ARCHIBALD, ESORDIO A 30 ANNI: «I COMPAGNI A VALENCIA, IO SU ZWIFT»

PROFESSIONISTI | 22/02/2021 | 07:50
di Nicolò Vallone

Alla fine ce l'ha fatta il cronoman scozzese John Archibald a debuttare tra i professionisti. Sembrava che questo momento non dovesse mai arrivare. Finalmente a 30 anni, dopo anni di Continental e di pista (impreziositi dal bronzo nella staffetta mista ai mondiali su strada dello Yorkshire nel 2019) arriva la chiamata di una Professional, la Eolo Kometa di Basso & Contador, ma il coronavirus e la variante inglese ti mettono i bastoni tra le ruote: i compagni si allenano insieme in Spagna, tu devi rimanere a casa a causa degli "embarghi" per chi arriva dal Regno Unito; cerchi in rosso sul calendario la prima corsa da pro in carriera a inizio febbraio, ma la cancellano causa-Covid.


La grande emozione, però, era solo rimandata. Il giorno di San Valentino John ha finalmente vestito in gara la maglia azzurra griffata Eolo: un 109° posto nella Clasica de Almeria vinta dal leader della Qhubeka Assos Giacomo Nizzolo.


Così Archibald ha raccontato questo particolare inizio di stagione, e di carriera professionistica a tutti gli effetti, ai canali ufficiali dell'ambizioso team italiano: «Il mio avvicinamento alla gara è stato "poco convenzionale" rispetto a quello dei miei compagni. Mentre loro a gennaio si godevano il consueto ritiro a Oliva (Valencia) io mi sono dovuto far piacere la compagnia del mio "allenatore indoor" dato che ho pedalato per 40 ore in 11 giorni su Zwift. Con rigide restrizioni di viaggio che mi impedivano di partire per la Spagna, ho fatto del mio meglio per ricreare gli allenamenti a casa. Ma tutto questo è stato reso più difficile dal costante mix di neve, ghiaccio e pioggia della mia Scozia. In ogni caso, ero motivato a continuare il mio allenamento con all’orizzonte la prospettiva di correre. Dopo la cancellazione della Valenciana, che peraltro mi avrebbe dato una bella occasione di giocarmi una tappa a cronometro, la Clasica de Almeria è diventata la corsa più indicata per l'esordio. È stata una gara molto nervosa e ho visto molte cadute da situazioni apparentemente innocue. Il nostro velocista, Pacioni, è stato vittima di una caduta nel finale. Anche se non ho contribuito quanto avrei voluto agli sforzi della squadra, i giovani Rivi e Bais hanno fatto un ottimo lavoro nell’attaccare le fughe e segnare punti nelle classifiche intermedie. Con Belletti ​​meglio piazzato per la squadra (25°) il morale del nostro gruppo è comunque rimasto alto, nonostante non fosse il risultato da sogno che ci eravamo prefissati. Comunque ora potrò unirmi alla squadra al prossimo ritiro di Oliva e poi proseguirò il programma di gare in Italia. Spero di non dover nel frattempo affrontare altre pedalate al chiuso!»

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Quattro mesi dopo la sua ultima corsa sul pavè belga, Julian Alaphilippe torna sulle storiche strade fiamminghe, questa volta non per il Giro delle Fiandre, ma per la 76a edizione della Omloop Het Nieuwsblad, con la mitica combinazione Muur Kapelmuur...


Il Covid colpisce ancora alla vigilia della Het Nieuwsblad: la Israel- Start Up Nation sarà al via senza Guillaume Boivin (nella foto) e Reto Hollenstein. La Sport Vlaanderen-Baloise invece ha sostituito Robbe Ghys con Kenny De Ketele.


Dopo le prime corse in Francia e mentre si chiude l'UAE Tour, scatta oggi la stagione delle classiche belghe. C'è profumo di pavè, di muri, di ciclismo epico anche se mancherà un ingrediente fondamentale come il pubblico. ancora una volta...


Finalmente ci siamo. Sarà la Coppa San Geo, come da tradizione, ad aprire la stagione dilettantistica e tutti gli appassionati potranno seguirla in diretta su tuttobiciweb e sulla piattaforma di PMG Sport. Appuntamento fissato alle 14.50 con le immagini prodotte...


La Alpecin-Fenix ha sciolto le riserve e Mathieu Van der Poel correrà solo domenica la Kuurne-Bruxelles-Kuurne, rinunciando alla Omloop Het Nieuwsblad di oggi. «L'Omloop Het Nieuwsblad è più impegnativa sulla carta, mentre la Kuurne-Brussels-Kuurne si adatta meglio alla sua preparazione...


  Trentuno squadre e 200 dilettanti Under 23 per la prima sfida della stagione, la Firenze-Empoli che da 34 anni apre la stagione dei dilettanti. Si ritroveranno in mattinata sulla meravigliosa “terrazza” del Piazzale Michelangelo a Firenze da dove alle...


È davvero un brutto infortunio quello di cui è stato vittima Florian Stork, giovane emergenet del Team DSM, caduto ieri durante la sesta tappa dell'UAE Tour. Stork si è rotto una rotula e diverse costole: «Le fratture - scrive il...


Sarà chi sa, forse l’effetto della mascherina, ma camminiamo - e non solo metaforicamente - con gli occhi bassi, in questi giorni della merla 2021. Sarà chi sa, ma nel rettangolo del ciclismo che verrà non riusciamo ad inforcare un...


  Sabato in Riviera di Ponente si aprirà la stagione femminile su strada 2021. C’è molto entusiasmo attorno all’organizzazione del neonato Trofeo Città di Ceriale, gara elite che si svolgerà con regia della Loabikers sulla distanza di 98 chilometri (il...


Sarà una corsa, sarà anche come un primo giorno di scuola: dopo i giorni di ritiro nella Comunitat Valenciana, dopo i rinvii e le cancellazioni obbligate dalla situazione sanitaria, dopo i debutti sulle strade spagnole, ecco che si arriva in...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155