NIPPO FANTINI. Fatta la squadra per il Giro

PROFESSIONISTI | 30/04/2016 | 18:18
Ufficiale la formazione del team Italo-Giapponese NIPPO Vini Fantini per la corsa più dura del mondo nel paese più bello del mondo.

Il DS Stefano Giuliani ha sciolto le ultime riserve: “Abbiamo valutato attentamente tutti i corridori, molti dei quali in ripresa dopo gli infortuni, e ci siamo confrontati con con tutto il management con l’obiettivo di onorare al meglio l’appuntamento più importante della nostra stagione, il Giro d’Italia, nel quale vogliamo lasciare il segno. Abbiamo già considerato anche la formazione per il Tour of Japan che si correrà a fine maggio e in concomitanza con il #giro, per non lasciare nulla al caso è avere una formazione competitiva e vincente anche nell'appuntamento clou della stagione asiatica”.
Il Giro d’Italia 2016 vedrà competere sulle sue strade questi 9 talenti #OrangeBlue:

DAMIANO CUNEGO: #TeamCaptain 
Talento, grinta, esperienza e, da questo giro, fantasia. Alla sua 11° partecipazione al Giro è pronto a guidare i compagni nella corsa rosa. “Sono pronto e determinato, sto bene fisicamente e ho studiato attentamente molte tappe di questo Giro per fare bene attaccando. Il Giro di quest'anno é disegnato perfettamente per il mio obiettivo da Cacciatore di tappe. Voglio tornare ad alzare le braccia al cielo e voglio farlo dando il massimo in qualche azione importante. Come nel mio stile io correrò dando il meglio, e sono sicuro di poter raccogliere ottimi risultati”.

GREGA BOLE: #TheCharismaticLeader.
Il vincitore della prima gara dell’anno, leader carismatico, jolly vincente che può e vuole lasciare il segno in questo Giro. “La caduta all’Amstel è stato un imprevisto molto importante, la gamba era ottima e ho sicuramente perso brillantezza. Ma ho recuperato dalle fratture e continuato ad allenarmi forte per farmi trovare pronto per l’appuntamento più importante dell’anno, la corsa rosa. Io e Damiano ci completiamo, con caratteristiche diverse, possiamo pungere in tappe differenti, divertirci e regalare al team delle belle soddisfazioni, ben supportati dalla squadra.”

GIACOMO BERLATO: #TheEscapeMan
4 volte in fuga al Giro d’Italia 2015, in fuga all’Amstel 2016, il suo ruolo in squadra è chiaro a tutti, ma il giovane talento italiano, alla sua seconda partecipazione alla corsa rosa vuole un podio in rosa. “Sono felice di poter prendere parte per il secondo anno consecutivo al Giro d’Italia, sono consapevole che alla mia età non è affatto scontato essere già alla seconda partecipazione. Il mio lavoro sarà al servizio della squadra, ma se avrò l’opportunità per una soddisfazione personale vorrei fosse in una fuga che arriva al traguardo, per giocarmi il podio di giornata e magari la vittoria di tappa.”

GENKI YAMAMOTO: #TheJapaneseTalent.
Il Giapponese delle fughe, noto per l’arrivo del Tour de San Luis dove dopo oltre 100 km di fuga è stato ripreso a poche centinaia di metri dal traguardo dal gruppo lanciato in volata. Al debutto nella corsa rosa, il giovane talento Giapponese è un corridore completo al servizio della squadra. “Sono emozionato, correre nelle grandi gare europee mi sta aiutando a crescere, ma debuttare al Giro d’Italia per me è un grandissimo onore. Mi metterò a disposizione della squadra per crescere ancora e rappresentare con onore il Giappone e tutti i tifosi nipponici al Giro d’Italia.”

IURI FILOSI: #UnpredictabilityTalent
La giovane scommessa del team NIPPO Vini Fantini, pronto a stupire, al suo debutto nella corsa rosa. Trentino, doti da scalatore, già convocato da Cassani negli stage azzurri. In stagione in luce alla Volta Limburg, con un quinto posto, in fuga al Giro del Trentino al suo primo grande Giro per trovare costanza e consacrarsi come talento del presente e futuro italiano. “Emozionato per la prima partecipazione, ma determinato a fare subito bene. Guardo sopratutto alle tappe della mia regione a cavallo tra la seconda e la terza settimana.”

GIANFRANCO ZILIOLI: #TheClimber
Uno degli scalatori puri del team, compagno fidato del capitano #OrangeBlue ma pronto ad emergere e stupire sopratutto nella terza settimana del Giro. Quarto al campionato italiano 2015, alla sua seconda partecipazione al Giro d’Italia, primo con i colori #OrangeBlue. “Ho patito l’infortunio all’Appennino dove mi sono fratturato la clavicola, ma il Giro è una corsa lunga e le mie tappe arrivano dalla seconda è terza settimana. Ho recuperato e sarò pronto. La prima settimana macineremo chilometri e raggiungerò la mia migliore forma proprio pedalando, per essere utile a Damiano Cunego e alla squadra nella seconda e terza settimana. Amo attaccare e quando capiterà l'occasione, ci saro".

ALESSANDRO BISOLTI: #TheExpertClimber.
L’ultimo uomo del capitano già al Giro 2015, lo scalatore trentino ha tanta esperienza e sarà un importante pedina a disposizione dei direttori sportivi nella seconda e terza settimana di Giro. “Affronterò questo Giro d’Italia con grinta e umiltà. Partecipare alla corsa rosa è un’emozione indescrivibile, la onoreremo con tutta la squadra con grande impegno e pronto a tuffarmi in qualche azione a lunga gittata nelle tappe più impegnative, dove meglio riesco a esprimermi".

EDUARD GROSU: #TheIngeniousSprinter.
Velocista estroso, capace di tenere in tappe dure e competitivo anche e sopratutto in condizioni climatiche proibitive, come ha dimostrato al Gran Piemonte 2015 concluso al quarto posto e nella tappa 13 del Giro d’Italia 2015 chiusa al quinto posto. Il giovane talento rumeno, al suo secondo Giro d’Italia, cerca il colpaccio: “Ringrazio i direttori sportivi per la fiducia e la convocazione, li voglio ripagare conquistando almeno un podio in volata al Giro e inserendomi in qualche fuga vincente".

RICCARDO STACCHIOTTI: #TheWinningGregarious.
Giovane cresciuto nelle fila del team sin dalla categoria Under23 e Continental, continua la sua crescita al secondo Giro d’Italia consecutivo. Partito con un ruolo da gregario ha conquistato tappe e maglia di leader al Tour de Hokkaido 2015. Pronto a continuare il suo percorso di crescita con un grande Giro d’Italia 2016: “In questo anno e mezzo nella categoria Professional sono cresciuto tantissimo. L’esperienza al Giro d’Italia 2015 mi ha formato come uomo e come atleta ed è quello che mi ha permesso di vincere in Giappone nel finale della scorsa stagione. Arrivo al Giro per aiutare il team, ma se ci sarà un’occasione per me non mi tirerò indietro.”

Gli assenti? Spiegati bene dalle parole finali di Stefano Giuliani: “In squadra abbiamo leader e giovani di talento e sono stati suddivisi per onorare al meglio il Giro d’Italia, ma anche la grande corsa asiatica che ci attende a fine maggio, il Tour of Japan. Abbiamo una vera doppia anima, Italiana e Giapponese, e intendiamo onorare al massimo entrambe le vetrine. In entrambe le formazioni abbiamo grandi leader e corridori vincenti. Per toglierci soddisfazioni tanto in Europa quanto in Asia.”



It is official the line-up of the Italian-Japanese team of the NIPPO Vini Fantini team for the Giro d’Italia.

The Sports Director Stefano Giuliani has been talking for a long time with all the staff and with the Japanese Team Manager Hiroshi Daimon, with the goal to honor at the best, the most important race of the season, the Giro d’Italia: “We want to be competitive in Giro d’Italia and than we had been considering also the Tour of japan line-up for the end of May, the most important moment of our racing calendar. Our team has leaders and young talents, and in both line-up we will have expert leaders and young talents that can surprise and reach great results.”

The Giro d’Italia 2016 will see competing on the Italian (and Nederland) roads these 9 #OrangeBlue riders:

DAMIANO CUNEGO: #TeamCaptain
Talent, determination, desire to win and great experience. At his 11° participation to the Giro d’Italia is ready to guide his team-mates in the pink race. “I’m ready and strongly determined, I feel very well and I study all the stages of this Giro that is designed perfectly for my goal, be ready to look for single stages victories. I want to come back to win and I want to do it giving all what I have in some very important action. As it is in my style I will race giving all the best, and I’m sure to obtain great results”.

GREGA BOLE: #TheCharismaticLeader.
The winner of the first stage of the year, charismatic leader, winning jolly that could live the sign in this Giro: “The fall of Amstel Gold Race was a bad accident on my road to Giro, I was feeling very good and my preparation was perfect. But I fully recovered from the accident and I’ve been training very hard to be ready for the most important race of the season, the Giro d’Italia. Me and Damiano we complete each other, with different features, we can attack in different stages, have fun and give to the team great satisfactions if well supported by the team.”

GIACOMO BERLATO: #TheEscapeMan
4 times into an escape in Giro 2015, in the right escape of Amstel Gold Race 2016, his role in the team is clear, but the young Italian talent, at his second participation to the Giro d’Italia wants a pink podium: “I’m really happy to be part of the Giro roster for the second year, I’m conscious that at my age is not easy to be there for the second time. My work will be at full disposal of the team, but I will have an opportunity of a great escape until the finish line, I want to battle for the podium and maybe a victory.”

GENKI YAMAMOTO: #TheJapaneseTalent.
The Japanese escape man, well known for the Tour de San Luis arrival where after more than 100 km of escape has been catch in last 100 meter to the finish line by the group during the sprint. At his debut in the pink ride, the young Japanese Talent is a complete rider at disposal of the team. “I’m really happy and motivated, to race in Europe it helps me a lot to grow, but now to be at Giro d’Italia it is another great opportunity to grow more. I will be at full disposal of the team and to represent with honor the Japan and all Japanese supporters at the Giro d’Italia.”

IURI FILOSI: #UnpredictabilityTalent
The young bet of the NIPPO Vini Fantini team, ready to explode, at his debut in the Pink Ride. From the mountains of trentino a good climber, already called by Cassani for stages with the Italian Selection. In the current season a good placement in Volta Limburg with a 5th position of stage, in the escape at Giro of Trentino. Ready for his first great Giro to find regularity and explode his talent. “I can’t wait to start this amazing experience of the first Giro and I’m strongly determined to do good things. I’m looking to stages of second and third week.”

GIANFRANCO ZILIOLI: #TheClimber
One of the most able climbers of the team, a good support for the captain, but also ready to surprise in the third week of Giro. 4th place in Italian Championship 2015, at his second participation to the pink ride, but the first with #OrangeBlue jersey.
“I crashed in Appennino stopping a good growth because of a broken shoulder, but the Giro is a long ride and my stages will come in the second and third week. I’m fully recovered and I will be ready in the third week of Giro. The first week we will be doing lots of km and I will grow my performances while riding to be useful for team strategies and Damiano Cunego in the second part of Giro. I love to attack, and when I will have the chance to do it I will be there.”

ALESSANDRO BISOLTI: #TheExpertClimber.
The last man of Damiano Cunego already in Giro 2015, the climber from Trentino has lots of experience and will be an important man at full disposal of sports directors in the second and third week of Giro d’Italia. “I will face this Giro d’Italia with determination & humility. To participate to the pink ride is always an incredible emotion, we will honor with the full team with all our determination this invite. I’m ready to be part of some long action in the hardest stage of this Giro, where I can show my best capability.”

EDUARD GROSU: #TheIngeniousSprinter.
The fastest rider of the #OrangeBlue roster of this Giro, able to be there also in hard stages and when the weather goes bad, as he show in Giro del Piemonte 2015 concluded in 4th position and in the 13th stage of the Giro d’Italia 2015 closed at the 5th place. The young Rumenian talent, at his second Giro d’Italia, is looking for the podium: “I want to thank Sports Directors for the trust and for the call, I want to ra-pay them catching at least a podium in a sprint and being part of some important action.”

RICCARDO STACCHIOTTI: #TheWinningGregarious.
The young talent growth inside the team, since from the Under23 category and keeping his growth in the second Giro d’Italia of his career. Started with a gregarious role he won stages and the general ranking of the Tour de Hokkaido 2015. Ready to continue his growth with a great Giro d’Italia 2016: “In this year and an half in the Professional category I growth a lot. The experience of Giro d’Italia 2015 helps me to improve has man and as rider, taking myself to the victory in Japan in the end of the season. I come to Giro d’Italia to help the team, but if I will have a chance to make an action I will be ready.”

The missing riders? Fully explained in the final words of Stefano Giuliani: “In the team we have leaders and young talents and have been divided to honor in the best way as possible the Giro d’Italia, but also the great Asian race that we will have in the end of May, the Tour of Japan. We have a double soul, Italian & Japanese, and we want to honor in the best way as possible both races. In both rosters we have great leaders and winning riders. We want to take results in Europe and in Asia, I’m sure that with this two line-up we will make great things.”
 


Copyright © TBW
COMMENTI
E in che maniera...
30 aprile 2016 22:15 lele
....onorerete il Giro lasciando a casa Daniele Colli??
Mah....decisioni incomprensibili.....o forse no.
Mi sa che Rcs ci ha messo lo zampino....

Ma quale segno e con quale squadra???
30 aprile 2016 23:42 toti64
La vera notizia è che la Nippo Fantini lascia a casa il suo corridore più in forma preferendo corridori infortunati, corridori giapponesi e giovani di scarso talento: i risultati del resto parlano chiaro. Chi non vuole Daniele Colli al giro? Il team? Gli sponsor? I direttori sportivi? O RCS?

x lele e/o toti64
1 maggio 2016 09:45 siluro1946
Per quale motivo RCS non dovrebbe volere Daniele Colli al Giro? Cosa ignoro?

info
1 maggio 2016 11:44 FrancoPersico
Scusate ma DANIELE COLLI ?

Peccato per Colli
1 maggio 2016 13:50 Bicitunder
Un vero peccato per Colli, è in forma e sarebbe stato interessante vederlo al via del Giro

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Sabato scorso un acquazzone ha impedito al Team Colpack Ballan di debuttare a Roveredo di Guà (VR), dove la gara in programma è stata annullata. Questo week end dovrebbe essere invece la volta buona con una serie di prove (cronometro, pista, strada, mtb)...


Adesso è ufficiale, adesso il Giro di Sardegna ha una data: l'Uci ha inserito la rinata corsa italiana (l'ultima volta si è disputata nel 2011 e la vinse Sagan con l'aggiunta di tre tappe) nel calendario internazionale, si correrà...


Dopo aver realizzato il primo raduno in altura, a lockdown concluso, la Nazionale U23 non perde tempo e con una rappresentativa azzurra parteciperà all’appuntamento, all’insegna della multidisciplinarietà, in programma dal 17 al 26 luglio in Emilia...


Dopo essersi immerso nella cultura italiana alla Pinacoteca di Brera, cimentato ai fornelli come “Chef Sagan” e inventato sarto nell’Atelier di Ermenegildo Zegna con il Sindaco di Milano Giuseppe Sala a fargli da modello, il fuoriclasse slovacco della BORA –...


La decisione era nell'aria ed è arrivata puntuale: la Alecin Fenix rinuncia alla trasferta rumena e non sarà al via del Sibiu Tour. Di conseguenza, slitta l'esordio di Mathieu Van der Pel che a questo punto potrebbe riaprire la sua...


La Federazione, con delibera presidenziale n. 60 del 14 luglio, ha consentito, in via transitoria fino al 30 settembre 2020, il superamento del numero dei partenti nelle gare regionali e nazionali nella misura massima del 25% del...


Gli organizzatori dei Grands Prix Cyclistes de Québec et de Montréal - in programma rispettivamente l'11 e il 13 settembre - hanno fatto il punto della situazione sulle loro gare, entrambe di WorldTour. A otto settimane dall'evento, le restrizioni adottate...


Tutto è pronto per l’arrivo dei primi corridori sudamericani in Europa, con Richard Carapaz e Jhonatan Narváez, che sarebbero già su un aereo in volo verso la Spagna. Mentre, i corridori colombiani Egan Bernal, Nairo Quintana, Rigoberto Uran e molti...


  La serie dei rinvii delle gare ciclistiche in Toscana prosegue incessante. E’ di oggi la notizia che non ci sarà il 75° Gran Premio Industria del Cuoio e delle Pelli, classica nazionale per élite under 23, prevista in un...


È un Vincenzo Nibali estremamente motivato, quello che sta pedalando a Passo San Pellegrino. Il campione siciliano affida i suoi pensieri ai social network e twitta: «Pedalare finalmente insieme ai miei compagni di squadra mi fa sentire più forte: mi...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155