VISCONTI. «SONO UN VECCHIETTO, MA HO ANCORA MOLTO DA DIRE»

PROFESSIONISTI | 18/09/2019 | 16:43
di Paolo Broggi

Era l'11 luglio, a due chilometri dalla conclusione della quinta tappa del Giro d'Austria, Giovanni Visconti cadeva riportava gravi conseguenze, un infortunio che ha rischiato di fargli chiudere la stagione. Due settimane più tardi, il siciliano di Toscana aveva ancora un buco - letteralmente un buco, come tuttobiciweb ebbe modo di documentare - aperto sul fianco per farvorire il drenaggio del brutto ematoma che faticava a riassorbirsi.

Ed oggi Giovanni ha dominato il Giro di Toscana, dopo aver mandato segnali importanti al ct Cassani nelle corse del fine settimane, vale a dire la Agostoni e la Bernocchi.

«Ho dimostrato di essere sì un vecchietto ma di avere ancora qualcosa d'importante da dire - spiega Visconti dopo aver abbracciato la moglie e i due figli -. Oggi abbiamo visto un grandissimo Bernal: sappiamo che non è al top, ma ha cercato di metterci tutti in fila sul Monte Serra e la sua azione si è rivelata decisiva. Io sono stato bravo a contenere il distacco, ho tirato per tutto il Monte Serra e credo di aver fatto un'impresa. Devo ringraziare la squadra perché anche oggi è stata perfetta, dai miei compagni a Scinto e Frassi in ammiraglia. La nostra Neri Sottoli è una piccola grande squadra e oggi ne abbiamo dato bella dimostrazione. Il Mondiale? Ho fatto vedere che la condizione c'è, quindi confido nella chiamata del ct e penso di poter essere utile alla causa della nostra Nazionale».

Per Visconti quella odierna è la terza vittoria stagionale dopo i successi di tappa colti al Giro di Slovenia e al Giro d'Austria, proprio due giorni prima del gravissimo incidente di cui vi abbiamo detto. E di un recupero che - lo sottolineaimo ancora di più - è stato davvero straordinario. Un recupero al quale, comunque, Giovanni ha sempre creduto: il 26 luglio, due settimane dopo l'incidente, ancora tutto incerottato e alle prese con una costola rotta e con l'ematoma da drenare, ci aveva raccontato di voler rientrare al Giro della Repubblica Ceca per ritrovare la condizione e andare poi a caccia della maglia azzurra. Progetto chiaro, obiettivo centrato. Da applausi.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Ai tempi della guerra fredda c’era la linea rossa rovente, ora i tempi si sono evoluti ed è la banda larga ad essere rovente... Si stanno intrecciando, infatti, le conference call tra l’Uci e gli stakeholders del ciclismo, tra le...


La notizia poteva per noi europei anche passare inosservata, perchè postata sui social in polacco, in pratica ad uso della sua nazione Michał Kwiatkowski si conferma ragazzo sensibile e mette a disposizione dei medici e degli infermieri della sua nazione...


Se ne parla ormai da giorni ma l'ipotesi sta prendendo via via maggiore concretezza: il Tour de France sta lavorando ad un rinvio di quattro settimane della corsa. Da sabato 25 luglio a domenica 16 agosto: ecco le nuove date...


Che passioni si coltivano ai tempi del coronavirus? Giacomo Nizzolo ne ha tre: la moda, i motori e... la barba. «A dire la verita - ha spiegato il ciclista della NTT nel corso dell'intervista realizzata per la nuova puntata di...


Tatiana Guderzo è salita in bicicletta anche quest’anno perché aveva un obiettivo da conquistare a tutti i costi: la sua quinta Olimpiade. La campionessa marosticense è fra i pochissimi atleti italiani in attività che possono vantare la partecipazione a quattro...


  La “Pedala con i Campioni”, da vent’anni classico appuntamento cicloturistico dell’8 dicembre nel Varesotto da sempre a scopo benefico, scende in campo per la lotta contro il Coronavirus. Gli ex professionisti della  provincia di Varese capitanti da Dario Andriotto,...


La Adriatica Ionica Race va ad allungare la già interminabile lista di gare ciclistiche che non andranno in scena nelle date programmate a causa del Coronavirus. Benché prevista nel calendario internazionale dei professionisti dal 14 al 18 giugno – l’UCI...


“Al ritorno del Trofeo Melinda 2009 litigai con Scinto e mi fece scendere dalla macchina. Mi lasciò a Padova”. Giovanni Visconti è un fiume in piena durante al diretta con LelloFerrara3.0 su Instagram. "Comunque poi sapevo che dietro c'era Pelosi,...


La competenza e l'innovazione hanno fatto di Corima il marchio che noi tutti conosciamo, una eccellenza che sforna prodotti in carbonio di altissimo livello da ben 30 anni! Nel 2010 le ruote MCC hanno stupito tutti grazie ad una struttura...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155