Santaromita rispetta la squadra, ma loro rispettano l'Italia?

PROFESSIONISTI | 10/05/2014 | 13:20
Lui ha festeggiato. Ha festeggiato per davvero. Era ed è felice per la maglia rosa finita sulle spalle del compagno di squadra Svein Tuft, che non poteva festeggiare meglio i suoi 37 anni. Ivan Santaromita non lo dice, ma ce lo fa sapere, che non è assolutamente vero che c’è rimasto male per non essere stato il prescelto a vestire la prima maglia rosa ma non ci sta nemmeno di passare per quello che ha faticato a tenere le ruote nella cronosquadre d’apertura. Semplicemente la squadra ha operato una scelta: non doveva tirare un metro e doveva stare costantemente dietro, in fondo al trenino della Orica GreenEdge.

La squadra aveva deciso prima della partenza che il primo a passare la linea del traguardo sarebbe stato il corridore canadese. Scelte di squadra che Ivan ha rispettato e condiviso. Noi riportiamo fedelmente quanto abbiamo raccolto. Sappiamo anche che il team australiano vorrebbe difendere la maglia fino in Italia. Noi ci auguriamo che ci riescano. Ma se ciò avvenisse non sarebbe stato meglio approdare a Giovinazzo con il campione d’Italia in maglia rosa?
Copyright © TBW
COMMENTI
10 maggio 2014 14:06 FrancoPersico
Politiche difficili, comunque sia Ivan Santaromita è un serio professionista. Io sono più polemico con altri media che parlano di tanti atleti e si ricordano di Ivan prima di chiudere la diretta (vero RAI?). Poco importa. Lo spessore di questo atleta è risaputo. Spero di vederlo in Rosa presto...

Non sarebbe stato meglio approdare a Giovinazzo con il campione d’Italia in maglia rosa?
10 maggio 2014 15:15 pepp84
Se nessun velocista riuscisse nel frattempo a strappare la maglia rosa all'Orica, basta semplicemente che in queste due frazioni irlandesi in linea il campione italiano si classifichi meglio dei suoi compagni di squadra e non prenda alcun "buco" cronometrico. Ricordate il "caso" Puccio-Cataldo dopo la cronosquadre di Ischia?
C'è anche da dire però che Matthews verosimilmente le volate le farà e quindi la maglia di leader la potrebbe indossare proprio lui, a meno di precise direttive di scuderia...

IVAN SANTAROMITA
10 maggio 2014 15:53 pantan20
Grande Ivan!!! hai dimostrato anche questa volta di essere un Campione con la C maiuscola....Bravo!!!!

Santaromita
10 maggio 2014 21:25 siluro1946
Serio professionista, brava persona, certo, ma come ciclista cosa vi aspettate, che vinca il Giro? Siate seri.

x siluro1946
11 maggio 2014 10:55 FrancoPersico
Non mi pare che qualcuno si attenda questo da Ivan o sia stato scritto. Qualche giorno in rosa però potrebbe farlo e con onore. Poi comunque ha vinto un italiano, su un circuito tutt'altro che facile. Potrebbe quindi benissimo chiudere il Giro nei Top Ten.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
  Tea è una bambina. Ha sei anni e un gatto che si chiama Ulisse, le piace giocare a nascondino e va matta per le polpette della nonna. Quando si avvicina l’estate, i genitori progettano una vacanza al mare e...


Ben Swift e tutti gli altri campioni nazionali di Gran Bretagna delle corse su strada, della Bmx e del fuoristrada continueranno ad indossare la loro maglia per un altro anno. La Federazione britannica ha infatti annunciato ufficialmente l'annullamento dei campionati...


Sono tornati a correre - anche se le disposizioni del Consiglio Federale del 30 giugno scorso imponevano il divieto di correre all'estero fino al 14 luglio - e sono stati protagonisti di una buona prova in terra ceca: parliamo di...


Avevano tutte le carte in regola per essere protagonisti di un grande Giro d'Italia Under 23 ma non saranno al via. Parliamo dei ragazzi del Team UAE Colombia i cui vertici proprio nelle ultime ore hanno scritto agli organizzatori della...


Un grave lutto ha colpito la Movistar Team: si è spento ieri, colpito da un infarto, il massaggiatore Pep Toni Escandell, 52 anni. Era tornato alavorare al team spagnolo proprio nell''inverno scorso dopo lunghi anni alal Lotto Soudal: un ritorno...


Patria del ciclismo declinato in ogni specialità, le Fiandre avranno un nuovo velodromo. Sarà un impianto avveniristico e polifunzionale, che potrebbe entrare in funzione già nel 2023. Ieri è stato firmato l'accordo tra il Governo regionale delle Fiandre e il...


  Fra i tanti primati che Ivano Fanini può vantare c'è anche quello degli anni 1988 e 1989, quando fu artefice di una operazione binaria tra due squadre professionistiche create sommando gli investimenti: la Seven Up Fanini con D.S.Franco...


Scicon Sports non è solo un’azienda leader nella produzione di borse portabici (un vero must per chi viaggia spacco con le due ruote al seguito) e valigie da viaggio per ciclisti, ma con ottimi risultati produce occhiali sportivi e abbigliamento per ciclisti e...


Strade bianche che s’inoltrano nella campagna lombarda, da percorrere facilmente a piedi o in bicicletta, per ritrovare un tempo sospeso e tutto per noi. Le 33 proposte sono radunate secondo i grandi orizzonti geografici della regione: la pianura, i fiumi,...


Sono tornati in sella e hanno cominciato subito a riassaporare il gusto della vittoria. Sono i ragazzi del Veloce Club Borgo che hanno ripreso oggi l'attività partecipando al Gran Premio di Kostanjevica na Krki, un criterium giovanile in terra slovena....


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155