui  più di 120 dipendenti e dallo stabilimento di Missaglia venivano confezionate fino a 360mila bottiglie al giorno destinate, oltre che agli scaffali della grande distribuzione italiana con l'invenzione del 3X2, ai mercati di Germania, Olanda, Belgio, Lussemburgo e Russia, acquisiti grazie anche alla fondazione nel 1990 dell'associazione “Vera Brianza”.


 

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Filippo GANNA. 10 e lode. Una freccia nel cuore, che annienta e ci porta via. Una freccia che fa centro, al primo colpo, come un anno fa, a quasi sessanta all’ora, con la consueta eleganza e quella potenza che su...


Kasper Asgreen è tornato! Il danese, vincitore del Giro delle Fiandre, mette la sua firma sulla quarta tappa della Volta ao Algarve, una cronometro individuale di 20, 3 chilometri che oggi si è svolta attorno alla località di Lagoa. L'atleta...


Ganna&Affini. Sembra la ragione sociale di una premiata ditta. E' quanto di meglio l'Italia possa aspettarsi, con l'aria che tira. Ma sì, prendiamoci questo simpatico aperitivo con Ganna e il suo degnissimo rivale, cercando di assaporarlo in tutto e per...


Filippo Ganna è tornato e lo ha fatto con quella potenza che ha sempre messo nelle sue vittorie. E’ felice, il campione mondiale delle prove contro il tempo, adesso è più sereno, anche se sa che prima o poi questa...


Onore a Ganna, ma in chiave vittoria nel Giro d'Italia come sono andate le cose in questa crono? Il migliore di tutti è stato Joao Almeida, quarto al traguardo con 17 secondi di ritardo da Ganna, seguito ad un solo...


Nel Giro della ripartenza, l'Italia sorride. Una freccia iridata sulle strade di Torino, una festa straordinaria per iniziare il Giro d'Italia 2021. Era il più atteso, Filippo Ganna, e non ha deluso le attese: li ha messi tutti in fila con...


Buon momento per Francesco Romano. Il corridore del Velo Racing Palazzago vince il Trofeo Menci per dilettanti, che si è corso stamane a Castiglion Fiorentino nell'Aretino. Il siciliano, che aveva già vinto la prima tappa del Giro di Romagna per...


B come Bellino. Nel senso di Paolo, direttore generale di Rcs Sport. E’ un cognome, non un complimento. Da non confondere con l’omonimo comune a un passo dalla Francia: piemontesi entrambi, ci si ferma lì, al massimo si passa il...


E' il colombiano Jhonatan Restrepo a firmare la prima vittoria per la Androni Sidermec al Tour du Rwanda. Il corridore di Gianni Savio, ha vinto infatti la breve cronometro individuale di Kigali (4, 5 km) coprendo la distanza di 6'27"....


Secondo posto di Francesca Barale nella Nations Cup in Francia. La campionessa italiana delle juniores, portacolori della Vo2 Team Pink, ha sfiorato il successo nella prima tappa del Tour du Gevaudan Occitanie in svolgimento sulle strade francesi. La Barale ha...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155