POZZATO. «Peccato non aver sfruttato l'occasione»

PROFESSIONISTI | 18/02/2015 | 16:37
Filippo Pozzato dà uno squillo anche al Tour de Oman, sfiorando il podio nella 2^ tappa della corsa araba. Il vicentino della LAMPRE-MERIDA, già 4° nella tappa regina del Dubai Tour, ha lottato con i migliori corridori del Tour de Oman sul traguardo di Al Bustan, conquistando ancora la 4^ piazza, preceduto nell'ordine da Cancellara, Valverde e Van Avermaet e anticipando Sagan.
Buona prestazione anche per un altro atleta blu-fucsia-verde, Valls, che con l'11° posto odierno conferma l'ottima stato di forma mostrato in questo inizio di stagione. La corsa si è infiammata nella salita verso Al Jissah (scollinamento ai -4 km), dove una serie di scatti ha frazionato il plotone, lasciando nel gruppo di testa 19 atleti, arrivati a giocarsi il successo in uno sprint ristretto su una strada in leggera ascesa. Nella classifica generale, Valls (13°) e Pozzato (15°) sono distanziati di 10" dal capoclassifica Cancellara.

Finale di tappa sfortunato per Matteo Bono, scivolato nei chilometri finali: il veterano blu-fucsia-verde ha riportato l'infrazione di una costola. Lo staff medico della squadra valuterà la sua situazione nelle prossime ore.

"Il finale di gara è stato selettivo, ci siamo ritrovati in una gruppo ristretto a lottare allo sprint - ha spiegato Pozzato - Sentivo di avere buone gambe, mi spiace non aver sfruttato fino in fondo una buona occasione. In volata ho dovuto toccare i freni per togliermi da una traiettoria non percorribile, comunque faccio i complimenti a Cancellara perché ha dimostrato una grande condizione. Ho potuto contare su un ottimo lavoro di squadra, con un Valls splendido come in Dubai a essermi a fianco fino all'arrivo".

Queste le impressioni di Rui Costa: "Per essere al mio secondo giorno di gare nel 2015 e per aver corso in una clima molto caldo, con temperature attorno ai 40°, la mia prestazione è in linea con le mie aspettative. Pozzato è stato molto bravo a lottare fino alla fine per il successo, peccato che gli sia sfuggito, l'avrebbe meritato. Ho lavorato bene, l'obiettivo è migliorare il mio ritmo di gara".



Filippo Pozzato exhibited once again is good condition in the early part of the 2015, being so close to the podium of the 2nd stage of Tour de Oman.

The Italian rider from LAMPRE-MERIDA, who had obtained the 4th place in the queen stage of Dubai Tour, battled against the best cyclists of the peloton on the arrival of Al Bustan, crossing the finish line in the 4th position being preceded by Cancellara (1st), Valverde (2nd) and Van Avermaet (3rd) and anticipanting Sagan (photo Watson/Bettini).
Another blue-fuchsia-green athlete, Valls, confirmed he's living a positive moment, obtaining the 11th place in the stage standing.

The key moment of the race was the climb of Al Jissah (summit at -4 km), when a series of attacks selected a front group of 19 members, who battled for tyhen victory in a sprint on a road with a light ascent. In the overall classification, Valls (13th) and Pozzato (15th) have a gap of 10" to the leader Cancellara.

Matteo Bono crashed in the final kilometers of the course, suffering a greenstick fracture of one rib. The medical staff of the team will check his condition in the next hours.

"The final part of the season made the selection and the head group had only 19 members - Pozzato explained - I had good legs, that's why I think it's a pity I could not achieve the victory. In the sprint I had to brake to find a better path, but this thing doesn't affect the deserved victory of Cancellara. I'd like to underline that the team gave me a perfect support and that Valls was great in being on my side until the arrival".

Rui Costa explained that: "Considering that this was my second day of race and that today we pedaled under the sun at 40°, I could be satisfied about my performance. I'm here in order to improve my pace and to improve my fit. Pozzato was great, we're sorry he could not celebrate a victory".
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Nella sua Slovenia Primoz Roglic viene chiamato l’Aquila di Zasavje mentre Pogacar è soprannominato il Lupo della Gorenjska. L’Aquila il prossimo anno tornerà, questa è una certezza. E tornerà per sfidare il suo avversario e lo farà a partire dal...


Bello? Suggestivo? Affascinante? Scegliete voi l'aggettivo che più vi pice per questa immagine del Burj Khalifa, il grattacielo simbolo degli Emirati Arabi sulla quale stanotte campeggia la foto di Tadej Pogacar in maglia gialla accompagnata dal simbolo del Team UAE...


Mauro Gianetti, Ceo della UAE Emirates, sotto il palco del Tour de France guardava Tadej con il sorriso e gli occhi che brillavano. Gianetti in questa squadra ancora giovane ha avuto un ruolo importante, fin da subito ha creduto in...


È festa grande a Komenda, il paese natale di Tadej Pogacar. Tutti in piazza per celebrare il trionfo del nuovo fenomeno del ciclismo, il suo clamoroso successo al Tour de France. E ad animare la festa, l'allenatore di Tadej, Miha...


Questo non è stato, purtroppo, il Tour di Elia Viviani. Il velocista della Cofidis ha avuto un problema a un piede e nelle poche tappe riservate ai velocisti non è riuscito ad andare oltre un quarto posto. “Siamo finalmente arrivati...


Non è una vendetta, sia chiaro, ma una semplice storia di sport. Il protagonista della storia è Sam Bennett, 30 anni tra un mese, irlandese di Wervik, che ha fortemente voluto andar via dalla Bora Hansgrohe nello scorso inverno perché...


Un lampo verde a Parigi: Sam Bennett trionfa nella tappa conclusiva del Tour de France, 122 km da Mantes la Jolie a Parigi sugli Champs-Elysèes, chiudendo come meglio non avrebbe potuto la sua grande campagna francese. L'irlandese ha battuto l'iridato...


Tadej POGACAR. 10 e lode. Due Grandi Giri, due podi, un terzo alla Vuelta e una maglia gialla sul podio di Parigi. Tre tappe alla Vuelta e una maglia; tre tappe e tre maglie al Tour. Se non è un...


Grande performance del giovane talento Antonio Tiberi nell'internazionale Trofeo città di San Vendemiano-Trofeo Industria e Commercio prestigiosa gara del calendario UCI Europa Tour di classe 1.2MU. Il giovane romano di Gavignano, 19 anni del team Colpack Ballan, si è imposto...


C'è la firma dell'olandese Danny Van Poppel sull'edizione 2020 della Gooikse Pijl. Il portacolori della Circus Wanty Gobert ha vinto allo sprint precedendo nell'ordine Gerben Thijssen della Lotto Soudal e Arvid De Kleijn della Riwal Securitas). ORDINE D'ARRIVO 1. Danny...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155