ASPETTANDO IL GIRO… INNOVAZIONE E TECNOLOGIA A COMO. GALLERY

NEWS | 16/05/2019 | 07:45

 

Nell’articolato quadro delle molteplici iniziative attuate per valorizzare l’arrivo della tappa del Giro d’Italia n. 102 nel capoluogo lariano, l’Ivrea-Como, frazione n. 15, di domenica 26 maggio 2019, spicca, con particolare rilievo, quella di martedì 14 maggio all’insegna di “INNOVAZIONE E TECNOLOGIA”.

Con la regia della Fondazione Alessandro Volta – nome di rilevanza assoluta, a livello mondiale, legato a Como – alla testa il presidente Luca Levrini e la signora Margherita Cànepa quale primo riferimento di collaborazione operativa, il supporto del Comune di Como e altri enti lariani, fra i quali il Panathlon, sul tema dell’incontro che ha richiamato molti interessati nello splendido salone d’onore dello Yacht Club, si sono confrontati, davanti al folto e attento uditorio che ha poi interagito con i relatori, nomi d’assoluto valore e significato del mondo della bicicletta.

Eccoli: Ernesto Colnago, Monica Santini, Davide Cassani, Gianni Bugno. Moderatore dell’incontro era designato Riccardo Magrini, giunto in ritardo per l’improrogabile impegno del commento televisivo su Eurosport, integrato dal giornalista comasco Massimo Moscardi, dopo il saluto dell’assessore allo sport del comune, Marco Galli, intervenuto con la collega alla cultura, Carola Gentilini, direttrice anche del Museo del Ghisallo.

Onere e onore, dovuto, del primo intervento per il “senatore” Ernesto Colnago, in ottima forma, che è subito entrato nel tema che lo vede quale costante riferimento del settore costruttori, a livello mondiale, impegnato professionalmente con una propria attività già dal 1954, dopo un veloce e proficuo apprendistato, iniziato nell’immediato dopoguerra, alla Gloria, fabbrica milanese di viale Abruzzi, di Alfredo Focesi. Aveva, quale collega apprendista, Gian Maria Volontè, poi attore teatrale e cinematografico di primissimo piano. Ernesto Colnago, con la sua vivida, unica, coinvolgente loquela, ha lasciato da parte gli appunti e ha tratteggiato con immutata passione e freschezza di ricordi, fasi, momenti, realizzazioni – e pure invenzioni – con gli innumerevoli personaggi di spicco, in molteplici settori, che ha trovato e incontra tuttora nella sua attività, senza soste, sempre alla ricerca del miglioramento delle due ruote. E’ stato un florilegio di citazioni, episodi, battute, anche con l’incisivo dialetto lombardo-brianzolo, che hanno suscitato applausi a scena aperta.

Il microfono è poi passato a Monica Santini, amministratore delegato del noto Maglificio Santini, l’azienda bergamasca con marchio di prestigio nell’abbigliamento ciclistico, fondata dal padre, Pietro Rosino Santini una cinquantina d’anni fa, sempre attivo in ditta e sempre grande appassionato di ciclismo con il suo nucleo d’amici che ne condividono la passione di una vita. Ha ripercorso con incisività e precisa esposizione i differenti passaggi per l’adozione di nuovi materiali, moderni design, con l’obiettivo costante del miglior risultato e confort per l’utilizzatore finale. E' sempre un lavoro di ricerca continua portato avanti con le indicazioni di campioni e agonisti di primo piano delle due ruote per un posizionamento di primo rilievo internazionale nel ranking del settore abbigliamento ciclistico.

L’intervento del C.T. Davide Cassani ha proposto interessanti aspetti dell’evoluzione tecnologica del mezzo e di quelle, più recenti, entrate di forza nella metodologia d’allenamento e di gara, a supporto della prestazione del corridore. Pur se conciso il discorso del C.T. ha toccato molteplici aspetti del tema, a tutto campo.

Qualcuno, al riguardo, ha motivato qualche riserva ma la tecnologia avanza sempre ed è imprescindibile “con juicio” comunque.

