FORTIN: «COFIDIS, LA MIA GRANDE OPPORTUNITÀ»

PROFESSIONISTI | 30/10/2018 | 07:36

Dopo 4 anni tra le squadre Continental, il prossimo anno il veneto Filippo Fortin tornerà a correre nel ciclismo che conta, vestendo i colori della Cofidis. “Quello di tornare a correre nelle Professional era un obiettivo che rincorrevo da 4 anni - spiega nell’intervista rilasciata nel corso del programma radiofonico Ultimo Chilometro - ed è arrivato alla grande. La Cofidis è uno dei migliori team che potessi trovare per rilanciarmi un’altra volta, questa volta nel ciclismo che conta. Avrò la possibilità di correre in una Professional che svolge il calendario di una World Tour: direi che meglio di così non poteva andare”.


La Cofidis ha tanti altri velocisti nel proprio organico: “Il mio compito sarà quello di lanciare le volate a Nacer Bouhanni, ma non solo. La squadra punterà molto anche sulle volate di Christophe Laporte, vista la sua ottima stagione e la vittoria in una tappa del Tour de France, quindi dovrò lavorare anche per lui. Però mi è stato anche riferito che il calendario è molto ampio, quindi in qualche corsa minore potrò giocarmi le mie opportunità”. 


“Questa che si è appena conclusa è stata la mia migliore stagione tra le Continental - prosegue il corridore veneto nell’intervista - speravo di partire forte già a febbraio ma alla fine i risultati sono comunque arrivati. E’ stato un duro lavoro ma alla fine i miei sacrifici mi hanno ripagato perché l’obiettivo è stato tornare nel ciclismo che conta. Questi 4 anni non sono stati facili, però devo ringraziare le tante persone che mi hanno dato delle opportunità, da quando ero al GM Europa Ovini fino al Team Tirol e poi alla Felbermayr. Dopo l’esperienza nelle Professional nei primi anni di carriera, ho capito che mi ero un po’ perso e avevo bisogno di un team più familiare per potermi esprimere al meglio. E’ stato un processo di crescita e di maturazione durato 4 anni: speravo che arrivasse qualcosa di importante già prima, ma adesso sono pronto a lanciarmi in questa nuova avventura”.

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
DAVIDE REBELLIN ENNESIMA VITTIMA DI OMICIDIO STRADALE Art. 589 Bis Cod. Pen.   Il tragico evento che ha visto vittima il nostro amico Davide ha scosso tutto il mondo del ciclismo, ma non solo, poiché il fatto è stato talmente...


Il programma antidoping dell'UCI, uno dei più completi al mondo, è una priorità per l'UCI e per tutti gli stakeholder del ciclismo. Per aumentare l'indipendenza e la professionalizzazione del suo programma, l'UCI ha delegato tutti gli aspetti operativi antidoping all'ITA...


La carriera dei neoprofessionisti italiani parte dai banchi di scuola, nel ricordo di Davide Rebellin e di Ercole Baldini, presidente ACCPI per due stagioni. Un folto numero di ragazze e ragazzi hanno partecipato all'incontro formativo rivolto ai ciclisti neoprofessionisti e...


È stato individuato il camionista responsabile dell'investimento mortale dell'ex campione di ciclismo Davide Rebellin. Si tratterebbe di un cittadino tedesco di 62 anni, identificato grazie alla collaborazione tra carabinieri e polizia tedesca. Dopo l'incidente, avvenuto l'altro ieri, l'uomo aveva...


Gianni Savio, manager di lungo corso del ciclismo italiano, dedica parole colme di emozione al ricordo di Davide Rebellin: «Provo una tristezza infinita pensando a quanto è successo a Davide Rebellin. Di Davide ricordo il sorriso buono e i modi...


Da oggi è ufficialmente in vigore il nuovo statuto del CPA – Cyclistes Professionnels Associés e per tutti i ciclisti e le cicliste della massima categoria si prospettano novità importanti. Lo scorso 21 novembre l'associazione mondiale dei corridori ha...


Caro Direttore, per chi ama il Ciclismo non possono certo questi definirsi giorni felici. Prima l'omicidio stradale in danno di Davide Rebellin e, dopo poche ore, il Padreterno che si porta via Ercole Baldini. Ce n'è ben a sufficienza per...


48 ore dopo la tragica morte di Davide Rebellin, è ancora complicato farsene una ragione. E lo è ancora di più per chi, come Davide Formolo, ne era amico, collega e compagno di allenamenti. I due vivevano nei pressi di...


Lo staff tecnico azzurro del ciclismo ha reso omaggio alla memoria di Franco Ballerini al cimitero di Casalguidi in provincia di Pistoia, e quindi a casa di Alfredo Martini a Sesto Fiorentino presenti le figlie di Alfredo, Silvia e Milvia....


«Ridurre il numero di vittime della strada si può». Davide Cassani, già ciclista e ct della Nazionale, ha corso con Rebellin. Anche lui fa parte della categoria "mai senza bici": da ex, pedala regolarmente. Curiosamente, deve il suo ritiro dalle...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach