FISCO, COSÌ PER SPORT. LA TUTELA SANITARIA

SOCIETA' | 30/10/2017 | 07:19
Le Circolari del Ministero della Salute 16/06/2015 e 28/10/2015 oltre alla Circolare CONI del 10/06/2016 ci aiutano nel fare il punto sul Decreto Balduzzi in merito alle certificazioni sanitarie.

Una delle novità è che è stata introdotta la categoria di tesserati che svolgono attività sportive che non comportano impegno fisico e che quindi non sono tenuti all’obbligo di certificazione sanitaria anche se si raccomanda un controllo medico.
Inoltre è stata realizzata un’elencazione non tassativa delle discipline sportive esonerate dalla certificazione e sono ad esempio golf, pesca sportiva, tiro con l’arco, bowling, ecc.

Si introduce l’obbligo del certificato per la partecipazione di “non tesserati” a manifestazioni non agonistiche o di tipo ludico/motorio caratterizzate da particolare impegno cardiovascolare come le manifestazioni podistiche e ciclistiche. Questa norma è molto spesso disattesa dagli organizzatori anche per via del gravoso impegno che richiederebbe la gestione di tale adempimento in quanto spesso i partecipanti non sono affiliati a nessuna ASD e non sono tesserati a nessuna Federazione.

Da ultimo si prevede una nuova fattispecie ossia l’esenzione da certificazione anche da parte di tutti coloro che non praticano alcuna attività sportiva, ma vogliono iscriversi alla Federazione Sportiva. Tale condizione specifica dovrà risultare già all’atto del tesseramento.

I DEFIBRILLATORI
Dopo numerosi rinvii il 26/06/2017 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto che istituisce l’obbligo di dotarsi di un defibrillatore, ma vi sono parecchi dubbi in particolare nel caso degli allenamenti.

La versione in vigore del Decreto prevede che:
- il defibrillatore sia installato in impianti sportivi a carattere permanente
- non sussista alcun obbligo in capo ad una ASD di possedere un proprio impianto salvavita nel caso in cui le attività sportive vengano svolte in luoghi che ne sono già dotati
- dovrà essere presente il dispositivo, unitamente al personale atto ad utilizzarlo, durante lo svolgimento di gare e manifestazioni
- l’unica conseguenza della mancanza del defibrillatore è la loro non idoneità ad ospitare manifestazioni agonistiche.

Venendo al punto fondamentale degli allenamenti il Decreto prevede l’obbligo solo durante lo svolgimento di competizioni, sia gare sociali che eventi a livello federale o internazionale, ma non durante allenamenti.

Ma il precedente Decreto Balduzzi  al punto 4.2 prevede l’obbligo anche durante gli allenamenti. Inoltre se nell’impianto effettuo solo corsi e non gare le linee guida affermano solo che “si evidenzia l’opportunità di dotarsi di un defibrillatore.”

A questo punto ognuno è libero di valutare, soprattutto sul piano giuridico, cosa si intenda per opportunità, dato che un obbligo di dotazione è previsto in un decreto, ma non nel successivo. Quindi che fare? Valutate in base al vostro caso concreto sia la prudenza che l’importo della spesa.

dottor Umberto Ceriani

www.consulenza-associazioni.com
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Voce e immagini arrivano via zoom da Gran Canaria e portano nelle sale dell'Hotel Principe di Savoia il volto sorridente e la voce squillante di Pippo Ganna. «Peccato non poter essere con voi stasera, ma Marco Villa ci ha spedito...


Anche il mondo del grande ciclismo internazionale ha voluto essere protagonista nella Notte degli Oscar tuttoBICI. Brent Copeland, general manager del Team BikeExchange, ha voluto premiare in prima persona Cristian Rocchetta, miglior élite della stagione, consegnandogli il Gran Premio Bike...


Elisa Longo Borghini è ormai una presenza abituale alla Notte degli Oscar tuttoBICI e ieri sera ha ritirato ben due riconoscmienti, avendo vinto il Gran Premio Alé tanto nel 202 quanto nel 2021. «La medaglia olimpica di Tokyo è stata...


La campionessa europea e del mondo Lucinda Brand e Toon Aerts brindano al successo nel classico Urban Cross che stamane si è svolto a Kortrijk in Belgio nel contesto della challenge X2O Trofee. Ennesimo trionfo dunque per l'olandese Brand che...


Filippo Baroncini è salto visibilmente emozionato sul palco della Notte degli Oscar per essere premiato da Mauro Gianetti, general manager della UAE Emirates. «Ringrazio tuttoBICI per questo riconoscimento che a va ad arricchire e a chiudere idealmente quella che per...


Sappiamo che la legge lo permette, ma porsi qualche domanda è comunque lecito. Sappiamo che non è questa la sede deputata, che il nostro è un sito di ciclismo, ma il pensiero chiede spazio e merita una riflessione. Il camionista...


Diego Ulissi sale sul palco degli Oscar tuttoBICI con evidente emozione: non è la prima volta, per lui, ma il premio come miglior professionista del 2020 gli dà brividi speciali. «Il 2020 per me è stata un'annata davvero buona, iniziata...


Ho ancora negli occhi i suoi, lucidi e carichi di emozione, per quel raccontare raccontandosi con “Coppiebartali”, tutto attaccato, quasi a sancirne l’impossibilità di parlare di uno senza narrare dell’altro. Una storia di due campioni assoluti, sullo sfondo di un’Italia...


Sonny Colbrelli è lì, in albergo a Udine, pronto al collegamento con la Notte degli Oscar e tiene ben stretto tra le mani l'Oscar tuttoBICI che ha conquistato come miglior professionsita della stagione: «È un premio di cui vado orgogloso....


Cresce il gruppo dei corridori sudamericani alla Drone Hopper Androni Giocattoli. Nel 2022, infatti, nel  team arriveranno tre nuovi giovani corridori colombiani. Si tratta di Didier Merchan, Brandon Rojas e Juan Diego Alba. I tre rappresentano una volta di più la...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI