GINI. Domani l'ultimo saluto a Franco

LUTTO | 28/02/2016 | 09:50
La chiesa di Cenaia, paese dell'hinterland pisano famoso per le sue aziende vivaistiche, ospiterà domani alle 14,30 le esequie di Franco Gini. Il noto team manager toscano era nato in questa località il 29 febbraio 1948 e dunque sarà tumulato proprio nel giorno in cui avrebbe celebrato il 68°compleanno.

Un infarto, mentre si trovava in Colombia a seguire i giovani ciclisti andini in forza alla Movistar, ha messo fine alla vita ed alla brillante carriera di questo personaggio assai apprezzato del ciclismo toscano, che proprio nel 2015 aveva ricevuto il significativo premio Ammiraglia d'Oro come prestigioso apprezzamento per il suo impegno a favore del ciclismo, protrattosi per oltre 40 anni.

Da apprendista parrucchiere a sponsor e quindi a diesse  del ciclismo giovanile per seguire l'affermazione fino ai massimi livelli del suo primo pupillo, il ciclista di Migliarino Pisano, Alessio Di Basco. Poi l'incontro fatidico con Ivano Fanini e il suo staff, assolutamente essenziale per poter lanciare nel professionismo il sempre più vincente e convincente Di Basco. Da incorniciare la stagione 1988, quando Gini venne tesserato come diesse della Fanini-Seven Up e riuscì a centrare, grazie ai suoi combattivi atleti, due bersagli memorabili: la tappa di Marina di Massa al Giro d'Italia con il “solito”, incorreggibile Di Basco e soprattutto il campionato italiano su strada professionisti con l'esperto bresciano Pierino Gavazzi, vincitore sul traguardo della Coppa Placci a Imola della terza e ultima in carriera, gara valida per il tricolore.
Successivamente Gini rivestì con notevole successo il ruolo di team manager presso importanti squadre di livello internazionale, specializzandosi nei rapporti con gli sponsor e instaurando quel rapporto privilegiato con la Colombia che si è rinforzato negli anni, dopo il trionfo di Fabio Duarte nel campionato mondiale Under 23 a Varese e con la valorizzazione di Betancur, Sarmiento e di altri giovani talenti colombiani. Ma sotto l'egida di Franco Gini si sono affacciati al professionismo tanti atleti di nome, citiamo ad esempio Michele Bartoli e Mario Cipollini che vorranno raggiungere Cenaia per tributare al manager pisano l'ultimo saluto, insieme al tecnico-amico-per-la-pelle e compagno di tante battaglie Antonio Salutini, allo sponsor che più lo ha stimato, cioè Ivano Fanini, ad Alessio Di Basco e soprattutto agli amati figli Fabrizio, Claudia e alle due donne della sua vita, Lucia e Paola.

Stefano Fiori
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Il Team BikeExchange, che il prossimo anno si chiamerà Team BikeExchange Jayco, ha confermato il suo roster maschile di 28 corridori per la prossima stagione. "Possiamo essere molto soddisfatti del lavoro svolto quest'anno dallo staff delle prestazioni che ha svolto...


Natale si avvicina e la caccia al regalo perfetto è ormai lanciata. Niente panico, c’è tutto il tempo per sorprendere i tuoi cari con il dono ideale per loro. Se si tratta di sportivi una buona soluzione la offre il...


È una squadra kazaka la cui lingua ufficiale è l’italiano. Tutti i suoi membri comunque parlano l’inglese e se la cavano an­che con il francese, se proprio proprio all’inizio qualche straniero non conoscesse la nostra lingua, che presto o tardi...


The best of Cycling 2021 è un concorso fotografico e già questo lo rende speciale, perché le immagini hanno una capacità narrativa ed emotiva eccezionale. Se poi il concorso lo organizza un decano dei fotografi del ciclismo internazionale come Roberto...


La bella tradizione di Alé di scambiarsi gli auguri in occasione delle festività con una pedalata non competitiva ed aperta a tutti, è ripresa  domenica 28 novembre, dopo lo stop dovuto alla pandemia. Il celebre brand veronese di abbigliamento da...


L’inaugurazione della EOLO CdF Climb organizzata da EOLO insieme alla Società Ciclistica Alfredo Binda si è tenuta ieri a Varese presso lo Stadio Franco Ossola di via Giuseppe Bolchini alla presenza di un folto gruppo di appassionati di ciclismo. L’evento...


In bicicletta si può davvero far tutto, anche affrontare il travaglio e arrivare alle soglie della sala parto. È accaduto alla parlamentare verde della Nuova Zelanda, già ministro delle donne,  Julie Anne Genter, da sempre convinta paladina della mobilità sostenibile. L'altra notte,...


"La pedalate gravel sono uno strumento di allenamento, ma anche uno modo per staccare la spina, per allontanarmi dalle auto, per immergermi nella natura... mi aiuta a rilassarmi", afferma un Nathan Haas, sempre più innamorato della specialità. A fianco di...


Terra, sabbia, fango, acqua, talvolta neve, molto più spesso vento, sono gli ingredienti base del ciclocross. Coinvolgono la vista e il tatto, raramente il gusto quando il sudore si impasta con la polvere o si cade rovinosamente nella melma. Dal...


La patria del 5 volte campione del mondo Renato Longo non ha tradito le attese. Vittorio Veneto si è confermata come sempre una delle prove più selettive e spettacolari del calendario nazionale. Oggi il fango l’ha fatta da padrone, rendendo...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI