ARZUFFI. «UN TRICOLORE CHE MI HA REGALATO MILLE EMOZIONI»

CICLOCROSS | 13/01/2021 | 07:50
di Danilo Viganò

Straordinaria Alice Arzuffi. E' lei la nuova campionessa italiana di Ciclocross della categoria donne elite. La seregnese, 26 anni, ha conquistato il titolo a Lecce, in Puglia, sul circuito disegnato nel Parco Belloluogo. La medaglia d'oro che l'azzurra aggiunge a una collezione di medaglie infinita (è l'ottava maglia tricolore in carriera, ndr) vale questo ed altro in tema di festeggiamenti.


Tranquilla e concentrata, Arzuffi ha affondato i colpi di pedale necessari per sfiancare le sue avversarie e dominare una corsa che l'ha vista dall'inizio alla fine l'indiscussa protagonista. Per la brianzola, in lacrime all'arrivo, si tratta di una grandissima vittoria. Che valore dai a questo trionfo?


"Sognavo questa maglia, e finalmente è arrivata - spiega Alice che in questi giorni si trova ad Ardea, a sud di Roma, in collegiale con la Nazionale Italiana -. Ci tenevo a riportare questa maglia a Seregno, in Brianza, per me era troppo importante. Di campionati italiani ne ho vinti otto, ma questo ha un sapore particolare, non riesco a spiegare come, con tutte le emozioni che avevo dentro una volta tagliato il traguardo. Quanto alla gara, tutto è andato secondo i piani, anche quello di attaccare in partenza perchè volevo il gruppo subito allungato. Solo correndo a blocco poteva riuscirmi questo capolavoro".

Una gara straordinaria. Chi conosce poco il ciclocross non riesce a capire cosa vuol dire battere la fuoriclasse Eva Lechner, che da nove anni consecutivi aveva monopolizzato la sfida tricolore femminile. Arzuffi ci è riuscita grazie alla forza fisica, alla determinazione e alla capacità di non mollare mai. Chi devi ringraziare?

"La squadra Fiamme Oro della Polizia, e il team 777 con il quale gareggio in Belgio per quello che fanno e per la fiducia che ripongono in me. La mia famiglia e naturalmente il grande lavoro anche da parte dei preparatori Davide Arzeni e Luca Quinti, che hanno contribuito al successo".

La Arzuffi è la prima atleta brianzola della storia a vincere il titolo italiano tra le elite. Una maglia tricolore che la lombarda porterà per tutto l'anno, e che avrà modo di indossare per la prima volta il 24 gennaio in Belgio, nella quinta e ultima prova della Coppa del Mondo esattamente una settimana prima dei campionati del mondo, che si svolgeranno sempre sul territorio belga a Ostenda.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
«Domenica è sempre domenica...» cantava nel 1957 Renato Rascel ed il brano - scritto da Garinei e Giovannini su musica di Gorni Kramer (pensateci, un poker d'assi) - era destinato a diventare immortale. E «Domenica è sempre domenica...» sembra essere...


Mads Pedersen si conferma uomo da classiche e, dopo aver conquistato la Gand-Wevelgem a ottobre, si porta a casa anche la Kuurne-Bruxelles-Kuurne. Il danese ha nettamente regolato in volata il gruppo dei migliori al termine di una gara davvero appassionante....


Continua il grande febbraio del ciclismo italiano e porta il suo mattone alla causa anche Andrea Bagioli andando a vincere per distacco la Drome Classic. Il valtellinese della Deceuninck Quick Step ha fatto la differenza nel finale sul Mur d'Eurre...


Felicissimo avvio di stagione per i dilettanti toscani. Dopo il successo del fiorentino Tommaso Nencini nella Firenze-Empoli ed il terzo posto del suo compagno di squadra Tommaso Fiaschi nella Coppa San Geo in Lombardia, ecco il successo per distacco del...


  Renato Di Rocco, vice presidente dell’Unione Ciclistica Internazionale e per 16 anni alla guida della Federazione Ciclistica Italiana, è stato ospite in Toscana in occasione della Firenze-Empoli, classica di apertura della stagione per gli Under 23 per tenere fede...


È una lettera bellissima, quella scritta da Simona Frapporti. Una lettera che trasuda amore e ringraziamento per il ciclismo, sport che l'ha accompagnata per tutta la vita fino ad ora. Simona ha deciso di voltare pagina e lo fa in...


Saranno in tanti oggi a cercare di vincere la Kuurne-Bruxelles-Kuurne e tra questi c’è anche Mathieu van der Poel, l’ultimo vincitore del Giro delle Fiandre che oggi farà il suo esordio in questa corsa. Il successo a Kuurne, lo scorso...


A tre giorni dall’appuntamento del 3 marzo continua ad arricchirsi di nomi importanti il campo dei partecipanti al Trofeo Laigueglia. Proprio in queste ore la segreteria tecnica del GS Emilia, partner tecnico del Comune di Laigueglia per l’organizzazione della gara,...


La domanda esposta nel titolo è chiaramente tendenziosa, ma quel che è accaduto ieri alla Ardeche Classic è perlomeno clamoroso. Un'auto contromano rispetto alla corsa, un'auto dei Sapeurs Pompiers che non rallenta incrociando il gruppo e continua imperterrita il suo...


Era il 2016. Malika, Frozan, Zahra e Zhala in bici. Rukhsar Habibzai in macchina. Loro, le sole, le uniche donne afghane in bici. Lui, il loro custode e allenatore. Loro, la nazionale di ciclismo femminile dell’Afghanistan. Lui, il commissario tecnico....


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155