UAE TOUR. ROGLIC: «ABBIAMO DATO IL 110%». AUDIO

PROFESSIONISTI | 24/02/2019 | 16:37
di Diego Barbera

Primoz Roglic fa il bottino pieno di maglie (rossa, verde e nera), lasciando logicamente la bianca al giovane compagno Laurens De Plus. Il capitano della Jumbo-Visma è transitato per primo sotto al traguardo di Al Hudayriat Island, sede della prima tappa della prima edizione dell'UAE Tour.

Ecco le sue impressioni a caldo dopo aver festeggiato sul podio. A fondo pagina, il file audio da ascoltare.

Quali sono le tue sensazioni dopo il debutto con vittoria? Eravate i favoriti?

«Sono molto contento di essere qui. Quando si leggono i nomi in squadra ci si rende subito conto che eravamo tutti molto forti contro il tempo, ma anche le altre squadre erano ben attrezzate. I ragazzi hanno dato il 110%, ognuno di loro. I secondi guadagnati sono molto preziosi anche in vista delle salite, ora vivremo giorno per giorno per vedere come va».

Avete atteso tutti insieme l'arrivo del Team Sunweb, poi giunto molto vicino

«Eravamo davvero molto concentrati in corsa e dopo un po’ nervosi perché il Team Sunweb era davvero molto vicino e abbiamo aspettato con ansia il loro arrivo sul traguardo. Siamo davvero molto felici di aver debuttato in stagione con la vittoria, ma ancora di più per aver dimostrato quanto possiamo essere competitivi nella cronometro a squadre».

Oggi i tuoi compagni hanno svolto un ottimo lavoro

«Qualcuno dei miei compagni aveva già corso oppure partecipato a recenti camp in altitudine e dunque si presentava in migliore condizione. Ci siamo tutti allenati al meglio, dobbiamo dare tutto quello che abbiamo e così saremo felici».

Il vento era più intenso durante la seconda parte di gara rispetto alla prima?

«In realtà abbiamo fatto il riscaldamento prima della gara e ci siamo trovati nella stessa situazione di vento. Anche durante la crono e durante le numerose curve a sinistra e destra lo abbiamo sentito, ma non era poi così intenso».

Il Giro sarà il tuo obiettivo stagionale?

«Il nostro obiettivo di quest’anno è senza dubbio il Giro, dunque devo mettermi in forma molto prima rispetto a una preparazione per il Tour, che lascia un po’ più di tempo e ti permette di iniziare la stagione in modo più easy. Non manca molto tempo per la corsa rosa e la condizione deve essere buona presto, quindi sono felice che già al debutto abbiamo fatto bene, ci siamo preparati al meglio.».

Perché hai scelto il Giro? Correrai il Tour?

«Ho scelto il Giro perché ci sono tre cronometro individuali e tante montagne, il che mi garba molto. Non potevo che puntare su questa corsa che ben si adatta alle mie caratteristiche e preferenze. Dovrei partecipare anche al Tour, ma prima voglio concentrarmi sul Giro»

Chi sarà il tuo rivale più pericoloso?

«Ci sono tanti ragazzi molto forti qui e il programma per diversi di noi sarà lo stesso, Giro d’Italia compreso. Per quanto mi riguarda cercherò di focalizzarmi soprattutto su me stesso per raggiungere il miglior livello di preparazione. Non cercherò di pensare troppo agli altri».


Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
«Dopo tre mesi di stop, comincio ad accusare l'astinenza da corse, ho bisogno dell'adrenalina da competizione...». Gianni Savio scalpita, non vede l'ora di tornare in ammiraglia, anche se ovviamente in questi mesi di pandemia non è mai stato fermo. «È...


Una storia che profuma d’altri tempi sia per il personaggio a cui si ispira che per quella sorta di dilettantismo - nel senso più puro della parola - che le ruota attorno. La storia è quella dell’Università Saint Augustine di...


Pochi giorni fa, per la precisione il 27 maggio, ha tagliato il traguardo dei suoi primi 50 anni e per l'occasione ha fatto uno strappo alla regola, accettando l'invito di BlaBlaBike che lo ha voluto intervistare: è proprio Michele Bartoli...


  Parliamo di Gabriele Landoni, corridore professionista dal 1977 al 1983, passato nella massima categoria all’età di 24 anni essendo nato il 26 marzo 1953. E’ di Cislago, paese in provincia di Varese, ai margini con quelle di Milano e...


Viene da Olbia uno fra i giovani più interessanti della Sardegna. Parliamo di Lorenzo Mura, diciotto anni compiuti, con alle spalle una bella lista di successi dei quali quattro conseguiti nella passata stagione, la prima con gli Juniores. Bicampione...


  Sei giugno, dolce sei giugno. Giuseppe Saronni oggi sei giugno 2020 ha buoni motivi per brindare: sono trascorsi esattamente 41 anni dal suo primo trionfo in classifica generale al Giro d’Italia. Lo straordinario campione nel 1979 al Giro vinse...


Ora che possiamo finalmente rimetterci in viaggio e superare in auto i confini regionali, ritorna il desiderio di spostarsi per le vacanze, magari portandoci dietro la nuova bici acquistata anche grazie al Bonus Mobilità. Come trasportare la bici se l’auto...


Raffica di rinnovi anche in casa della AG2R La mondiale: il ventottenne Geoffrey Bouchard, professionista dal 2019, il ventiquattrenne Dorian Godon (nella foto), professionista dal 2017 e il suo coetaneo Aurélien Paret Peintre, professionista dal 2018, hanno firmato un contratto con...


Il mondo è stato costretto a fermarsi a causa della pandemia mondiale causata dal coronavirus, ma l’attività dell’Associazione Internazionale dei Corridori non si è interrotta nemmeno per un istante. Gianni Bugno, Alessandra Cappellotto e i loro collaboratori hanno lavorato strenuamente...


Come tutti sanno il Governo sta incentivando l'acquisto di bici e di mezzi che consentano la mobilità sostenibile. A partire da ieri però,  su tutti i treni del servizio regionale di Trenord è sospesa la possibilità di trasportare di biciclette che non siano pieghevoli....


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155