SAN LUIS. Sagan: Alonso? Mi fa piacere che se ne parli

PROFESSIONISTI | 26/01/2014 | 13:20
Al via dell'ultima tappa, per velocisti con partenza e arrivo a San Luis (148 km) abbiamo incontrato Peter Sagan, il fuoriclasse slovacco della Cannondale, che oggi compie 24 anni. Auguri!

Come è iniziato il tuo 2014? «Bene, sono sereno anche se sono un pochino indietro di preparazione. Sono arrivato in Argentina con 3 kg in più del mio peso forma, ma con le sudate di questi giorni sono praticamente tornato a regime. Non ho disputato le volate perchè sapevo di non essere al livello dei velocisti come Cavendish e gli altri specialisti che ci sono qui, in più i miei obiettivi sono più in là».

Quali sono? «Le Classiche e il Tour de France. Ogni anno miglioro un po', spero avvenga lo stesso anche in questa stagione. Ho provato il nuovo percorso della Sanremo e di sicuro andrò a ritestarlo, con tre salite di fila non è semplice recuperare... Alla Roubaix voglio tornare ancora una volta per capire se è una corsa adatta a me o meno. Vedremo».

In pochi anni la tua vita è cambiata parecchio. «Sì, la fama è impegnativa (sorride, ndr). Impone tanti impegni lasciando poco tempo alla vita "vera", ma ha anche molti aspetti positivi. Per esempio in questa corsa ho visto alla partenza e all'arrivo di alcune tappe un bambino vestito con la mia divisa, è piacevole sapere di essere nel mio piccolo un modello per un giovane ciclista. Tra l'altro il ciclismo per me resta comunque un divertimento, non un lavoro pesante. Fosse altrimenti sarebbe davvero dura».

Si parla tanto di un tuo possibile passagio al team di Alonso. «A me non dispiace che se ne parli, anzi, ma si saprà qualcosa di certo al riguardo solo quando la squadra verrà presentata ufficialmente. Intanto devo pedalare, e voglio farlo il meglio possibile, con la maglia della Cannondale».

da San Luis, Giulia De Maio

Copyright © TBW
COMMENTI
Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.
Se non sei registrato clicca qui.

Lo scorso 23 marzo ha compiuto ventun anni, Andrea Bagioli è sicuramente uno dei più attesi tra i volti nuovi del ciclismo professionistico italiano. Valtellinese di Lanzada, in Valmalenco, da questa stagione è approdato nella Deceuninck-Quick Step, lo squadrone di...


Quella di Dario Cataldo è una quarantena un po’ differente rispetto a quella che stiamo vivendo in Italia. Abbiamo infatti raggiunto telefonicamente a Balerna, nel Canton Ticino, il portacolori del Team Movistar che ha raccontato a tuttobiciweb le sue giornate,...


  Il 29 maggio 2016, 50 anni dopo la vittoria al Giro d’Italia, Gianni Motta organizzò una festa per raccontarsi e farsi raccontare. Corridori, direttori sportivi, giornalisti. E storie, avventure, retroscena. Molto era rimasto nei miei appunti. Eccolo qua. LA...


I divieti sono sempre difficili da osservare e ogni tanto qualcuno cerca di sfuggirvi. Nonostante un decreto governativo vieti di svolgere l’attività sportiva in bicicletta all’aperto, c’è sempre qualcuno che ci prova. È successo anche ieri a Otranto, con uno...


A pochi chilometri di distanza dalla celebre Università di Oxford, c’è quella che possiamo considerare una sor­ta di Università, oppure un Master, del ciclismo: la Holdsworth-Zappi. Siamo abituati a vederla in tutti gli appuntamenti dilettantistici più importanti in Italia, dal...


Volete conoscere le curiosità più interessanti, gli aneddoti più simpatici ed i segreti più nascosti delle grandi campionesse del ciclismo in rosa? Le appassionanti dirette Facebook del team Alè - BTC Ljubljana sono in rampa di lancio! Cinque imperdibili appuntamenti...


Davide Dapporto è un ragazzo romagnolo, un ragazzo del 2001. Si accorge di avere dei numeri da corridore quando in famiglia il nonno Giovanni e il papà Diego, entrambi ex dilettanti di stampo buono, gli parlano di ciclismo. La sua...


Diciamolo, anche se sottovoce, a tutti noi piacerebbero bici molto leggere, sempre. Per farlo servono telai leggeri, ruote leggere ma anche tante piccole accortezze come suggerito dal vasto catalogo di Carbon-Ti. Perni passanti, viteria, corone, collarini, dischi, insomma, l’elenco è lungo...


Una triste notizia in questa ultima domenica del mese di marzo. E’ morto a Prato (risiedeva nella frazione di Iolo) all’età di 80 anni, Giordano Paolini personaggio conosciutissimo nel ciclismo non solo toscano. Qualche giorno fa sottoposto al tampone per...


  Si è risvegliato. Giancarlo Ceruti ex presidente della Federazione Ciclistica Italiana sta mostrando piccoli ma significativi segni di miglioramento e a confermarcelo è Luigi Rossi, presidente della Polisportiva Camignone, da sempre amico fraterno di Ceruti. È lo stesso Rossi,...


TBRADIO

-

00:00
00:00
VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155