RIFORMA, PROMOZIONI E RETROCESSIONI: SE NE PARLERA' SOLO NEL 2023

PROFESSIONISTI | 09/02/2019 | 11:00
di Paolo Broggi

Il risultato della partita è netto e clamoroso. Per le dimensioni e soprattutto per il nome di chi è stato sconfitto: l’Uci. Il trionfo dei team WorldTour, di contro, è totale, completo.

Di cosa parliamo? Ma naturalmente della Riforma del ciclismo professionistico: dopo la rivoluzione del ProTour voluta da Verbruggen nel 2005, la Riforma è stata al centro dei pensieri di tutti i suoi successori alla guida dell’Uci ma nella sostanza non ha mai visto la luce.

E nemmeno stavolta sarà quella buona. Secondo quanto anticipa in esclusiva in portale olandese Wielerflits, infatti, la Riforma attesa per il 2020 è destinata ad essere rinviata fino al 2023. Non ci sarà alcuna riduzione del numero delle formazioni WorldTour (da anni si passa di un possibile passaggio da 18 a 16) anzi ci sono tutte le premesse perché il numero salga a 20.

Nel triennio che va dal 2020 al 2022, infatti, se una o due formazioni Professional riusciranno a chiudere le stagione nei primi 18 posti della classifica mondiale (quindi superando un WorldTeam) potranno chiedere di essere ammesse al WorldTour l'anno successivo senza che gli altri team perdano la loro licenza triennale. Al termine del triennio verranno redatte le classifiche complessive tenendo conto dei 10 migliori corridori di ogni team per ogni anno e questa sarà la base sulla quale - ovviamente sulla carta - entrerà in vigore la Riforma nel 2023.

Ovviamente non ci sono indiscrezioni sulle modalità di redazione delle classifiche e questo - leggi mancanza di un vero e proprio “decreto attuativo” - è sempre stato il tallone d’achille di tutte le idee di Riforma proposte.

L’ultima idea nata in casa Uci, quindi, è quella di rimandare tutto al 2023 senza mettere in discussione la posizione dei Team WorldTour, che quindi potranno continuare a godere della loro posizione dominante. E anche gli organizzatori non escono decisamente bene da questa decisione visto che saranno a loro volta costretti a fare i conti con assegnazione di wildcard sempre più difficili.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Passione per lo sport, amore per la montagna e spirito di gruppo sono alcuni dei sentimenti che accomunano il Tour of the Alps e l’Associazione Nazionale Alpini. Un incontro scritto nel destino che si è realizzato con un...


Secondo arrivo in quota dell'UAE TOUR (replica della tappa di due giorni fa, con traguardo ai 1220 metri di Jabel Hafeet) e stavolta arriva la vittroia per Tadej Pogacar. Il giovane sloveno della UAE Emirates prima ha dato vita ad...


Ancora una volata, ancora un successo per Jonathan Restrepo (è il secondo), ancora un sorriso per la Androni Sidermec (è il nono delal stagione). È queso il verdetto della quinta tappa del Tour du Ruanda che si è conclusa a...


La Caja Rural RGA Seguros non dovrà sospendere la propria attività: lo ha stabilito la commissione disciplinare dell'UCI che ha deciso, dopo aver esaminato le osservazioni scritte presentate dalla squadra, di respingere il deferimento presentato dall'UCI a dicembre 2019 perché...


  Al Giro d’Italia 2017 staccò Tom Dumoulin di 5 ore, 48 minuti e 40 secondi, che a una media di 39, 843 all’ora significano più o meno 225 chilometri. Al Giro d’Italia 2018 staccò Chris Froome incredibilmente quasi con...


Giuseppe Fonzi, che non è stato confermato dalla Vini Zabù KTM con la sìquale ha praticamente sempre corso nella massima categoria, appende la sua bicicletta al chiodo e lo fa con un messaggio affidato ai social. «THE END! Ho iniziato...


Sembra una scena tratta da "Le Comiche". Adam Hansen è intento a ripartire dopo un inconveniente che lo ha visto ruzzolare a terra. Mentre armeggia con la sua bici, dando le spalle alla strada, viene spruzzato da un getto d'acqua....


Paolo Bettini non ha certo bisogno di presentazioni. Nel mondo del ciclismo pochi hanno saputo vincere quanto lui nelle gare in linea. Dall’Olimpiade, al doppio mondiale per passare alle Liegi e ai Lombardia. Ci fermiamo qui per non dilungarci troppo,...


Antonio Fusi, classe ’56, comasco di Lurago d’Erba,   torna a lavorare come allenatore-preparatore nel ciclismo. Antonio, che è originario di Guanzate, da gennaio è nello staff tecnico della Palazzago, team bergamasco che svolge attività con under 23. Ezio Tironi...


Volete sapere cosa accadde veramente in quel Fiandre 2012 quando Ballan e Pozzato, in fuga insieme a Tom Boonen, si fecero beffare dal belga? Niente di meglio che guardare il prossimo Radiocorsa, questa sera alle 22.30 su Raisport HD (canale...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155