Alla Bugno, puro “Bugno style”, senza perifrasi, è stato il contributo del due volte iridato che ha distinto il tema della sicurezza nell’agonismo, da quella stradale, di tutti i giorni per gli utilizzatori d’ogni tipo, di tutti i giorni, che deve essere incrementata e non deve essere invocata unicamente attraverso la realizzazione di piste ciclabili che, sovente, non sono rispettate da altri utenti della strada. Riccardo Magrini, seppure in ritardo, ha trovato subito la sintonia, per mezzo dei suoi interventi, con l’uditorio, “sfrattando” Bugno che aveva occupato la sua postazione…..

Fra i molti intervenuti c’erano gli ex Emanuele Bombini e Marco Cattaneo, il presidente provinciale FCI di Como Franco Bettoni, Lino Basilico e Mirco Monti del G.S. Madonna del Ghisalllo e altri “attori” del mondo sportivo e associativo di Como e provincia fra i quali il direttore di MapeiSport, il dottor Claudio Pecci con il suo collega pavese, il prof. Mario Ireneo Sturla, già medico di squadra di formazioni professionistiche di primo rilievo, soprattutto dirette da Franco Cribiori, con il suo inconfondibile, immutabile look.

E’ stata una bella e interessante serata nella cornice dello splendido panorama proposto dal Lario a Como.

g.f.

foto di Marco Ranocchio

 

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
«Dopo tre mesi di stop, comincio ad accusare l'astinenza da corse, ho bisogno dell'adrenalina da competizione...». Gianni Savio scalpita, non vede l'ora di tornare in ammiraglia, anche se ovviamente in questi mesi di pandemia non è mai stato fermo. «È...


Una storia che profuma d’altri tempi sia per il personaggio a cui si ispira che per quella sorta di dilettantismo - nel senso più puro della parola - che le ruota attorno. La storia è quella dell’Università Saint Augustine di...


Pochi giorni fa, per la precisione il 27 maggio, ha tagliato il traguardo dei suoi primi 50 anni e per l'occasione ha fatto uno strappo alla regola, accettando l'invito di BlaBlaBike che lo ha voluto intervistare: è proprio Michele Bartoli...


  Parliamo di Gabriele Landoni, corridore professionista dal 1977 al 1983, passato nella massima categoria all’età di 24 anni essendo nato il 26 marzo 1953. E’ di Cislago, paese in provincia di Varese, ai margini con quelle di Milano e...


Viene da Olbia uno fra i giovani più interessanti della Sardegna. Parliamo di Lorenzo Mura, diciotto anni compiuti, con alle spalle una bella lista di successi dei quali quattro conseguiti nella passata stagione, la prima con gli Juniores. Bicampione...


  Sei giugno, dolce sei giugno. Giuseppe Saronni oggi sei giugno 2020 ha buoni motivi per brindare: sono trascorsi esattamente 41 anni dal suo primo trionfo in classifica generale al Giro d’Italia. Lo straordinario campione nel 1979 al Giro vinse...


Ora che possiamo finalmente rimetterci in viaggio e superare in auto i confini regionali, ritorna il desiderio di spostarsi per le vacanze, magari portandoci dietro la nuova bici acquistata anche grazie al Bonus Mobilità. Come trasportare la bici se l’auto...


Raffica di rinnovi anche in casa della AG2R La mondiale: il ventottenne Geoffrey Bouchard, professionista dal 2019, il ventiquattrenne Dorian Godon (nella foto), professionista dal 2017 e il suo coetaneo Aurélien Paret Peintre, professionista dal 2018, hanno firmato un contratto con...


Il mondo è stato costretto a fermarsi a causa della pandemia mondiale causata dal coronavirus, ma l’attività dell’Associazione Internazionale dei Corridori non si è interrotta nemmeno per un istante. Gianni Bugno, Alessandra Cappellotto e i loro collaboratori hanno lavorato strenuamente...


Come tutti sanno il Governo sta incentivando l'acquisto di bici e di mezzi che consentano la mobilità sostenibile. A partire da ieri però,  su tutti i treni del servizio regionale di Trenord è sospesa la possibilità di trasportare di biciclette che non siano pieghevoli....


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155