Gli azzurri hanno provato il percorso Mondiale

| 30/09/2004 | 00:00
Gli azzurri del ciclismo sono al lavoro in vista dei Mondiali di ciclismo su strada del 3 ottobre a Verona. Questa mattina è stato effettuato il primo vero allenamento premondiale in squadra: un'uscita per tutti i 15 azzurri convocati dal Ct Franco Ballerini che hanno effettuato la ricognizione del percorso iridato partendo dal quartier generale di Ospedaletto di Pescantina. Partenza dall'Hotel Villa Quaranta, alle ore 9 e 50, rientro per alcuni (fra cui Basso, Frigo, Cunego dopo tre ore di bici, per altri (fra i quali Bettini, Garzelli) dopo quattro ore. Tutti gli atleti in maglia azzurra hanno pedalato con capitan Bettini, medaglia d'oro olimpica, apparso allegro (sul percoso delle Torricelle ha trovato perfino il tempo di scherzare con gli avversari, come documenta la foto di Roberto Bettini che ritrae Paolo Bettini e Igor Astarloa) e motivato dopo la ricognizione del percorso, mentre a guidare il gruppo sulle strade di casa è stato il 'profeta in patria' Damiano Cunego, vincitore del Giro 2004. Il veronese, seconda punta della Nazionale di Ballerini, ha indicato la strada per raggiungere il circuito iridato che tutti gli azzurri hanno provato per 4 giri, allungando poi dopo l'uscita (circa 150 km) con qualche lavoro dietro macchina come spiega lo stesso olimpionico Bettini: ''Ho fatto un buon lavoro, provando ottime sensazioni sul tracciato che è duro e dopo avere fatto quattro giri ho allungato un'ora dietro la macchina guidata dal Ct. Sto bene, mi sento forte e motivato. Ho potuto tenere alta la tensione e la motivazione per correre da protagonista questo Mondiale, anche dopo il successo ai Giochi Olimpici. Mi piace sottolineare una cosa: è vero, per un atleta vincere l'olimpiade è il massimo, ma devo dire che nell'avvicinamento al Mondiale molti hanno dimenticato il valore  e lo spessore dell'impresa compiuta dalla nazionale italiana ad Atene. Io, credete, ho sentito una grandissima soddisfazione che ora mi spinge con ancor più determinazione a cercare una storica accoppiata Olimpiade-Mondiale''. Paolo Bettini si è soffermato anche sulla descrizione del percorso: ''E' duro, fara' molta selezione e credo che oltre alla salita solo almeno due i punti strategici in cui si giocherà tutto: la discesa, difficile, con un paio di curve che richiedono attenzione e il tratto di pavè. Ci vorrà una grande condizione e sarà una corsa tirata dall'inizio''.
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Vestire una squadra di ciclisti professionisti, si sa, è piuttosto impegnativo: taglie, preferenze, necessità. E ancora: stagionalità e individualità, formazione maschile e formazione femminile. Insomma, il lavoro preparatorio e di gestione è imponente.  La partnership tra Santini e...


Nell'epoca delle crisi economiche e delle delocalizzazioni, Bianchi procede nel futuro del ciclismo "rigenerando" e potenziando la propria dimensione locale. Stamattina, infatti, in località Battaglie a Treviglio (BG) nella sede che da oltre 50 anni ospita la storica azienda (fondata...


Sarà una prima volta speciale, quella della Coppa del Mondo di ciclocross in Val di Sole. La neve e la bellezza delle montagne circostanti sono garanzia di spettacolo; il resto, domenica 12 dicembre a Vermiglio, ce lo metteranno gli atleti,...


Canyon presenta oggi la gamma Grail 2022, una gamma completamente aggiornata per gustare ancora meglio quella che è a mio avviso una delle migliori bici gravel di sempre, Leggera, veloce e pratica, la Grail in ogni sua versione conquista ogni praticante regalando...


A dieci mesi dal brutto incidente in moto, in cui ha combattuto una dura battaglia contro la vita che lo ha costretto a interrompere la carriera ciclistica, Juan Tito Rendon torna in sella con il team Orgullo Paisa.“Finalmente torno a...


Completata la procedura di registrazione delle formazioni professionistiche, l’Uci annuncia il quadro dei team per la stagione 2022, sottolineando come siano state attribuite ben sei nuove licenze UCI Women’s WorldTour.UCI Women’s WorldTeams (Prima Divisione)Attribuita una licenza per il biennio 2022-2023,...


Sono tre corridori liguri gli ultimi innesti che vanno a completare la formazione Juniores 2022 del Team F.lli Giorgi. Si tratta di Piergiorgio Cozzani, Luca Giaimi e Samuele Privitera. Nella nuova stagione il sodalizio presieduto da Carlo Giorgi avrà una...


Un nuovo progetto, nati per lanciare un messaggioe soprattutto per fare qualcosa di concreto per l'Africa. “Together We Ride, Together We Care” è il progetto di Q36.5 lanciato in collaborazione con l’African Wildlife Foundation (AWF). per continuare a leggere l'articolo vai su tuttobicitech.it


Tenacia alpina. Il Giro d’Italia 2022 ha detto no a una tappa confezionata su misura per il 150° del Corpo degli Alpini e per i 200 dalla morte di Antonio Canova, ma non si arretra, anzi, si rilancia. Il presidente...


Valorizzare il percorso del Mondiale di ciclismo su strada sulle colline imolesi, come occasione per lo sviluppo turistico del territorio metropolitano. È questo l’obiettivo dell’accordo di collaborazione tra la Città metropolitana di Bologna e CON.AMI (Consorzio Azienda Multiservizi Intercomunale), approvato...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI