Standing ovation per Giorgio Albani

STORIA | 10/10/2013 | 09:00
Standing ovation, anzi, una serie di standing ovation, per Giorgio Albani nella sua Monza nella serata di mercoledì 9 ottobre nella grande sala dello spazio Binario 7 che, come si suole dire, era gremita in ogni ordine di posti. Così Monza, e con Monza il ciclismo tutto, ha decretato un ulteriore e giusto riconoscimento al suo concittadino, monzese purosangue, un “giovanotto” del 1929 che ha interpretato il ciclismo dapprima come valente corridore, poi come direttore sportivo, infine, come direttore di corsa del Giro d’Italia e delle altre classiche della Gazzetta dello Sport, sempre con connotazioni d’eccellenza assoluta.

Al microfono di Auro Bulbarelli che dialogava con Albani, si sono succedute le testimonianze di vari e prestigiosi protagonisti presenti in sala. L’amico fraterno Ernesto Colnago, Ercole Baldini, Felice Gimondi, Gianni Motta, Michele Dancelli, Davide Boifava, Giuseppe Fezzardi, Mario Anni, Marino Vigna, Franco Cribiori, Mario Dagnoni e vari altri dei suoi ragazzi della mitica Molteni (era presente Mario Molteni con la sorella) con momenti salienti della carriera di Giorgio Albani e dei suoi amministrati rappresentati da bellissimi filmati che scorrevano sullo schermo.

Momenti d’intensa commozione di vibranti applausi sono stati i colloqui telefonici con Alfredo Martini e Eddy Merckx e il ricordo del “capo” per definizione, ossia il grande Fiorenzo Magni (molti suoi famigliari erano in sala insieme al presidente del Coni Lombardia Pierluigi Marzorati), a quasi un anno dalla sua scomparsa del 19 ottobre 2012, con il quale Albani, si può ben dire, ha condiviso la vita e i valori della dedizione per la famiglia, in piena comunione d’intenti. E sono riaffiorati i ricordi del glorioso Pedale Monzese, del “maresciallo” Luigi Sardi, dei personaggi dei verde-ramarro della Legnano, di Isaia Steffàno – molto di più di un “masseur” -, delle medaglie olimpiche di Roma del 1960 Luigi Arienti e Giacomo Fornoni, di Alcide Cerato che recentemente, in occasione della Milano-Torino, con Antonio Bertinotti della A.C. Arona, ha premiato Albani in ricordo anche dei suoi trascorsi alla Molteni.

Mauro Vegni, direttore del Giro d’Italia, con Stefano Allocchio, ha ricordato - ringraziandolo - le speciali qualità di Albani nella direzione di corsa coordinata con un altro amico, Giacomo Fini, con il cartografo Cesare Sangalli e con Vito Mulazzani alla guida della moto. Rosella Bonfanti, che ha ereditato il posto di Giorgio Albani in corsa, ha espresso con belle e sentite parole la sua ammirazione e il suo ringraziamento per il “maestro” Giorgio Albani. E’ stata anche l’occasione per ricordare un altro monzese d.o.c., amico di Albani: Mario Fossati, un fuoriclasse del giornalismo e grande competente di ciclismo.

Chiusura, vien da dire in punta di penna, con il peculiare stile, anche oratorio, del giornalista Claudio Gregori con un “cammeo”, un ritratto, preciso e affettuoso, del personaggio che è un simbolo della competenza, della capacità e della serietà sia nello sport e, anche e soprattutto, nella vita.

Bella, riuscita iniziativa quella posta in essere dalla municipalità di Monza, dal Pedale Monzese e dal G.S. St. Joseph che con l’auspicio del Lion’s Club Monza, aveva la finalità d’aiutare, come ha spiegato l’appassionato Federico Gerosa, negli anni ’80 speaker del Giro d’Italia, le attività dell’Associazione Gianluca Strada Onlus.

da monza per tuttobiciweb.it Giuseppe Figini

foto di Carlo Monguzzi
Copyright © TBW
COMMENTI
Un gigante
10 ottobre 2013 21:07 TorrazzaForever
Un gigante in un mondo di nani.

Hai dimenticato i tuoi dati, clicca qui.

  Un giorno di vantaggio sul gruppo, sulla carovana, sulla corsa. Ma le stesse tappe, le stesse strade, gli stessi chilometri. Paola Gianotti, la giramondo, è pronta ad affrontare il suo secondo Giro d’Italia, 24 ore prima dei 176 corridori,...


Caro Direttore, quando Gian Paolo Ormezzano mette su carta i suoi pensieri, c'è sempre da ammirarne la lucidità e, al contempo, la surreale capacità espositiva. Uso il termine "surreale" non certo a mo' di critica (che neppure mi permetterei rispetto...


Caro amico, non ho fatto in tempo a raccontarti ancora di ciclismo, e semmai di Sanremo e semmai di un nuovo Giro d’I­ta­lia. Tanto che importa, quello che era ed è stato di im­portante, il ciclismo, ce lo sia­mo già...


Vincenzo Nibali certo non è passato inosservato in questo Tour of the Alps: non c'è stata tappa, infatti, in cui il siciliano della Bahrain Merida non sia andato all'attacco, dando spettacolo e inseguendo la vittoria. E non sono passate inosservate...


  Atleti, dirigenti e rappresentanti di società delle varie discipline sportive saranno premiati e festeggiati lunedì 6 maggio a Verona in occasione del Galà dello Sport Veneto in programma, con inizio alle ore 17.30, nella Sala Domus Mercatorum della Camera...


Parla toscano il 3° Trofeo MyGlass organizzato dal team Alice Bike MyGlass di Cesenatico con il supporto della famiglia Segesta, titolare delle sedi MyGlass di Gambettola, Rimini e Ravenna. Gli 83 corridori partenti (dei 100 iscritti) sono stati impegnati sul...


A Baragiano, i veri protagonisti del giorno di Pasquetta sono stati gli allievi e gli juniores che hanno onorato al meglio la 59°edizione della Medaglia d’Oro Santissima Annunziata. Una prestigiosa manifestazione a coronamento di un impegno che l’Asd Baragiano Pedala...


E’ l’allievo Andrea Alfio Bruno del Forno Pioppi - Team Toscano Giarre il vincitore della 43^ Coppa Us Belfiore-Gp Liberazione, gara di 58 chilometri organizzata nella frazione folignate di Belfiore dall’Us Belfiore del presidente Federico Angeli, coadiuvato da Vincenzo Iorio,...


Einer Augusto Rubio Reyes trionfa a San Leolino in Toscana. Il colombiano del team Aran Cucine Vejus si aggiudica infatti il 6^ Trofeo Ciclisti in Bianco e Nero per dilettanti avendo ragione di Simone Piccolo e Marco Murgano entrambi del...


Carlos Barbero regala il successo alla Movistar nella prima tappa della Vuelta Castilla y Leon. Il corridore spagnolo ha regolato allo sprint Davide Cimolai della Israel Academy e lo spagnoloEnrique Sanz. Ma dopo lunga consultazione, con il corridore della Movistar...


VIDEO





DIGITAL EDITION
Prima Pagina Edizioni s.r.l. - Via Inama 7 - 20133 Milano - P.I. 11980460155

[X] Il nostro sito web utilizza i cookies (piccoli file salvati sul tuo hard disk) per migliorare la navigazione, analizzare l'accesso alle pagine web e personalizzare i propri servizi. L'utente è consapevole che, se esplora il nostro sito web, accetta l'utilizzo dei cookies.
Per maggiori informazioni consulta la nostra privacy policy