I cinquant'anni di Roberto Visentini

| 02/06/2007 | 00:00
Venti anni dopo il 1987, tuttora cocciutamente lontano - ci dicono - dal ciclismo, compie oggi 50 anni Roberto Visentini, uno dei campioni più in/discussi del ciclismo italiano degli anni '80. Venti anni dopo il furto con destrezza del Giro '87 che a sue spese perpetrò l'irlandese Stephen Roche, suo compagno di squadra nella Carrera, cinicamente fortunato nella tappa dolomitica che arrivava a Sappada a trovarsi all'avanguardia della corsa con Salvador e Bagot, giusto al tempo in cui Visentini in maglia rosa cominciava ad accusare difficoltà ed a perdere terreno, giusto al tempo per iniziare a collaborare all'attacco determinante... Quel cambio della rosa, venti anni dopo, è ancora eclatante: Roche al posto di Visentini, sul podio, ed un malcapitato direttore sportivo - Davide Boifava - a fare i conti con il meccanico personale di Roche, Valcke, ed il suo singolare gregario personale, il belga Eddy Schepers... Ma se di Visentini arriva per prima in mente ancora una sconfitta, e l'immagine letteraria di quel buon samaritano - Santaromita, di un'altra squadra - che lo avrebbe scortato per rispetto al leader infranto fino al traguardo, e semmai pure quell'ulteriore affronto subìto dalla sorte, una frattura del polso cadendo in salita che lo avrebbe costretto al ritiro prima della fine del Giro, oggi che l'ex-capitano della Carrera raggiunge una platea di vita sacra come i 50 anni, sarebbe più opportuno sottolinearne i successi. Personaggio atipico del ciclismo, borghese bresciano di ottima famiglia industriale, carattere giustamente orgoglioso in bilico sulle intemperanze di un morale fragile, il trend invidiabile di Bel Ragazzo griffato che oggi sarebbe stato bottino ghiotto poniamo per Ballando sotto le Stelle, Visentini si era presentato al ciclismo innanzitutto con un record non superabile: nel 1975, si aggiuidicò infatti il primo titolo mondiale juniores su strada della storia del ciclismo. E le sue caratteristich tecniche di atleta completo da corse a tappe, vagamente 'savoldelliano', forte sul passo, bravissimo in discesa, resistente in salita, gli avrebbero consentito un ruolo da primattore nei Giri d'Italia degli anni '80. Per sette giorni in rosa già nel 1980, il suo primo Giro da protagonista maggiore fu quello dell'83, quando fu secondo solo a Saronni, scontando un dazio maturato in classifica generale solo con gli abbuoni guadagnati in volata dal velocista lombardo... E dopo le stagioni poco fortunate dell'84 e dell'85, il suo Giro lo avrebbe conquistato nel 1986, spodestando proprio Giuseppe Saronni sulla salita di Foppolo e mantenendo il primato fino al traguardo di Merano. Vincendo, nel segno della fortuna estrema, proprio il 2 giugno: già, nel suo compleanno! Attore brillante ed al tempo stesso interprete ombroso di una stagione d transizione del ciclismo, pure Visentini è andato via dopo quel Giro acre del 1987 con i modi riservati di un gentiluomo, l' aria di gran signore non di 'giovin signore'. E ci spiace, e forse a lui più ancora, con la saggezza di venti anni in più, che al Tour de France abbia scelto di concedere in una carriera votata alle nostre strade tanto, troppo poco. (Perchè, Roberto, quel secondo posto in una crono a Wasquehal, nell'88, in fondo poteva essere il via per una clamorosa avventura in giallo. Alla faccia di Stephen Roche). Gian Paolo Porreca
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

Davvero un bell'inizio di stagione, quello delle ragazze che portano i colori della Trek Segafredo. Nella notte italiana, infatti, il team statunitense - con Elisa Longo Borghini in prima fila - ha vinto il Criterium del Great Ocean Road Race,...


Ad Antioquia sono in pieno svolgimento le attività che precedono la seconda edizione del Tour Colombia 2.1: saranno 28 le formazioni che si batteranno dal 12 al 17 febbraio. Team Sky, Movistar Team, Deceuninck Quick Step, Astana Pro Team, Education First...


Nel 2020 pedalare tra Torino e Milano sarà ancora più facile per tutti i cicloturisti. Lungo il Canale Cavour e per 82 chilometri sarà possibile andarsene sulla due ruote in tutta serenità... per leggere tutto l'articolo CLICCA QUI


Ultime battute in Coppa del Mondo per l’azzurro Davide Toneatti, che è stato convocato dal commissario tecnico della nazionale di ciclocross Fausto Scotti per la gara del prossimo week end a Hoogerheide in Olanda. Ma ormai tutte le attenzioni sono...


Factor, l’ultimo brand entrato nella galassia di RMS, è entrato nel cuore degli appassionati grazie alle due stagioni passate con il team francese AG2R-La Mondiale,  un biennio in cui queste fantastiche bici hanno raccolto importanti vittorie nelle più dure e severe competizioni...


Selle San Marco si appresta a vivere un’altra entusiasmante stagione. Ecco le squadre che anche quest’anno hanno scelto di affidarsi alla qualità dei prodotti Selle San Marco per equipaggiare le proprie biciclette. Dalla strada alla MTB, Selle San Marco sarà...


Autorevolezza, responsabilità e carisma sono le basi di ogni giudice di gara ma anche nel segno della passione dell’impegno e della professionalità a tenere banco nel Convegno annuale dei Giudici di Gara sotto l’egida del comitato regionale FCI Puglia svoltosi...


Il Comitato Provinciale di Pisa della Federciclismo presieduto da Roberto Spadoni festeggerà in maniera semplice e sobria, atleti, società, dirigenti, addetti ai lavori protagonisti della stagione 2018. La cerimonia è prevista domenica mattina presso l’Enoteca Le Melorie Fagnani in Viale...


Lodetto è il centro del mondo o almeno da qui il mondo prima o poi ci pas­sa. Soprattutto se il mondo è quello del ciclismo, e si ha la necessità di incontrare se almeno per un attimo Giu­sep­pe Martinelli, uno...


È ormai tutto pronto per il debutto fra i professionisti del Team Beltrami TSA - Hopplà - Petroli Firenze, che avverrà domenica (27 gennaio) in Argentina, alla Vuelta a San Juan, gara di sette tappe che si concluderà il 3...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy