CHINA, BENFATTO. «PROVEREMO A PORTARE A CASA LA MAGLIA BLU». AUDIO

PROFESSIONISTI | 12/09/2018 | 08:09
di Diego Barbera

Due sprint e due vittorie per Marco Benfatto (Androni Giocattoli) che dopo il successo sotto la pioggia della seconda frazione di Enyang si ripete nella quarta con una prova di forza e di esperienza a Yichang. E ora l’obiettivo maglia blu prende sostanza, oltre a incrementare il bottino di soddisfazioni personali che lo vede a undici sigilli.

Un’altra bella volata e un’altra importante vittoria per te
«Oggi è stata una volata più complicata della scorsa perché durante la corsa ci siamo un po’ scannati con i traguardi volanti. Tanti corridori avevano sprecato energie e sul finale Molano, Mareczko e anche io ci siamo un po’ arrangiati. Io sono riuscito a prendere una buona posizione anche grazie agli aiuti dei compagni e quando sono partito sapevo che Mareczko era lì dietro, ma sono riuscito a tenerlo e quando ha provato a uscire è rimasto lì».

Hai accennato al fatto che la tappa è stata molto movimentata, cosa è successo?
«Il fulcro della tappa è stata la battaglia per gli sprint intermedi per i secondi. Sono state vere volate, come se fosse stata quella finale. E ci sono state diverse cadute: Mareczko e Malucelli si sono toccati e sono andati giù, bisogna vedere chi ha ragione dei due, ma sarà molto difficile capirlo».

Quanto sei felice per il tuo secondo successo qui?
«Ora che ho un po’ di libertà mi sto togliendo qualche soddisfazione e sono molto contento»

Ora lotterete per la maglia blu della classifica a punti?
«Sì, proveremo a portarla a casa».

Che effetto ti fa essere plurivittorioso qui al Tour of China?
«È la mia undicesima vittoria qui e la quindicesima da professionista, un numero che inizia a diventare importante: Malucelli mi chiama il Re della Cina! Penso che nel futuro ci sarà sempre più Asia, perché economicamente il baricentro è qui, magari fra dieci anni nascerà qualcosa di importante, già ora ci sono corse World Tour e diventerà sempre più fondamentale fare risultato qui».

E il tuo nome è già lì nei palmares, nel caso
«Magari come fanno i calciatori a fine carriera fra un po’ di tempo potrei provare l’avventura in una squadra asiatica, non sarebbe male».

Qui sotto l'audio dell'intervista da ascoltare

Sta sempre più crescendo lo spagnolo Manuel Penalver (Trevigiani Phonix Hemus 1896), oggi sul gradino più basso dopo una bella volata d’anticipo: «Un terzo posto che mi dà sicurezza e buoni propositi per il resto del Tour of China. La volata è stata molto difficile, ho provato ad anticipare i rivali tentando il tutto per tutto e pensando che o vincevo oppure sarei comunque salito sul podio. Ci riproverò ancora nelle prossime tappe, voglio la vittoria».


Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Ciclisti sempre primi in solidarietà, anche in questo particolare e difficile momento. A Rufina in Provincia di Firenze a consegnare le mascherine alle famiglie per conto dell’amministrazione comunale, sono scesi in bici anche i fratelli Alessandro e Lorenzo Iacchi. Il...


Canyon è fiera di annunciare l’arrivo della prima bici da strada a pedalata assistita, ovvero la nuovissima Endurace:ON, disponibile fin da ora sulla piattaforma digitale di Canyon. Spesso chi  ha il desiderio di comprare una bici a pedalata assistita ha paura di...


Fernando Gaviria finalmente è tornato a casa. Ad oltre un mese e mezzo dal suo arrivo negli Emirati Arabi Uniti, il corridore della UAE ha potuto fare rientro in patria. Lo ha fatto a bordo di un volo partito dagli...


Il professionismo ai tempi del Covid-19 è una bella sofferenza, si è come leoni chiusi in gabbia, ancor di più se i rulli e Zwift non riesci proprio a sopportarli. È il caso di Andrea Vendrame, che ogni mattina si...


Parlare con Maurizio Bellin, European General Manager di FSA, significa trovarsi direttamente sul fronte della malattia e della crisi economica. L'ex professionista varesino, infatti, è in quarantena dopo aver sconfitto il coronavirus e segue con grande attenzione il mondo del...


Claudio Bortolotto, veneto, trevigiano precisamente, nato a Orsago nel 1952, il 19 marzo, giorno di San Giuseppe e della Milano-Sanremo, almeno a quel tempo, è stato un valido corridore professionista con carriera che si è sviluppata dal 1974 al 1984...


È un tweet che fa davvero felici tutti quello che è stato postato nella notte dalla Gazprom Rusvelo: «Igor Boev e Dmitry Strakhov, che si sono completamente ripresi dal coronavirus, hanno lasciato gli Emirati Arabi Uniti dopo un mese di...


In questa puntata Giancarlo Gentina e Italo Zilioli. Due piemontesi. Gentina, gregario, e Zilioli, battitore libero. Gentina lo incontrai al Ghisallo, con un altro campione fra i portatori d’acqua, Germano Barale. Con Zilioli è stata una frequentazione più assidua, tra...


Il mondo del ciclismo scende in campo, o meglio sulle strade virtuali del Giro d’Italia, e si attiva per dare un contributo nella lotta contro il Coronavirus. Sono stati Mario Cipollini (recordman di vittorie alla Corsa Rosa) e Gianni Bugno,...


Voijslav Peric è un talento ancora tutto da scoprire. Cognome veneto, nome ucraino grazie alla madre Nataliya, nata in un piccolo paesino della Ucraina al confine con la Polonia. Peric è nato in Italia, a Thiene, nel Vicentino, l'8 novembre...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155