GLI OBIETTIVI DEL TEAM NOVO NORDISK PER IL TOUR DE POLOGNE

PROFESSIONISTI | 05/07/2019 | 07:24

E’ possibile gareggiare ad alti livelli con il diabete? La risposta è si e a dimostrarlo ci sono i fatti. Per convincersi basta guardare il progetto portato avanti con serietà e impegno nel ciclismo dal Team Novo Nordisk.

A 30 giorni dalla grand depart di Cracovia del Tour de Pologne - UCI World Tour, in programma dal 3 al 9 agosto, diamo uno sguardo alla formazione americana che anche quest’anno è una delle quattro squadre che hanno ricevuto la wild card dagli organizzatori. Ricordiamo che le altre tre wild card sono state assegnate al team Gazprom-RusVelo, al team Cofidis, Solutions Crédit e alla nazionale polacca.



Una mission che va oltre il ciclismo e lo sport quella perseguita dal Team Novo Nordisk con un progetto ad ampio respiro “Changing Diabetes”, sviluppato a livello mondiale, tendente a migliorare le condizioni di circa 425 milioni di persone con diabete o a rischio diabete.

Il Team Novo Nordisk è il primo team al mondo formato da atleti professionisti affetti da diabete in rappresentanza di 12 nazioni. L’obiettivo non è solo vincere ma dare coraggio alle persone con diabete e dimostrare loro che vivere con questa patologia non deve essere un freno nell'inseguire i propri obiettivi e i propri sogni. Per questo motivo gli atleti del Team Novo Nordisk incontrano ogni anno migliaia di persone per trasmettere questo messaggio di speranza, cercando attraverso le vittorie e le imprese sulla strada, di incoraggiare e dare nuovi stimoli e nuove motivazioni a chi ne ha più bisogno.



“Abbiamo deciso di invitare per il quarto anno consecutivo il Team Novo Nordisk al Tour de Pologne perché nelle passate edizioni hanno onorato al meglio la loro partecipazione, dimostrando di essere una squadra di alto livello, degna di una corsa World Tour. Inoltre sono convinto che lo sport debba essere innazitutto vita e speranza. Questi corridori sono portatatori di un messaggio sociale importante che merita di essere diffuso attraverso lo sport e il ciclismo in tutto il mondo e anche qui in Polonia” spiega il direttore generale del Tour de Pologne Czeslaw Lang.



“Prendere parte alle corse del calendario World Tour oltre ad essere una grande opportunità dal punto di vista sportivo diventa anche una vetrina importante per il messaggio sociale del quale la nostra squadra si fa portatrice. Con i nostri corridori cerchiamo di fare un calendario di alto livello. Del World Tour quest’anno abbiamo già preso parte a UAE Tour, alla Milano-Sanremo e al Tour of California. Il Tour de Pologne sicuramente si conferma come uno degli appuntamenti più importanti della nostra stagione. Anche questa edizione presenta un percorso interessante, completo ed esigente. Noi schiereremo al via la miglior squadra possibile. Gli elementi su cui facciamo maggiore affidamento per le corse più importnati sono l’italiano Andrea Peron, il francese Charles Planet, lo spagnolo David Lozano e l’ungherese Peter Kusztor. Sono ragazzi che si impegnano molto e meritano attenzione, io cerco di mettere a loro disposizione la mia esperienza. Ci prepareremo con degli allenamenti specifici e partecipando all’ Adriatica Ionica Race (23-28 luglio). In Polonia l’obiettivo sarà quello di affrontare al meglio la corsa giorno per giorno. Puntare alla vittoria quando si compete contro i team World Tour non è mai cosa semplice, ma di sicuro cercheremo di animare la corsa mettendoci in evidenza nelle fughe e cogliendo tutte le opportunità che si presenteranno in ogni tappa” spiega il direttore sportivo Massimo Podenzana prof dal 1987 al 2001 in carriera vincitore di una tappa al Giro, una al Tour, due volte campione italiano, medaglia d'argento e di bronzo ai mondiali nella cronometro a squadre, nove giorni in maglia rosa al Giro 1988 e soprattutto tra i migliori gregari di Marco Pantani alla Mercatone Uno nelle grandi corse a tappe.


Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
La Trek-Segafredo in poche ore è passata dalle stalle alle stelle grazie a Mads Pedersen, l’ex iridato che con l’aiuto del compagno Jasper Stuyven ha fatto sua la Kuurne-Brussel-Kuurne. L’esordio in Belgio con la Omloop het Nieuwsblad, sabato, non era...


Sono giorni frenetici per Sofia Bertizzolo che è fresca di debutto stagionale con il 21° posto alal Het Nieuwsblad. La ventitreenne veneta, in forza al team Liv Racing e al gruppo sportivo Fiamme Oro, negli scorsi anni ha dimostrato di...


La storia si ripete ed è una storia sfortunata: sei mesi fa Sylvain Dillier si era fratturato la clavicola e ieri... lo ha fatto di nuovo. Lo svizzero della Alpecin Fenix ​​è caduto mentre disputava la volata nel secondo gruppo...


La recente assemblea della Federazione Ciclistica Italiana ha espresso i suoi verdetti determinati dai voti dei delegati che hanno mutato i vertici del “governo” ciclistico italiano e che sono in carica per il quadriennio olimpico. E’ consuetudine, piacevole, e comprensibilmente...


Si può togliere peso da una casco leggero come il Ventrali Air di POC? Secondo l’azienda svedese questo è possibile se si cambia l’approccio al prodotto, tutto senza mai compromettere la sicurezza. per leggere l'intero articolo vai su tuttobicitech.it


Marco Aurelio Fontana ne ha inventata un'altra: il campione di mtb, che sfreccia in sella alla sua ebike creando contenuti esclusivi è lieto di annunciare l'uscita del suo primo short film. A due anni dalla nascita del vlog settimanale sul...


Bisogna provarla, una cosa del genere. Bisogna provare a trovarsi da solo in cima a una montagna, con la fatica che ti violenta ogni muscolo e i polmoni a caccia di ossigeno. Con le gambe che fanno male, con il...


Si è concluso a Forcola, nei pressi di Morbegno, il mini raduno del Pedale Senaghese. In Valtellina la formazione degli allievi si è allenata per quattro giorni ospiti del Ristorante La Brace di Gino Cattaneo. Temperature ideali e strade pedalabili...


Carlo Vassura è il nuovo presidente del Comitato Provinciale di Ravenna. Candidato unico, votato all’unanimità, è stato eletto sabato 27 febbraio, in occasione dell’assemblea elettiva svoltasi ad Errano di Faenza, presso il Centro parrocchiale, dopo il fallimento di quella precedente...


Riparte la stagione anche in campo femminile, finalmente, e con essa anche la corsa all'Oscar tuttoBICI. La prima classifica della stagione in campo femminile, valida per l'Oscar tuttoBICI Gran Premio Alé, vede in prima posizione Elisa Longo Borghini. La piemintese...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155