UAE. ARRIVA IL CAMPIONE MAROCCHINO

PROFESSIONISTI | 30/01/2017 | 17:00
E' il giovane Anass Ait el Abdia il 26° corridore dell'organico del Team UAE. Nato a Casablanca, Marocco, nel 1993, Ait el Abdia si presenta come un atleta dai buoni mezzi fisici (180 cm di altezza per 66 kg), che fanno di lui un passista-scalatore.

E' stato il percorso formativo di Ait el Abdia e la sua costante crescita a convincere la dirigenza del team emiratino ad accogliere il corridore del Marocco in squadra: Anass ha infatti trascorso due stagioni (2014-2015) presso il Centro Mondiale del Ciclismo dell'UCI a Aigle.

Campione marocchino in carica, Ait el Abdia ha colto altri due successi in gare pro, ovvero la tappa di Tinghir del Tour du Maroc 2014 e il Challenge du Prince 2015, ma vanno menzionate due partecipazione con la maglia della nazionale del Marocco in corse di livello mondiale: i Giochi Olimpici di Rio 2016, conclusi in 47^posizione, e i mondiali 2016, nei quali Anass è riuscito a essere tra i membri della prima fuga di giornata e a rimanere poi nel gruppo di testa di 26 atleti che si è giocato il titolo iridato, cogliendo il 26° posto.

Questo il commento del general manager Giuseppe Saronni: "Accogliamo con piacere in squadra Anass come un interessante prospetto supportato da una formazione certificata, ovvero i due anni trascorsi presso il Centro Mondiale del Ciclimo: abbiamo avuto in squadra nelle passate stagioni Tsgabu Grmay che aveva percorso una traiettoria di crescita simile, siamo convinti che anche Ait el Abdia possa arrivare allo stesso livello.  Il ragazzo ha grinta e coraggio, come ha dimostrato ai recenti campionati mondiali, e lo staff della nostra squadra addetto alle valutazioni delle prestazioni ha riscontrato buone potenzialità".



The young rider Anass Ait el Abdia is the 26th member of the roster of Team UAE.

He was born in Casablanca, Morocco, on 1993 and he's a rouleur-climber 180 cm tall and 66 kg of weight.

The management of the Emirati team decided to sign Anass also considering the importance of his improvement path: he spent two years (2014-2015) in the UCI World Cycling Center in Aigle.

Ait el Abdia is the Moroccan national champion and in his career he obtained other two victories (Tinghir stage in the Tour du Maroc 2014 and the Challenge du Prince 2015), however his best achievement are the participation in the Rio 2016 Olympic Games, where he obtained the 47th place, and the 22nd place in the UCI World Championship 2016 after having been member of the main breakaway of the race and having succeeded in reaching the arrival in the head group of 26 riders.

Giuseppe Saronni, team UAE's general manager, explained: "We're happy to welcome Anass in our team as young rider with the potential talent for improving his skills.

His cycling course is well certified by having spent two years in the UCI World Cycling Center, a path which is similar to the one of a former rider of the team, who's Tsgabu Grmay: it would be great if Ait el Abdia could follow this course of improvement.

Anass is well determinated and the team's staff in charge of the evaluations and the performances reported that his value are good enough to allow him to aim to an interesting level of competitiveness".


Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

“La bicicletta ha scenari di sviluppo molto ampi – fa notare il presidente di Confindustria ANCMA, Paolo Magri, commentando i dati elaborati dall’associazione -  soprattutto se paragoniamo l’uso del mezzo nel nostro paese rispetto a quello di nazioni più avanzate in...


Pochi oggetti nel mondo dello sport vantano un apparato di significati più vasto di quello di cui è dotata la borraccia nel ciclismo. Fondamentale strumento di sopravvivenza fisica dei corridori, la borraccia rappresenta «l’anello di congiunzione tra l’ordinarietà del pedalatore...


La Società Ciclistica Carnaghese ha deciso di annullare il 24esimo Gran Premio dell’Arno – Coppa d’argento Comune di Solbiate Arno, gara internazionale per la categoria juniores in programma domenica 7 giugno. E’ solo l’ultima in ordine di tempo delle gare...


Il Tour de France ad agosto? È un'idea che piace a Tom Dumoulin. Rispondendo alle domande di Sporza, l'olandese della Jumbo-Visma ha detto la sua sul possibile calendario. «Secondo me si può fare, facendo slittare un poco la Vuelta. Penso...


Marta Bastianelli è caduta e si è rialzata così tante volte che ha perso il conto. Lo farà anche questa volta, con il carattere che contraddistingue i campioni. Anche se il suo sogno più grande, quello a forma di cinque...


Aretino di Laterina, Enrico Baglioni è un giovane promettente con licenza di vincere. Come dimostrano i suoi quattro successi nelle due ultime stagioni con gli juniores nel team Stabbia, tra cui quella conquistata a marzo dello scorso anno nel Memorial...


Ne sono certo, abbiamo bisogno di novità, di fiducia nel domani e di una carica positiva probabilmente fuori dal comune. Occorre essere sul pezzo e mi raccomando, non abbassate la guardia, ma possiamo combattere questa situazione negativa anche concentrandoci su...


Una grave emergenza sanitaria ha colpito il nostro Paese. E’ stato un susseguirsi di avvenimenti che hanno portato il governo a prendere decisioni restrittive per il bene del paese: scuole chiuse, attività produttive non essenziali chiuse e la forte raccomandazione di restare...


  La quarantena è una buona occasione per rimediare a omissioni e dimenticanze. Così, finalmente, ecco Luciano Soave, ieri gregario, oggi artista. “Ero un coppiano. Stravedevo per lui. Quando morì, piansi. Avevo 17 anni”. “L’unica cosa in cui avrei potuto...


L'edizione del ventennale del Memorial intitolato ad Alberto Coffani dovrà attendere, nella migliore delle ipotesi, ancora qualche mese. La corsa di Gazoldo degli Ippoliti per donne allieve ed esordienti,  che avrebbe dovuto inaugurare la stagione organizzativa del Pedale Castelnovese deve...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155