CARUSO: «EMOZIONATO COME AL PRIMO GIORNO DI SCUOLA»

PROFESSIONISTI | 12/12/2018 | 20:23
di Diego Barbera

Debutta con la nuova maglia Bahrain Merida un uomo importantissimo per Nibali come Damiano Caruso che sul palco dell'arsenale di Hvar in Croazia spiega: «Sono contento di cominciare questa nuova avventura al fianco di un grande capitano come Vincenzo, che è anche un amico e un siciliano proprio come me. Sono pronto a dare tutto per la causa della squadra e ad affiancarlo in un programma davero ambizioso».


Tanti i buoni propositi e gli spunti di riflessione che abbiamo raccolto più tardi nella nostra intervista. A fondo pagina, l'audio da ascoltare.


Come ti senti?
«Mi sento emozionato come al primo giorno di scuola, il cambio di squadra mi ha dato un bel boost. Sento forti motivazioni, non che prima non ne avessi, ma c’è già un bel rapporto con i miei compagni in questa squadra ancora più italiana. Io mi sento bene, cercherò di fare meglio della stagione passata. Gli obiettivi sono chiari: il mio ruolo è di affiancare Vincenzo nei grandi Giri, farò di tutto per essere all’altezza e quando avrò occasione tenterò nelle brevi corse a tappe o per una frazione nei grandi giri. Cercherò di tornare alla vittoria, che in questi anni mi è sempre sfuggita di mano per diversi motivi pur avendola sfiorata».

Avrai un ruolo importante nel team
«Devo essere in condizione sia quando aiuto il mio capitano sia quando corro per me e spesso le due cose non avvengono nello stesso periodo. Teoricamente dovrei essere al top della condizione tutto l’anno, ma è molto difficile. Ma non mi voglio precludere niente, sono tutte sensazioni che si avvertono solo in gara, vorrei cogliere l’occasione se mi capita».

Dove ti senti migliorato dopo l’esperienza internazionale?
«Sicuramente nello stare a contatto con atleti con un differente approccio a questo sport, ho cercato di prendere lo spunto migliore da ognuno. Ho imparato la cura nel dettaglio in tutto il lavoro. Prendiamo l’esempio delle cronometro a squadre: io non mi reputo un cronoman ma sono riuscito a migliorare molto lavorando bene e con costanza nel tempo. Oltre a questo aggiungo l’atteggiamento in gara, anche perché nel frattempo sono cresciuto anche io come persona, o almeno lo spero. Ora ho 31 anni sto raggiungendo una certa maturità e sento di vivere i miei migliori, spero di poterlo dimostrare».

La squadra si è ringiovanita e rinforzata
«Credo che il team Bahrain Merida sia quello che si sia mosso meglio sul mercato quest’anno. C’è un bel mix di esperienza e freschezza, con tanti giovani talentuosi».

E McLaren
«Si pensa solo al prodotto finito, alle vetture, ma dietro ci sono la ricerca e lo sviluppo che sono paragonabili a quelle del nostro mondo. Credo potrà nascere una bellissima collaborazione ed entrambi possiamo prendere il meglio».

Sarai in camera con Vincenzo?
«Abbiamo iniziato da adesso, ci conoscevamo da un bel pezzo. Non credo ci sarà una regola, ma se ci sarà buon feeling perché no? Deve venire naturale, senza forzature».

Hai un personale obiettivo per questo inizio stagione?
«Mi piacerebbe partire subito bene, presentarmi competitivo nelle prime gare. Credo debutterò negli Emirati proseguendo per la Tirreno Adriatico e la Sanremo con diversi ritiri in quota nel mezzo. Tutto in funzione del Giro dove arrivare al picco di forma».

Cosa ne pensi del percorso?
«Ogni anno diventa più tosto, è ben bilanciato. Ci sono tante tappe di montagna impegnativo e una crono individuale in partenza. I presupposti per far divertire gli spettatori ci sono tutti».


Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
  Un Gran Premio Industria e Artigianato con al via diverse stelle del ciclismo internazionale. Non è cosa da tutti i giorni e per questo è giustificata la soddisfazione dell’U.C. Larcianese e del presidente Gabriele Varignani. Peccato solo che essendo...


Scatta oggi la Parigi-Nizza, tradizionale appuntamento dell'inizio di primavera. La Corsa del Sole propone una prima tappa non scontata, con partenza e arrivo a Sant-Cyr L'École, 166 km. Siamo a sud di Parigi e il percorso propone due giro di...


È una scelta interessantissima, ancor di più se consideriamo le parti in gioco. POC e MIPS® inaugurano una nuova fase del loro rapporto con una notizia bomba, infatti, tutti i nuovi caschi POC saranno equipaggiati dal 2021 con il nuovo...


  Ivo Luigi Bensa, molto prossimo alle ottantacinque primavere, imperiese di nascita e residenza, commendatore della Repubblica, Stella d’oro CONI (per 39 anni è stato presidente del CONI di Imperia), Commissario F.C.I. dal 1970 al 1993, con un palmarès di...


Dopo la Strade Bianche di ieri, si scrive oggi a Montignoso - sempre in Toscana- un'altra pagina di ciclismo femminile. Si corre infatti il Trofeo Oro in Euro che vedrà al via un lotto di atlete di tutto riguardo, tanto...


Mercoledì 12 maggio la città di Cattolica si tingerà di rosa grazie al ritorno del Giro d’Italia sulle sue strade a oltre 40 anni dall’ultima volta. Sulla carta si tratta di una tappa completamente pianeggiante, disegnata su misura per le...


Sottrarre rifiuti alle discariche, dare vita a nuove materie prime seconde, fare corretta informazione e sensibilizzazione sul tema dell’economica circolare e sviluppare nuove tecnologie. Il progetto Esosport prende ufficialmente forma grazie alla collaborazione tra Regione Marche, Legambiente Marche e le Federazioni regionali...


Dopo aver vinto la Strade Bianche nel 2019 al suo debutto ed essere stato messo fuori dai giochi per una serie di forature lo scorso anno, il francese Julian Alaphilippe è tornato sul podio della classica toscana, arrivando secondo alle...


Dopo la vittoria dello scorso anno, Wout van Aert oggi a Siena si è accomodato ai piedi del podio. Un quarto posto per il corridore della Jumbo-Visma che certamente si aspettava un risultato migliore. «Abbiamo preso il controllo della gara,...


Mi pare proprio che non ci si possa più confondere: in tema di corse in linea, l'Italia ha il ciclismo più fiacco del mondo, ma ha la corsa più bella del mondo. Questa sì “La corsa più dura del mondo...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155