Neri Sottoli: meno investimenti per Citracca, più per Ballerini

PROFESSIONISTI | 05/01/2015 | 14:52
L'azienda toscana leader nel settore alimentare dei sottoli ha deciso, in sintonia con il team manager Angelo Citracca, di destinare parte delle proprie risorse al settore giovanile. Nel 2015, Patron Baronti prolungherà la sua partnership con il team professionistico, ma nutre un forte desiderio di puntare maggiormente sui giovani, in particolare sulla squadra juniores che porta il nome di Franco Ballerini.

«La nostra è una scelta condivisa insieme ad Angelo - spiega Giuliano Baronti (nella foto) -. La squadra ha sempre onorato il nome della nostra azienda; in questi anni, abbiamo condiviso successi e difficoltà, ed insieme siamo cresciuti fino alla vittoria del Campionato Italiano a Squadre. Non vogliamo assolutamente abbandonare i professionisti, il nome della nostra azienda rimarrà sulla maglia del Team. Vorremmo semplicemente investire di più nella squadra che porta il nome dell'amico Franco Ballerini: sono ragazzi giovani e promettenti, l'arrivo di Scinto è già per loro una grande fortuna perché potranno imparare molto da lui, e noi abbiamo pensato che il nome di un'azienda leader come la nostra potrebbe garantire una certa solidità e dare anche un ulteriore slancio all'immagine del team».

Il team manager Angelo Citracca capisce pienamente il desiderio della Neri Sottoli: «Questo main sponsor è stato per noi una grande fortuna. Abbiamo sempre cercato di ricambiare la fiducia portando il nome dell'azienda il più in alto possibile e penso che ci siamo anche riusciti. Siamo legati da un rapporto commerciale, ma anche e soprattutto da una forte e sincera amicizia. Per questo motivo la Neri Sottoli rimane sulle nostre maglie. Il fatto che Patron Baronti cerchi di investire di più sui giovani, ed in particolare sui ragazzi della Franco Ballerini, credo sia una bellissima iniziativa: il ciclismo giovanile ha bisogno di grandi nomi e di realtà aziendali solide per poter guardare al futuro con maggiore serenità, e la Neri Sottoli è in grado di dare questa garanzia».

Comunicato stampa congiunto Neri Sottoli

Giuliano Baronti / Angelo Citracca  



The Tuscan leader company Neri Sottoli, in accordance with the team manager Angelo Citracca, decided to invest more on youth sector. In 2015, the partnership with the professional team will continue, but Giuliano Baronti want to bet more on young riders, especially on junior team Franco Ballerini.

"This one is a shared decision", said Giuliano Baronti. "The team has Always honored the name of our company ; we have shared successes and difficulties and we grew up together, until the victory of the Italian Teams Championship. We don't want to leave the professional team, the name of our company will be on its jerseys. We just would like to invest more on the team Franco Ballerini: young riders, with Luca Scinto as technical manager... The name of a leader company like ours can guarantee a certain strength and it can give an additional impetus to the image of the team."

The team manager Angelo Citracca fully understand the wish of Neri Sottoli : "It was an important main sponsor. We have always tried to reciprocate the trust and I think we did it. We are united by a strong friendship. For this reason, the name of the company Neri Sottoli will stay on our jerseys. Giuliano Baronti want to invest more on young riders, especially on the team Franco Ballerini, and I think it's a wonderful initiative : youth cycling needs big names and solid companies in order to look peacefully forward, and Neri Sottoli can do it."


Press release Neri Sottoli

Giuliano Baronti / Angelo Citracca  

Copyright © TBW
COMMENTI
ahi ahi
5 gennaio 2015 16:09 pasquino
Il vecchio Mike Bongiorno avrebbe detto: " ahi ahi signora Longari". Scinto che sta ai margini del Progetto e si dedica alla cura dei giovani, il main sponsor Neri...... che lo segue. Cosa sta accadendo in vetta al San Baronto. Mi sa tanto ' che il romanetto' stavolta non la sfanghi. Ahi Ahi Signor Citracca......
Ora voglio vedere cosa dicono gli ultras Yellow flou......

eccone un'altro
5 gennaio 2015 16:39 paciacca
....eccone un'altro........ Pasquino.... non ti preoccupare il ' romanetto' ( come lo chiami tu) è come l'Araba Fenice.......
Poi, bene o male, Giuliano Baronti è sempre vicino alla grande famiglia Yellow Flou.....


Non ci vedo nulla di male.
5 gennaio 2015 16:40 Bastiano
Non mi pare strana la cosa ma, lascia intendere che, in presenza di uno sponsor più grande, la Neri abbia rinunciato al primo nome, avendo in compensazione, una posizione importante sulla maglia a titolo quasi gratuito.
La cosa strana è che la licenza è stata rilasciata dall'UCI in virtù di contratti che oggi non esistono più.
Sinceramente cominciano ad essere troppe le operazioni poco comprensibili, lasciando intendere anche un accordo non noto ai più, con la RCS per la partecipazione al Giro d'Italia, agevolato dalla finta uscita di scena di Scinto, che si è prestato a fungere da agnello sacrificale. Ma il ciclismo del futuro, deve essere questo?

Buon anno Pasquino,
5 gennaio 2015 16:46 Fra74
permettimi, senza offesa, ma il Tuo commento è un poco "cattivello"!!!!!
Mi spiego subito, il sottoscritto più volte ha scritto "contro" certe decisioni, ma sempre in un modo chiaro, pungente, ma obiettivo. Ora, non per prendere le difese del Sig. ANGELO CITRACCA ed altri, non ne hanno bisogno, ma il punto non è tanto se il main-sponsor continua o meno. A mio parere, il PUNTO è un altro. Si vuole cercare di cambiare il SISTEMA ATTIALE CICLISMO?!? Ebbene, seppur spiacenti per questa notizia, il tutto dovrebbe ricadere su organi competenti a ciò, UCI in primis ed RCS per quanto concerne i vari inviti alle gare. Ora, precisato ciò, non potendosi parlare di RESPONSABILITA' OGGETTIVA, come già ampiamente discusso, il PUNTO è quello di cui sopra. O si fa qualcosa UGUALE per TUTTE le squadre, oppure, non si tiene conto di nulla, e si continua COSI'. Badate bene, a me sta bene, poi ognuno trae le proprie considerazioni e fa le proprie valutazioni. Spero di essere stato chiaro: a me fa piacere che il Sig. NERI devolva parte dei suoi soldi al settore giovanile, ma dispiace pure se in seno a detta squadra ci sarà un ulteriore ridimensionamento; penso alle varie situazioni ancora in stallo, tipo FRANCESCO CHICCHI ed altri.
Francesco Conti-Jesi (AN).

bastiano ??
5 gennaio 2015 16:58 pasquino
Bastiamo fammi capire.
L'Uci avrebbe rilasciato una licenza su presentazione di contratto che adesso non è più in essere??? Maaa...tutto può essere ma dubito ..... le cose sono due o non arrivano a Carnevale oppure hanno qualche carta in mano (Jolly = sponsor) che nessuno di noi sai e che aspettano a renderla pubblica.......


Concordo...
5 gennaio 2015 17:15 FrancoPersico
... con Bastiano.

...
5 gennaio 2015 17:26 pippi
Neri rimane con i prof e aiuta noi che siamo sempre famiglia Yellow Fluo...non vedo niente di che, ma che pensate che sulle maglie nn ci sia sponsor??.mah aspettate poche ore poi ne parliamo...#saluti a tutti...citracca number one..

La Befana
5 gennaio 2015 17:41 paciacca
Scusate posso fare una domanda?? Ma domani è l'epifania??? La tradizione vuole che stanotte passi la Befana portando doni e dolciumi....... e se a San Baronto portasse un "carico di soldi"........


La Befana vien di notte con le scarpe rotte vestita alla romana viva viva la Befana...........

E con questo auguro una buona epifania a tutti...... ci risentiamo.... nei prossimi giorni...........

Sponsor
5 gennaio 2015 19:23 Acqua77
Un'azienda che firma un contratto x fare lo sponsor principale di una squadra e caccia il grano, vuole anche che si annunci e si inizi a pubblicizzare il nome.
Nessuno paga per stare nascosto.
Mi sa che...
Altro capitolo, la UCI come ha rilasciato la licenza? Auguri !!

Befana o pesce d'aprile?
5 gennaio 2015 20:43 FrancoPersico
Che ben venga la Befana, però la chiarezza è una gran bella cosa...

Ma nooooo
5 gennaio 2015 23:06 venetacyclismo
Certamente le indagini che la nuova commissione dell’Uci che vedi caso sta lavorando anche a vecchie vicende come quelle del forse più famoso DS Manager del ciclismo Pro-Tour come Riis, come riporta oggi la gazzetta dello sport.
Uguale situazione di inchiesta è ora con la Neri Sottoli che cerca di svincolarsi da tutti gli scheletri che si è trovata nell’armadio, ma basta guardare nella storia passata dei suoi direttori , per trovarsi in gravi considerazioni e provvedimenti.
Sarebbe stato sufficiente che gli ultimi tre atleti coinvolti nei casi di doping avessero collaborato al 50% , che se ne sapremo delle belle, inutile fare gli struzzi, vogliamo un ciclismo pulito e sano.
Colmo dei colmi ora si esclude un DS e lo si manda con i giovani.

posa i fiasco
5 gennaio 2015 23:36 paciacca
Veneta ciclismo..............ma fammi il piacere. Se conoscessi veramente Luca Scinto spareresti meno......... mi... te
#conlucascintotuttalavita

ps: lo avevo detto la befana vien di notte..........ma a quanto pare a san baronto è arriva all'ammazzacaffè............tremate tremate le strege son tornate

ppss: si se gli atleti avessero collaborato al 50% come hai detto tu.....SCINTO SAREBBE OSANNATO DA TUTTI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
PERCHE' L'UNICO DIFETTO CHE HA LUCA SCINTO E' CHE E' TROPPO BUONO!!!!

paciacca
6 gennaio 2015 09:41 Bastiano
Capisco il tifo ma, 3 positivi in poco più di un anno ed un meccanico squalificato per 25 anni per commercio di sostanze dopanti, dovrebbero consigliate meno vigore, almeno per chi ama questo sport! Se poi l'importante è vincere, allora va tutto bene.

Pasquino.............
6 gennaio 2015 12:05 gass53
Caro Pasquino..........mi sà che vicino a Te voli......... \"\" Uccello che vola nel Padule di Fucecchio............

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

C’è un altro Vincenzo Nibali. Stessa latitudine e stesso accento. Stessa fame, dentro, e stesso fuoco, fuori. Stessa passione e stessa voglia. Stessa forza e stessa energia. Stessa modestia, terra-terra, forse anche stessa timidezza, almeno di partenza. E stessa devozione...


L’unico responsabile è Antonio Bertinotti. Tra accertate prescrizioni e assoluzioni è l’ex sindaco di Arona, anima e deus ex machina della Ciclistica, l’unico degli imputati del processo per le sponsorizzazioni gonfiate nelle gare di ciclismo a finire condannato. Il giudice Rosa...


A Cesena chi va a lavorare in bicicletta viene ricompensato: 25 cent a chilometro per un massimo di 50 euro al mese, con tanto di app che verifica il percorso. A Collegno una rete di piste ciclabili connette il territorio...


Quelli del Colnago Cycling Festival si stanno dimostrando NUMERI DA RECORD e confermano che questa è una manifestazione che sta diventando sempre più forte.   In occasione di entrambe le aperture di iscrizioni si sono registrati numeri da capogiro: il 4 ottobre 1.000 pettorali sono...


Il ciclismo brianzolo ha celebrato le sue eccellenze. Con una festa organizzata presso il Palazzo Terragni di Lissone il Comitato Provinciale di Monza e Brianza della Federciclismo, presieduto da Marino Valtorta, ha premiato gli atleti, le società e alcuni “addetti...


"Questo appuntamento rappresenta la storia del ciclismo. E' una bella iniziativa nata in un'area geografica che con il nostro sport ha un legame speciale e che lancia messaggi importanti per la sua crescita". A sottolinearlo è stato oggi il consigliere...


Luca Cibrario fra gli élite-under 23, Andrea Damiano (juniores), Andrea Conti e Filippo Borello (allievi), Milo Marcolli (esordienti), Nicoletta Bresciani (donne élite), Giulia Bertoni (junior), Martina Sanfilippo (allieve), Asia Rabbia (esordienti) hanno vinto, nelle rispettive categorie di appartenenza, il ciclocross...


Festa dello sport e della solidarietà ed ancora una volta grande successo per la Pedalata Telethon sulle strade della Versilia organizzata dal Pedale Pietrasantino presieduto da Alfredo Bertellotti con la collaborazione di Marco Giannelli delegato da Fondazione Telethon-UILDM (Unione Italiana...


Si è chiusa con un ottimo quinto posto assoluto l'avventura in azzurro alla Sei Giorni di Gand di Jacopo Cavicchioli e Filippo Ferronato.I due ragazzi del Cycling Team Friuli, convocati per l'occasione dal ct azzurro Marco Villa, hanno ben figurato nelle...


Sempre più affollati gli incontri formativi del progetto “Sicuri in Bicicletta” l’iniziativa della Federazione Ciclistica Italiana e della Fondazione ANIA in collaborazione con la Polizia Stradale ed il MIUR. La conferma si è avuta in occasione del quarto appuntamento, quello...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy