Rogge e il doping: «Ci sono ancora troppe scappatoie»

| 29/12/2007 | 00:00
«Ci sono ancora troppe scappatoie». La lotta contro il doping produce risultati ma la vittoria e' ancora lontana. Il presidente del Comitato olimpico internazionale (Cio), Jacques Rogge, ammette le difficoltà di una battaglia destinata a durare ancora a lungo. «Dobbiamo ammettere che ci sono ancora troppe scappatoie», dice in un'intervista al quotidiano Sueddeutsche Zeitung. L'impegno del Cio, pero', non puo' essere messo in discussione. «Alle Olimpiadi di Sydney sono stati effettuati 2500 test. A Pechino 2008 saranno 4500 e a Londra 2012 diventeranno 6000», dice. Il doping si evolve rapidamente. Chi controlla, non dispone di strumenti sempre adeguati. Nei Giochi in programma tra 8 mesi, potrebbe essere ancora impossibile individuare gli atleti che utilizzano in maniera illecita l'ormone della crescita. «Speriamo di riuscirci, ma non posso prometterlo», dice Rogge. Per arginare il fenomeno, «bisogna incrementare i test a sorpresa. E' quello che suggeriamo alle federazioni». «Eseguire un controllo 24 ore prima della partenza del Tour o prima di un evento - dice Rogge - è lodevole ma poco utile». Bisogna muoversi in anticipo, «bisogna effettuare i test a gennaio, quando gli atleti si allenano per aumentare la massa muscolare e la forza. In quel periodo bisogna cercare Epo, autotrasfusioni e steroidi». Con particolare attenzione nei confronti degli «atleti sospetti». Rogge scommette sulla correttezza della Cina. «Nella storia dello sport cinese c'è stato un periodo buio negli anni '90. Hanno imparato la lezione», dice il presidente del Cio che scommette su Olimpiadi pulite. «Sanno che l'eventuale positività dei loro atleti sarebbe disastroso per i Giochi. Posso assicurare che in Cina non c'è doping organizzato».
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Sarà per i 214 cm che ne tradiscono il passato cestistico, ma Tomas Van den Spiegel è chiaramente un uomo che vola alto. L’ex pivot di Fortitudo Bologna e Virtus Roma è dal 2018 CEO di Flanders Classics, la società...


L’annunciata perturbazione ha innevato Brinzio nella giornata di oggi, 8 dicembre, tradizionalmente dedicata alla Pedala con i Campioni – Memorial Michele Scarponi. Uno scenario tipicamente invernale che però non ha scoraggiato alcuni appassionati di ciclismo che si sono ritrovati con...


Sono avversarie, ma sono sempre sorelle. Elisa e Arianna Bianchi sono le nuove promesse del ciclismo bresciano e non solo. Spaziano con facilità dal ciclocross alla mountain bike e sono brave anche su strada. Entrambe tricolori con due titoli a...


Chi è la più spericolata in gruppo? La più simpatica? La più brontolona? Meglio un tecnico uomo o donna? Cosa non tolleri nelle persone? Sei fidanzata? Sono solo alcune delle tante domande a cui sono state sottoposte Maria Giulia Confalonieri...


Il nuovo lupetto invernale di SIXS sfrutta l’innovativo materiale BLAZEFIT, un portento che con l’aiuto del Rame va a definire nuovi standard termici per combattere il freddo invernale durante l’attività sportiva. per leggere l'intero articolo vai su tuttobicitech.it


Il 13 dicembre, a Madrid, si alzerà ufficialmente il sipario sulla Drone Hopper-Androni Giocattoli. Nuovo sponsor e nuovi colori, ma a guidare il team ci sarà il caro vecchio entusiasmo di Gianni Savio. 22 corridori, con età media di 24...


Mathieu van der Poel vuole continuare a sorprendere ancora e tra i suoi obiettivi, oltre a un Mondiale su strada e su Mountain bike, adesso ci sarebbe l’idea di conquistare il titolo iridato Gravel. L’olandese negli Stati Uniti a gennaio...


La più reale è W VERDI: significa Viva Vittorio Emanuele Re D’Italia, e comparve sui muri di Milano e Venezia durante il Risorgimento. La più comica è W LA FOCA: il titolo di un film italiano del 1982, con Bombolo,...


Ieri pomeriggio l'annuncio della rescissione del contratto con il Team DSM, poche ore più tardi Tiesj Benoot ha ufficializzato che correrà per il Team Jumbo-Visma nelle prossime due stagioni. Il 27enne corridore fiammingo, già vincitore delle Strade Bianche, spiega:...


Una scorpacciata di ciclismo, con l’unico successo del 2021 – quello colto da Riccardo Santamaria proprio sul traguardo di Cantù – rilanciato più e più volte sul maxischermo e le squadre 2020, 2021 e 2022 a fare bella mostra di...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI