E3 SAXO CLASSIC. VAN AERT FULMINA VAN DER POEL E POGACAR
Sono 202,1 i chilometri da percorrere con 17 muri da affrontare
Copyright © TBW
17:18
Per oggi è tutto, grazie di essere stati con noi! Le classiche del Nord tornano domenica, con la Gand-Wevelgem
17:18
Ed ecco la Top 10 di questa esaltante E3 Harelbeke 2023
17:10
Decimo posto per un generoso Filippo Ganna
17:08
Quarto posto in solitaria per Jorgenson, poi il compagno di squadra Cortina
17:08
PODIO REGALE! E gli organizzatori ringraziano
17:07
MA VINCE WOUTTTTT VAN AERTTTTT!!!!
17:07
Che spettacolo, che gara!
17:07
Niente da fare per Van der Poel, secondo, poi Pogačar, terzo
17:06
Guida Pogačar, poi Van der Poel e poi Van Aert
17:06
Pogačar lancia la volataaaaaa....
17:05
Sarà volata a 3!
17:05
ULTIMO CHILOMETRO di questa E3 Harelbeke memorabile!
17:05
Altra stoccata di Pogačar! Stavolta chiude Van der Poel
17:04
2 km all'arrivo, Van Aert si mantiene a ruota dei rivali
17:02
3 km all'arrivo, adesso non c'è più collaborazione tra i 3 davanti
17:02
Chiude Van Aert!
17:02
Prova ad anticipare Pogačar!
17:00
4 km all'arrivo
17:00
I primi inseguitori, vale a dire Mohorič, Küng, Cortina e Jorgenson, sono segnalati a 45"
16:59
Hanno rallentato davanti. Ognuno cerca di recuperare qualche energia da sfruttare nella probabile volata a 3
16:57
7 km all'arrivo
16:57
La quiete prima dello scontro tra giganti verso la linea del traguardo di Harelbeke
16:54
Probabilmente Mathieu sta leggermente meglio di Wout in questo momento, ma in una volata ristretta dopo 204 km di corsa (80 dei quali vissuti all'attacco) può succedere di tutto
16:53
Van der Poel e Van Aert si sono sfidati in volata molteplici volte. Una volta ha vinto, una volta ha vinto l'altro
16:52
Pogačar sulla carte è il corridore meno veloce dei 3, ma essendo Pogačar è meglio non dare nulla per scontato
16:52
10 km al traguardo, 1'05" il ritardo degli inseguitori
16:43
Il ritardo però è stabile attorno a 1'20"
16:42
Dietro si procede a scatti. Molto attivo Küng in questo momento
16:42
18 km all'arrivo, sarà volata a 3?
16:41
Il Tiegemberg (0,8 Km al 4.9%) se ne va senza sussulti
16:35
Non scende il vantaggio dei tre fenomeni, che proseguono con 1'15" sui corridori all'inseguimento
16:33
C'è il tratto di pavé di Varent (2000 m) ora, al quale seguirà l'ultimo muro, piuttosto semplice, il Tiegemberg (0,8 Km al 4.9%)
16:30
26 km all'arrivo, 1'10" il ritardo degli inseguitori
16:30
Alle spalle di Van Aert, Van der Poel e Pogačar ci sono quindi Stefan Küng, Valentin Madouas (Groupama-FDJ), Matteo Jorgenson, Iván Cortina (Movistar), Filippo Ganna (Ineos Grenadiers) e Krists Neilands (Israel-PremierTech), Nathan Van Hooydonck (Jumbo-Visma), Søren Kragh Andersen (Alpecin-Deceuninck), Matej Mohorič (Bahrain Victorious)
16:28
Van Hooydonck, Kragh Andersen e Mohorič vengono ripresi dal drappello con Pippo Ganna
16:27
Olio su tela
16:25
Stavolta il trio delle meraviglie rimane "tranquillo"
16:25
Ed eccoci sul Karnemelkbeekstraat (1,4 km al 5.5%)
16:24
Mancano comunque ancora 32 km all'arrivo
16:23
A 42" è segnalato un drappello di 6 unità con Stefan Küng, Valentin Madouas (Groupama-FDJ), Matteo Jorgenson, Iván Cortina (Movistar), Filippo Ganna (Ineos Grenadiers) e Krists Neilands (Israel-PremierTech)
16:23
Davvero un peccato per Ganna, che sembra avere davvero una grande gamba, ma ha corso un po' troppo sulla difensiva nelle fasi più concitate
16:19
36 km all'arrivo. Ci sono ancora due muri da affrontare, il Karnemelkbeekstraat (1,4 km al 5.5%) e il Tiegemberg (0,8 Km al 4.9%)
16:18
A 25" ci sono Mohoric, Van Hooydonck e Kragh Andersen
16:17
MA RIPARTE TADEJ!
16:17
Stavolta rispondono entrambi e i 3 terminano tutti assieme il vecchio Kwaremont
16:16
Rallentano...
16:15
Wout però riesce a rientrare, tanta grinta per il belga
16:15
E ANCHE VAN AERT soffre un pochettino!
16:14
Perde contatto anche Mohorič!
16:14
Mollano subito Van Hooydonck e Kragh Andersen...
16:14
ALTRO ATTACCO DI POGAČARRRR!!
16:13
E adesso attenzione, perché siamo sul vecchio Kwaremont (2,1 Km al 4.2%)
16:12
Davanti tornano ad essere in 6: Wout Van Aert, Nathan Van Hooydonck (Jumbo-Visma), Mathieu Van der Poel, Søren Kragh Andersen (Alpecin-Deceuninck), Matej Mohorič (Bahrain-Victorious), Tadej Pogačar (UAE Team Emirates)
16:12
Dal resto del gruppo si è staccato un drappello di 6 uomini, con anche Ganna tra questi
16:11
40 km all'arrivo, dietro sono segnalati sempre a 45"
16:10
Ora rallentano un po', e potrebbero quindi rientrare anche Kragh Andersen e Van Hooydonck
16:10
Bravo Mohorič che fa uno sforzo enorme e riesce a rientrare
16:09
Che garaaaa! Vediamo se ora tirano dritti
16:09
SE NE VANNO POGAČAR, VAN DER POEL E VAN AERT!
16:09
Anche Mohorič soffre!
16:08
Vanno in difficoltà Van Hooydonck e Kragh Andersen!
16:07
Pogačar prova a forzare sul Paterberg!
16:06
44 km all'arrivo, 45" il vantaggio dei 6 battistrada. Ora c'è il Paterberg (0,4 km al 9.7%), breve ma duro, e in pavé
16:05
I segnali offerti dal piemontese, comunque, al momento sono molto buoni
16:04
La Ineos sembra stia lavorando proprio per Ganna, che però si è fatto sorprendere nel momento clou in cui si è scatenata la bagarre
16:02
Siamo sul Kapelleberg (0,8 km al 5.1%), dodicesimo muro di giornata
16:00
Davanti si va d'amore e d'accordo, tutti i tirano, tutti fanno la loro parte
16:00
Dietro comunque la Ineos Grenadiers sta limitando i danni, in attesa dei prossimi muri
15:57
Sale a 45" il vantaggio dei 6 a 50 km dall'arrivo
15:57
La Ineos Grenadiers guida l'inseguimento dietro, ma è dura dura dura dura
15:56
E attenzione a Mohorič, che si è mosso alla perfezione come spesso gli accade
15:55
Anche oggi ci aspetta quindi un adrenalinico VAN DER POEL vs VAN AERT vs POGAČAR
15:55
Van der Poel può spremere al massimo Kragh Andersen, Van Aert ha Van Hooydonck
15:53
Ancora una volta è rimasta tagliata fuori la Soudal-QuickStep, che per il momento deve sempre inseguire in queste prime uscite al Nord
15:53
38" il vantaggio dei 6 di testa a 53 km dall'arrivo
15:52
E adesso tanti auguri a tutti gli avversari, andare a riprenderli sarà un'impresa quasi impossibile
15:52
Il loro vantaggio sale rapidamente a 30" sul resto del gruppo
15:52
Sul gruppo degli inseguitori è rientrato anche Ganna, che si mette subito in testa a trainare il gruppo
15:51
6 uomini, anzi 6 fuoriclasse, al comando: Wout Van Aert, Nathan Van Hooydonck (Jumbo-Visma), Mathieu Van der Poel, Søren Kragh Andersen (Alpecin-Deceuninck), Matej Mohorič (Bahrain-Victorious), Tadej Pogačar (UAE Team Emirates)
15:49
E attenzione perché adesso si sta formando un gruppo molto molto interessante!
15:48
Raggiunti i 3 di testa!
15:48
Lo segue, neanche a dirlo, Van Aert! Un po' più fatica sembra farla Pogačar, che comunque riesce ad agganciarsi ai rivali
15:47
NUOVO ATTACCO DI VAN DER POEL!
15:46
Caduta per Van Baarle in coda! Con lui coinvolti anche Florian Sénéchal (Soudal-QuickStep) e Jhonatan Narvaez (Ineos Grenadiers)
15:46
Siamo sul Stationsberg (0,7 km al 4.2%), muro in pavé al quale seguirà il tratto ciottolato di Stationsberg+Mariaborrestraat (2000 m)
15:44
Ci provano Kasper Asgreen (Soudal-QuickStep) e Ben Turner (Ineos Grenadiers), stoppati entrambi
15:43
Tra gli inseguitori si procede a scatti
15:42
Si rinfoltisce il gruppo all'inseguimento, diventano 30 i corridori alle spalle di Kragh Andersen, Van Hooydonck e Mohoric
15:42
60 km all'arrivo. Spettacolo doveva essere e spettacolo sta venendo fuori
15:40
Yves Lampaert si mette in testa a tirare per la Soudal-QuickStep, che può ancora contare su Asgreen e Alaphilippe
15:40
25" il vantaggio del terzetto su un gruppetto di circa 15 atleti, seguito da vari altri piccoli drappelli
15:39
E ora chi tira dietro?
15:38
Guidano la corsa Søren Kragh Andersen (Alpecin-Deceuninck), Nathan Van Hooydonck (Jumbo-Visma) e Matej Mohoric (Bahrain Victorious)
15:38
E ora tocca l'Eikenberg (1,2 km al 5%), in pavé
15:38
I corridori si sono già lasciati alle spalle il Boigneberg (1 km al 5.2%)
15:37
64 km all'arrivo
15:36
Il danese viene seguito da Nathan Van Hooydonck (Jumbo-Visma) e Matej Mohoric (Bahrain-Victorious), sempre lesto e attento
15:36
Attacca Kragh Andersen ora!
15:35
Pogačar è rimasto senza compagni di squadra, mentre Van der Poel ha ancora Kragh Andersen e Van Aert ha Laporte e Van Hooydonck
15:34
Questa azione annulla il tentativo di Jorgenson. Davanti rimangono in 12
15:33
Tra gli inseguitori si muove Kasper Asgreen (Soudal-QuickStep), seguito da Laporte, Van der Poel e Pogačar tra gli altri
15:31
Siamo sul muro di Berg ten Stene (1,3 km al 4.6%)
15:30
Situazione in continua evoluzione
15:30
Jorgenson guida con 15" su un gruppo di 25 atleti con i grandi favoriti, mentre il gruppo, con Ganna, Kristoff e qualche altro, è a 35"
15:28
Siamo in una fase di studio, così prova ad approfittarne Matteo Jorgenson (Movistar) che si lancia in avanscoperta
15:27
È rimasto invece attardato Ganna
15:26
Ci sono sicuramente anche Bettiol e Ballerini
15:26
Rientra in testa un altro drappello di una decina di unità
15:25
Florian Veermersch (Lotto Dstny) tagliato fuori da un guaio meccanico
15:24
Van der Poel ritrova Søren Kragh Andersen, uscito in grande forma dalla Sanremo
15:23
In testa alla corsa abbiamo quindi una ventina di corridori
15:22
Ripreso il quartetto con Van der Poel e Van Aert!
15:21
A guidare questo drappello di inseguitori c'è Tadej Pogačar, che era rimasto un po' indietro sulle prime rampe del Taaienberg
15:20
A qualche secondo c'è un gruppo di circa 15 atleti, che potrebbe rientrare a breve
15:20
Anche Bonnet, sempre reduce dalla fuga, rientra sui 3 di testa
15:19
Van Aert non collabora però, dietro ha diversi compagni di squadra
15:18
Con loro è riuscito a rimanere agganciato O'Brien, reduce dalla fuga
15:18
Se ne vanno Van der Poel e Van Aert! Sempre e solo loro!
15:18
Esplode la corsa a 80 km dall'arrivo
15:17
Prova a rispondere Van Aert!
15:17
Progressione micidiale del fenomeno olandese!
15:16
Comincia il Taaienberg! De Bondt accelera tra i fuggitivi
15:16
E ATTACCA MATHIEU VAN DER POEL SUL PAVÉ DEL TAAIENBERG!
15:15
Gruppo allungatissimo, c'è il rischio che si spezzi a brevissimo
15:13
Ora siamo in vista del Taaienberg (0,7 km al 6.7%) e la Jumbo-Visma imprime una forte accelerazione!
15:12
Il gruppo è a 33" da questi corridori
15:11
De Bondt rientra sui 5 fuggitivi e abbiamo quindi 6 uomini al comando
15:10
Altro muro ora, tocca al Kortekeer (0,9 km al 6.5%)
15:09
Dal gruppo prova ad uscire Dries De Bondt (Alpecin-Deceuninck). Comincia a muovere le sue pedine Van der Poel
15:07
Rimangono solo 30" ai battistrada e all'arrivo mancano ancora 87 km
15:06
Perde contatto Greg Van Avermaet (AG2R Citroën). Giornata no per l'esperto belga
15:04
All'avvicinarsi di un muro la velocità del gruppo aumenta sensibilmente, per poi tornare a diminuire una volta cominciato
14:57
Quantomeno ora sulla corsa sembra uscire un po' di sole
14:56
E ora è già il momento del Knokteberg (1,2 km al 7.2%)
14:56
I fuggitivi mantengono 1'30" a 95 km dall'arrivo
14:54
Superato anche il vecchio Kruisberg (0,9 km al 4.8%) in pavé
14:35
Da qualche chilometro c'è anche la EF Education-EasyPost davanti. Buon segno per Bettiol
14:34
Ora siamo sul Kanarieberg (1 km al 7.8%), terzo muro di giornata
14:31
Tra gli italiani, oltre ai già citati Ganna e Bettiol, attenzione a Davide Ballerini (Soudal-QuickStep), apparso in crescita tra Milano-Sanremo e DePanne. Altri nomi da tenere in considerazione sono quelli di Matteo Trentin (UAE Team Emirates), Simone Consonni (Cofidis) e Luca Mozzato (Arké-Samsic), caduto mercoledì mentre era nel gruppo davanti
14:28
Superata La Houppe. 2'35" il ritardo del gruppo, percorsi 90 km
14:22
La corsa si sta avvicinando al muro di La Houppe (1.9 km al 5.1%), e da quel momento in poi spazio per respirare ce ne sarà molto poco
14:12
75 km percorsi
14:11
Caduta in gruppo! Coinvolti anche Stefan Küng (Groupama-FDJ) e Anthony Turgis (TotalEnergies), prontamente ripartiti
14:05
Wout Van Aert, invece, è ancora in cerca del primo squillo stagionale. Sia chiaro, ha corso solo Tirreno-Adriatico e Milano-Sanremo, ma uno come lui ci si aspetta possa vincere ogni gara o tappa alla quale prende parte
14:04
Sicuramente, però, proverà a vincere nel caso lo scenario glielo consentisse
14:01
Tadej Pogačar proverà anche quest'anno a dare l'assalto al Giro delle Fiandre, l'anno scorso chiuso 4°. Nel 2022, però, aveva scelto la Dwaars door Vlaanderen per prepararsi, quest'anno Harelbeke
14:00
In testa al gruppo c'è ovviamente la Jumbo-Visma, ma una mano la stanno dando anche UAE Team Emirates e Alpecin-Deceuninck
14:00
3'15" il ritardo del gruppo quando siamo nella fase, verosimilmente, più tranquilla della corsa
13:55
Un'immagine che parla da sola...
13:52
Canali d'acqua a bordo strada, ulteriore insidia per i corridori soprattutto sui tratti di pavé, dove spesso cercano la parte di strada meno sconnessa
13:37
Superati i 50 km di corsa
13:37
Mathias Norsgaard (Movistar), Mathis Le Berre (Arkéa-Samsic), Kelland O’Brien (Team Jayco AlUla), Thomas Bonnet (TotalEnergies) e Martin Urianstad (Uno-X) sono quindi i nostri battistrada
13:36
A quanto pare, i fuggitivi sono semplicemente 5. C'era stato un errore di comunicazione quando si è formata la fuga
13:34
Pioviggina sulla corsa. L'acqua può probabilmente rendere ancora più dura la corsa
13:26
Per una quarantina di chilometri ora i corridori non troveranno né muri né pavè
13:24
Sale a 2'05" il vantaggio dei fuggitivi
13:24
La prima ora vola via a 47 km/h di media
13:17
A proposito di Van Baarle, nella corazzata belga al fianco di Wout Van Aert c'è anche lui. Occhio poi anche a Christophe Laporte, 2° lo scorso anno, e Tiesj Benoot. Saranno senz'altro la squadra da battere
13:16
Da sottolineare la presenza di Le Berre, che alla Omloop era stato in fuga tutto il giorno ed era stato l'ultimo a mollare la ruota di uno scatenato Van Baarle. Inoltre, il francese aveva provato ad attaccare da lontano anche mercoledì scorso alla Brugge-DePanne
13:16
Davanti ci sono Mathias Norsgaard (Movistar), Mathis Le Berre (Arké-Samsic), Kelland O’Brien (Team Jayco AlUla), Thomas Bonnet (TotalEnergies) e Martin Urianstad (Uno-X), più un sesto uomo che ancora non è stato menzionato
13:14
I 6 uomini al comando approcciano il settore di pavè del Paddestraat (2400 m) con 45" di vantaggio sul gruppo
13:06
Un quartetto si è riportato sui due atleti in avanscoperta, ma il gruppo per il momento si mantiene vicino
13:02
Altri corridori stanno provando a riportarsi su Bonnet e Norsgaard, che hanno circa 20" di vantaggio sul gruppo
13:00
Subito dopo arriva il tratto in ciottolato di Holleweg (1500 m)
12:59
Il gruppo affronta compatto prima il pavè e poi il muro del Katteberg
12:58
Non manca molto al primo muro di giornata, il Katteberg (1 km al 4.1%)
12:56
Niente da fare per Van Keirsbulck, in contropiede ci provano Thomas Bonnet (TotalEnergies) e Mathias Norsgaard (Movistar)
12:52
Mai nella storia un corridore è riuscito a vincere nello stesso anno Milano-Sanremo e E3 Harelbeke... quest'anno ci proverà Mathieu van der Poel
12:50
Prova ad avvantaggiarsi Guillaume Van Keirsbulck (Bingoal WB), ma il gruppo è subito dietro
12:44
15 km percorsi, si procede compatti
12:37
Ci avevano provato 7 uomini, subito riassorbiti dal gruppo
12:37
Tanti scatti in avvio, ma per il momento nessuno è riuscito ad evadere
12:30
PARTITI!! Buon divertimento!
12:29
Insomma, non manca nessuno. Per gli amanti del ciclismo, quella di oggi, è una giornata imperdibile
12:27
Ma ci sono anche Julian Alaphilippe (Soudal-QuickStep), Mads Pedersen (Trek-Segafredo), Alberto Bettiol (EF Education-EasyPost), Biniam Girmay (Intermarché-Circus-Wanty), Matej Mohoric (Bahrain-Victorious) e Peter Sagan (TotalEnergies)
12:24
C'è Mathieu Van der Poel (Alpecin-Deceuninck), c'è Wout Van Aert (Jumbo-Visma), c'è perfino Tadej Pogačar (UAE Team Emirates) e c'è anche Filippo Ganna (Ineos Grenadiers). I fantastici 4 della Milano-Sanremo si ritrovano 6 giorni dopo lo show del Poggio
12:23
La startlist è semplicemente PAZZESCA!
12:21
Non partono Cees Bol (Astana Qazaqstan) e Hugo Houle (Israel-PremierTech)
12:18
Quello odierno è un Piccolo Fiandre: sono 204 i chilometri da percorrere, infatti, con ben 16 muri e 10 tratti di pavè
12:17
Al di là del nome che cambia in omaggio allo sponsor, questa classica è più nota come Harelbeke, dal nome della città che ne ospita la partenza e l'arrivo.
12:16
Buongiorno amici da Harelbeke, siamo pronti a farvi vivere con voi la E3 Saxo Classic.
12:15
DIRETTA A CURA DI CARLO MALVESTIO

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Tadej POGACAR. 10. “Gna fà”, non ce la fa a regalar tappe. È un agonista e come tale si comporta. Non è qui per fare le pierre, è qui per vincere il Tour de France, a viso aperto. I saggi...


Ancora una volta UAE Development Team conquista una Top 5 e ancora una volta la velocista Sara Fiorin ha ottenuto un buon risultato. Dopo il terzo posto conquistato nella seconda tappa del Baloise Ladies Tour oggi è andata in scena...


In questo Tour de France non ce n'è per nessuno, anche sulle Alpi Marittime Tadej Pogacar (UAE) va a prendersi il suo trionfo vincendo l'ennesimo duello di questa edizione con Jonas Vingegaard (Visma Lease a Bike). A completare il podio della...


Dopo 17 anni è tornato il ciclismo dilettanti sul circuito collinare empolese di Corniola ed al termine di una gara selettiva con soli 23 arrivati sui 94 partenti, è stato il valdarnese di Incisa Matteo Regnanti ad aggiudicarsi il Gran...


La legge della salita è una sola: chi ha le gambe vince. E questa è anche la legge di Jarno Widar (Lotto Dstny Development) che a Champoluc si prende tappa e maglia gialla di leader. Il belga, già vincitore del...


Doppio colpo per Erazem Valjavec al Giro del Veneto juniores. Il figlio d'arte della Autozai Contri trionfa nell'arrivo in salita a Passo Croce d'Aune dove lo sloveno si scatena rifilando 40" ad Andrea Bessega (Borgo Molino Vigna Fiorita) e 43"...


Questa settimana Radiocorsa va in onda oggi, sabato 20 luglio, alle 18 su Raisport. Per celebrare due donne, due cicliste, che hanno fatto grande il movimento azzurro negli ultimi tempi. La piemontese Elisa Longo Borghini, con la sua vittoria al...


Era un pistard e con la maglia gialloblu della nazionale ucraina aveva partecipato a diverse edizioni dei campionati europei stabilendo anche dei record nazionali nel km da fermo e nella velocità a squadre. Andreyi Kutsenko aveva studiato all'università di Leopoli,...


Le lacrime e il lungo abbraccio con la moglie Trine: questa è l’immagine di Jonas Vingegaard dopo il traguardo a Isola 2000. Il danese che il Tour lo ha vinto già due volte, nella diciannovesima tappa si è arreso, ammettendo...


Qualcuno lo ha definito il nuovo Cannibale, perché non ha lasciato vittorie a nessuno. Lo sloveno domenica a Nizza salirà sul podio del vincitore e per lui questo sarà il terzo successo finale al Tour de France. «Quando Simon Yates,...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Capitani Coraggiosi