Sette italiani più Serpa per il Gp Lugano

LAMPRE MERIDA | 27/02/2014 | 13:06
In riva al lago, nel 2012 la LAMPRE-MERIDA colse il 2° posto con Cunego; lo scorso anno, la gara non si disputò a causa della neve. I blu-fucsia-verdi proveranno a conquistare il Gp Lugano (corsa mai conquistata dalla formazione dei patron Galbusera) nel 2014, con una formazione completa e competitiva: saranno sette gli italiani che, domenica 2 marzo, vestiranno le divise fornite da Champion System, ovvero Bonifazio, Bono, Cunego, Mori, Palini, Ulissi e Wackermann, ai quali si aggiungerà il colombiano Serpa, recente vincitore del Trofeo Laigueglia.
Toccherà al tecnico ticinese Simone Pedrazzini dirigere la formazione dei patron Galbusera, contando sul supporto dei massaggiatori Della Torre, Capelli e Santerini, dai meccanici Romanò e Coelho e dal dottor De Grandi. Il percorso, 169,4 km con un giro iniziale di 33,4 km e 4 successivi giri di 34 km ciascuno, si presenta come adatto a corridori reattivi quali Ulissi e Cunego. La coppia della LAMPRE-MERIDA può garantire certamente un finale ad alta competitività, ma si deve anche tenere in considerazione il colombiano Serpa, galvanizzato dalla vittoria di Laigueglia. Spazio ai giovani Bonifazio, Palini e Wackermann, pedine importanti per il ds Pedrazzini, al pari degli esperti Bono e Mori.
La corsa sarà trasmessa su Raisport 2 a partire dalle 13,25.


 
On the lake shore, in 2012 LAMPRE-MERIDA obtained the 2nd place thanks to Cunego; past edition of the race was deleted because of the snow. In 2014, blue-fuchsia-green team will try to conquer Gp Lugano (2 March), a race that the team never won. The selected riders for the Swiss race are seven Italian cylists and one Colombian: Serpa, who recently won Trofeo Laigueglia, will join Bonifazio, Bono, Cunego, Mori, Palini, Ulissi and Wackermann.
Swiss sport director Simone Pedrazzini will direct the team, with the support by masseur Della Torre, Santerini and Capelli, by mechanics Romanò and Coelho and by doctor De Grandi. Riders will cover a course of 169,4 km (one lap of 33,4 km in addition to 4 laps of 34 km each) that could fit the characteristics of Ulissi and Cunego. LAMPRE-MERIDA duo can assure to be in the head of the race in the final kilometers, but also Serpa could be a protagonist.
Another target for the team is to give value to the young riders Bonifazio, Palini and Wackermann, also thanks to the experience of Bono and Mori.
Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.
TBRADIO

00:00
00:00
Alessandro COVI. 10 e lode. Sarà anche nato sul Tainenberg, un muro varesino, uno strappo tipo Grammont o Pattenberg, ma questo è un ragazzo adatto a qualcosa di più lungo e duro, adatto anche alle salite più ardite. Classe purissima...


Remco Evenepoel conquista anche la quinta tappa del Giro di Norvegia, da Flekkefjord a Sandnes. Questa volta il belga della Quick Step Alpha Vinyl vince allo sprint superando un gruppetto di fuggitivi con Johannessen che chiude secondo e Plapp terzo. ...


A tarda sera, unità del Cai stanno ancora cercando le schegge del famoso Carlandley, questa strana entità che sembrava granitica e inscindibile, ottenuta saldando per tre settimane le singolarità di Carapaz, Landa e Hindley. Se dio vuole, sotto le pesanti...


L’esotne Norman Vahtra ha vinto la seconda e ultima tappa del Tour of Estonia - la Tart-Tartu di 164, 8 km - battendo in uno sprint a due il lituano Siskevicius. Il gruppo, staccato di 36 secondi, è stato regolato...


Due anni fa aveva visto il suo sogno rosa sfumare nella crono finale di Milano, battuto da Tao Geoghegan Hart, oggi Jai Hindley si è ripreso di forza la maglia rosa e ha tutta l'intenzione di non mollarla mai più:...


Lo scorso anno ci era andato molto vicino ad una vittoria al Giro d'Italia, quest'anno Alessandro Covi non ha sbagliato una sola mossa e si è portato a casa il successo nella tappa più bella: «Sono partito per vincere una...


Domani a Verona non sarà Vincenzo Nibali a salire sul palco dei vincitori, ma il siciliano il suo premio lo ha già vinto, grazie al  pubblico che con applausi e urla lo ha spinto sulla salita della ventesima tappa del...


Il giovane irlandese Darren Rafferty, classe 2003, della Hagens Berman Axeon si è aggiudicato le Strade Bianche di Romagna davanti a Petr Kelemen (Tudor Pro Cycling Team); terzo Simone Raccani (Zalf Euromobil Desiree Fior), il primo degli italiani. Alla gara...


Va ancora al Nord il Gran Premio Lari-Città delle Ciliegie. Dopo i successi di Davide Bais nel 2019 e di Stefano Gandin l’anno scorso, è stato il quasi ventunenne friulano di Buttrio provincia di Udine Nicolò Buratti ad imporsi con...


Due eroi sulla Marmolada: Alessandro Covi e Jai Hindley. Il 23enne varesino della UAE Team Emirates ha vinto una tappa da leggenda superando da solo in fuga Pordoi  e Marmolada per firmare l'impresa più bella della sua carriera, E Jay Hindley...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155




Editoriale Rapporti & Relazioni Gatti & Misfatti I Dubbi Scripta Manent Fisco così per Sport L'Ora del Pasto Le Storie del Figio ZEROSBATTI Mental Coach